Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili
0
voti

[71] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 14 ago 2019, 17:14

Jim80 ha scritto:In effetti, e se si potesse editare il 1^ post, metteri un "indice" degli argomenti trattati, visto che il thread è onnicomprensivo circa la batteria auto. Si è discusso anche sulla prevedibilità della vita restante di una batteria, ovvero stabilire lo SoH, fino al post#38 e poi ho chiesto consiglio sui cavi.

Franco012 ha scritto:a questo punto "tutto fa brodo".

Quello che ho pensato pure io, perciò l'avevo proposto :-) Per l'utilizzo dei fori mi ero ispirato a questa foto presa dal web
pinza bullone.jpg

Mi chiedo se questo tizio abbia fatto un buon lavoro o no, visto che l'idea comunque c'è.
A questo punto (cioè sulla base dei punti fatti sopra presenti da franco) direi che i 2 fori su ciascuna pinza si possano sfruttare al meglio così: si fa avanzare il rame per un bel po', cioè oltre il foro del manico corrispondente e fino a farlo arrivare all'altro foro, poi si comincia col fissarlo al 2^ foro, quello cioè più distante, poi si fissa al 1^ foro, infine si chiudono le alette. In tal modo credo si ottenga il beneficio del collegamento elettrico tra i manici ed aumentare la superficie di contatto. Funzionerebbe?




Questo lavoro è inguardabile.
Dimenti cavo di dire che i cavi usati da me derivano da quelli per la messa a terra di parti in alta tensione ,cavi dalla flessibilità spettacolare e dall'isolamento in silicone trasparente.
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
526 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 819
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[72] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 14 ago 2019, 20:37

Jim80 ha scritto:Mi chiedo se questo tizio abbia fatto un buon lavoro o no

Ha fatto una vera schifezza.
Jim80 ha scritto: direi che i 2 fori su ciascuna pinza si possano sfruttare al meglio così: si fa avanzare il rame per un bel po', cioè oltre il foro del manico corrispondente e fino a farlo arrivare all'altro foro [...]

No, non va bene. Il collegamento dev'essere flessibile, altrimenti potresti avere difficoltà nell'aprire e chiudere la pinza. Ecco due esempi di come dovrebbe essere il collegamento:

Collegamento bracci pinze.jpg
Collegamento bracci della pinza.

Collegamento bracci della pinza.jpg
Collegamento bracci della pinza.

P.S.
Con tutte le immagini che ci sono su Internet, mi chiedo dove tu riesca a trovare certe schifezze.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.713 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[73] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 17 ago 2019, 23:54

Salve; per dovere di cronaca ieri, alla tenera età di dieci anni è venuta improvvisamente a mancare la batteria originale della Peugeot 207 di mia sorella... (è anche da considerare che il motore è a benzina quindi stressa molto meno la batteria rispetto ad un diesel); inoltre la batteria originale della vettura del suo compagno (anche essa con motore a benzina) è durata nove anni.
O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10068
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[74] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 23 ago 2019, 16:57

Di sicuro quelle trecce di rame per collegare i manici sono l'ottimo ma costano ed io vorrei limitarmi nella spesa :-) Ho provato ad accroccare qualcosa che possa fungere da collegamento tra i manici, preoccupandomi di imbastire agli estremi quegli occhielli di cui franco parlava:
treccia rame collegamento DSCN3465_2.JPG
treccia rame collegamento DSCN3465_2.JPG (104.49 KiB) Osservato 322 volte
treccia rame collegamento DSCN3466_2.JPG
treccia rame collegamento DSCN3466_2.JPG (102.01 KiB) Osservato 322 volte
treccia rame collegamento  DSCN3468_2.JPG

Come aveva suggerito franco, gli occhielli dovranno essere ricoperti di stagno per evitare sfilacciamenti, poi questo dovrà essere appiattito con lima, infine si ancoreranno gli occhielli con opportune rondelle e bulloni.
Chiaramente è stata solo una prova ed effettuata con cavo di piccola sezione, adesso chiedo a voi se è fattibile con cavo da 25mm2 e se sia opportuno apportare modifiche; io non ho esperienza e non riesco ad immaginare se possa funzionare e non vorrei sprecare cavo costoso per un'idea sicuramente fallimentare a priori.

Franco012 ha scritto:Con tutte le immagini che ci sono su Internet, mi chiedo dove tu riesca a trovare certe schifezze.

Autostima: è l'unico modo che ho per capacitarmi (e mostrarvi) che c'è chi è messo peggio di me.

@claudiocedrone
Per pura curiosità sai di che marche erano quelle batterie?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[75] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 23 ago 2019, 19:01

Jim80 ha scritto:Chiaramente è stata solo una prova ed effettuata con cavo di piccola sezione, adesso chiedo a voi se è fattibile con cavo da 25mm2 e se sia opportuno apportare modifiche

Torniamo sempre allo stesso punto: non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. A parte il fatto che, secondo me, un cavo di collegamento da 25 mmq sarebbe, come già detto, troppo rigido, e contrasterebbe l'azione della molla che tiene chiusi i due bracci della pinza, rimane il problema della stagnatura: se lo stagnatore non ha sufficiente potenza, ossia non è in grado di preriscaldare molto rapidamente l'occhiello da stagnare, succede che il calore si propaga anche al resto del cavo, e quando viene accostato lo stagno da fondere, questo si distribuisce anche sul cavo, facendolo diventare rigido, perdendo così quel poco di flessibilità che aveva. Lo stesso inconveniente vale per il collegamento del cavo da 25 mmq alla pinza: in mancanza di un'adeguata attrezzatura, rischi di fondere anche l'isolante che ricopre il cavo.
Il lavoro di prova che hai fatto non è male. Se raddoppi la sezione dello spezzone utilizzato, arrivando a circa 10 mmq di sezione complessiva, penso si possa raggiungere un buon compromesso tra costo del materiale ed efficienza del collegamento (non consideriamo ovviamente la manodopera).
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.713 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[76] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 23 ago 2019, 23:17

E con un minimo di pazienza quei trefoli puoi intrecciarli tu ottenendo un risultato di treccia piatta simile (non si pretende uguale) a quello delle immagini in [72];
la batteria decennaria della vettura di mia sorella era una Varta (montata di serie sulla Peugeot)- O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10068
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[77] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 24 ago 2019, 12:22

Franco012 ha scritto:non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca

Facciamo ubriacare la moglie col vino e poi mettiamola dentro la botte svuotata (non è mia) :-) Scherzi a parte capisco il mio errore di valutazione. Ormai se ne parla prossima settimana perché a casa non mi trovo neppure bulloni e rondelle adeguati, adesso vorrei chiedere chiarimenti e suggerimenti sull'opportunità di isolare in qualche maniera dall'ossidazione il rame che resterà scoperto, perché parliamo di un manufatto che dovrà durare nel tempo (si spera). Avevo pensato di mettere un velo di grasso nel collegamento tra bracci ad "M" (quello della foto sopra), ovviamente tranne che negli occhielli perché saranno stagnati e, a lavoro finito, sempre un velo di grasso nelle parti a vista del rame in zona alette. Che dite?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[78] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteedgar » 24 ago 2019, 13:13

Jim80 ha scritto:isolare in qualche maniera dall'ossidazione il rame che resterà scoperto, perché parliamo di un manufatto che dovrà durare nel tempo

Quante grondaie / pluviali / coperture in rame hai visto consumarsi esposti alle intemperie?
Lo strato di ossido che si forma in superficie protegge il materiale sottostante senza bisogno di additivi
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.227 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2475
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

1
voti

[79] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteattilio » 2 set 2019, 1:03

Oggi è morta la mia di batteria. Credo non sia arrivata a 3 anni, non ho guardato sull'etichetta.
Stamattina sono uscito tardi verso le 8:30, metto in moto senza notare alcun problema. Faccio 30 metri e mi fermo al bar. Meno di 5 minuti dopo risalgo in macchina e il motorino non riesce ad avviare il motore. Al terzo tentativo neanche il motorino riesce ad avviarsi.
Chiamo un amico e mi faccio accompagnare in un centro commerciale vicino.
Prendo una Bosch da 53 Ah, ritorniamo e mi accorgo di avere sgagliato misura. Non entra nell'alloggio. Mi do del coglione.
La riportiamo indietro. Me la rimborsano. Guardo negli scaffali. Ma vedo al massimo delle 50 Ah. Troppo piccole mi dico. Cercavo una 55 Ah.
Ritorno alla macchina. Cerco nel manuale d'uso. So che c'è scritto ma non trovo la pagina. Inizio a bestemmiare.
Provo ad avviare con i cavetti che mi trovavo in macchina... niente da fare.
Ritorniamo al centro commerciale. Vedo la 55 Ah che prima non trovavo. Mi do di nuovo del coglione. È una Arexons... o una roba simile (ma non facevano profumi?). Pago i 57 euro prezzati.
Ritorno alla macchina.
Diluvia... la strada diventa un fiume. La macchina ancora posteggiata alla c.d.c. davanti al bar. Scampa un po'.
Monto la batteria. Polo positivo ok. Polo negativo...
Bestemmio ancora... il polo negativo è difettoso. Il morsetto non riesce a stringerlo. Adesso che lo guardo è palesemente difettoso. Dovevo togliere i coperchietti protettivi prima... e dire che mi ero già dato del coglione due volte...
Esce il proprietario del bar. Piove. Mi da una clips delle cornici in vetro da mettere come spessore tra polo e morsetto.
Faccio finta di provare... mi do del coglione...
Provo avvolgendo un po di filo di rame... il morsetto stringe appena quanto basta per liberare il mio amico e ritornare per la quarta volta al centro commerciale. Rifaccio il reso. Trovo l'ultima 55 Ah. Tolgo i coperchietti sui poli. La porto al banco accoglienza. La signora si rende conto di quale fosse il difetto... a differenza del suo collega esperto da lei mandatomi e che avevo già mandato a cagare...
Monto finalmente la batteria. Sono le 13:20. Non mi ricordo nemmeno più perché fossi uscito. Boh!

La morale che si può trarne è personale... ma la legge di Murphy non guarderà in faccia neanche voi!!!
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8528
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[80] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 2 set 2019, 1:22

attilio ha scritto: ...È una Arexons... o una roba simile (ma non facevano profumi?)...


Direi di no :mrgreen: è quella del Ferox e dello Svitol p. es. https://it.wikipedia.org/wiki/Arexons comunque essendo una azienda chimica profumi non credo/rammento ma detergenti, deodoranti e simili di sicuro.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10068
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

PrecedenteProssimo

Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti