Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Prese apparecchi bar

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto UtenteDuracell » 25 lug 2019, 16:10

Salve volevo chiedervi voi cosa prevedete come prese per le apparecchiature di un bar come:
- Lavatazzine
- Friggitrice
- Frigo
- Piastra panini

sono tutte apparecchiature da 230V ma sulle schede non mettono il tipo di presa da installare
Spesso vedo che usano mettere prese CEE 230V ma mi chiedo se è proprio necessario
Voi cosa prevedete?

Grazie
Avatar utente
Foto UtenteDuracell
347 2 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1693
Iscritto il: 2 ott 2009, 11:55

0
voti

[2] Re: Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 25 lug 2019, 20:44

Dipende dalla intensitá di corrente assorbita. Per il frigo presa civile.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.708 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2184
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto Utenteferri » 25 lug 2019, 21:04

Dipende, oltre al carico (uno spremiagrumi, un fabbricatore di ghiaccio e un frigorifero non sono una friggitrice o piastra panini) anche da dove sono installate un autogrill? funzionano in maniera diversa dal bar di provincia. praticamente sempre accesa per 14-16 ore continuative.
- Lavatazzine - solitamente CEE17
- Friggitrice - solitamente CEE17
- Frigo - dipende da g.d.p. che vuoi mantenere, vedi sotto
- Piastra panini - solitamente CEE17, se non ha un uso saltuario.

In alcuni bar fra piastre, forni e fornetti, scaldapanini sembravano hanno richiesto linea trifase, stile cucina, sulla quale suddividere i carichi monofase "energivori". dalle ore 12 alle 15 sono delle piccole cucine per pasti pronti surgelati piatti veloci.

In altri casi quadro prese 4 flange con guida DIN e protezioni locali per carichi ad inserzione diretta (alcuni banchi frigoriferi) in vari punti del sotto-banco
Se si reputa indispensabile che il il mobile bar mantenga IP a presa inserita (a volte vi sono depuratori delle macchine del caffè e zone), una UNEL con possibilità di chiudere la calotta a presa inserita costa come una CEE17.
Avatar utente
Foto Utenteferri
1.109 2 4
Expert
Expert
 
Messaggi: 337
Iscritto il: 24 nov 2012, 11:41

0
voti

[4] Re: Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto UtenteDuracell » 25 lug 2019, 21:29

Grazie per le risposte
Allora i miei sono tutti carichi monofase a parte le macchina del caffè
1)Frigo e piccoli apparecchi assorbono pochi centinaia di watt
2)Piastre, lavastiviglie ecc arrivano anche al limite dei 3 kW

Riassumendo, segunedo anche i vs consigli:
i carichi 1 vado di presa Unel, i carichi 2 di presa CEE17 e infine quelli ad inserzione diretta li metto un sezionatore locale 0/1

Penso che così vada + che bene
Grazie ancora
Avatar utente
Foto UtenteDuracell
347 2 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1693
Iscritto il: 2 ott 2009, 11:55

0
voti

[5] Re: Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto Utentelillo » 26 lug 2019, 9:09

chiamare i fornitori e chiedere?
fermo restando quanto detto, procedere a sentimento spesso porta allo smodato utilizzo di riduzioni, che personalmente mi fanno venire l'orticaria.
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,1k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3427
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[6] Re: Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto UtenteDuracell » 26 lug 2019, 9:47

lillo ha scritto:chiamare i fornitori e chiedere?

................. dovendo come solito fare tutt, benne, e subito... anzi prima di subito, non ho il tempo per chiamare il fornitore tantopiù che ho già fatto fatica a farmi dare i dati elettrici :cry:
Avatar utente
Foto UtenteDuracell
347 2 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1693
Iscritto il: 2 ott 2009, 11:55

1
voti

[7] Re: Prese apparecchi bar

Messaggioda Foto Utentelillo » 26 lug 2019, 10:00

comprendo le dinamiche di cui parli, ma:
quando in passato ho dovuto affrontare situazioni del genere, io portavo esempi pratici al committente di turno che voleva il pesce fresco ma economico:
se vai dal cardiologo e non gli dici cosa senti lui non potrà mai curarti;
se vai dall'avvocato e non gli dici tutta la verità lui non potrà mai scagionarti;
se vai dal commercialista e non porti le giornate dei tuoi dipendenti lui non potrà mai emettere le buste.
ragazzi se noi del settore non nobilitiamo il nostro lavoro saremo sempre più in basso nella scala professionale.
già l'andazzo generale è al minimo storico: più il CEI emette norme e meno preparati sono gli addetti ai lavori;
dopo la classe dei tirafili evitiamo di generare la classe dei tiralinee.
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,1k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3427
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 35 ospiti