Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Piccolo progetto IoT

Piccole automazioni, installazioni elettroniche e domotica

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[1] Piccolo progetto IoT

Messaggioda Foto UtenteRob99 » 22 ago 2019, 14:51

Ciao a tutti,
premetto che non so molto di elettronica, quindi ogni consiglio e spiegazioni sono piú che ben accetti.
In sintesi, sto facendo un piccolo allarme per un interruttore differenziale che continua a saltare ad un mio vicino, ma ho diverse idee e, non essendo molto pratico in materia, vorrei chiedere la vostra opinione per trovare la soluzione migliore.
A disposizione ho alcuni oggetti, tra cui ESP8266 NodeMCU v1.0 (PCB nero), ESP8266 12E (che non vorrei usare dato che dovrei alimentarli a 3.3V), un transistor MOSFET

Schema 1: dal vecchio mouse ho staccato un interruttore (Omron D2FC-F-7N) che collegherei al positivo della powerbank. Cosí, se il differenziale saltasse, premerebbe il pulsante, facendo cosí alimentare l'ESP che manda la notifica. Il problema é che rimarrebbe acceso finché qualcuno non lo spegne manualmente (il mio ESP ha problemi con la deepSleep mode, non so se provare ad aggiornare il firmware)
Schema 2: sempre dal mouse ho estratto il sensore di movimento (A9500) che si attiverebbe al movimento del differenziale: questo segnale andrebbe mandato ad un 555 Timer IC bistabile (consigliato da un conoscente) per far si che il sensore venga spento e l'ESP8266 acceso. Dopo che l'ESP ha finito il suo codice, invierebbe un altro segnale al timer, cosí che spenga l'ESP e riaccenda il sensore di movimento (che consumerebbe molto meno rispetto all'ESP)
Schema 3: simile al 2, ma farei funzionare il sensore che, ad un movimento, farebbe accendere tramite un mosfet l'esp che mantiene acceso il gate tramite un segnale inviato dall'ESP stesso. Quando ha finito il suo lavoro, interrompe il segnale facendo spegnere l'ESP stesso

Spero che queste idee siano abbastanza chiare e, ripeto, non ho molte conoscenze di elettronica. A mio avviso (dato che ho problemi con la deepSleep mode e non ho il timer), la 3 dovrebbe essere la soluzione migliore, sbaglio?
Grazie mille in anticipo a tutti
PS il codice l'ho giá fatto e funziona perfettamente
Avatar utente
Foto UtenteRob99
0 2
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 21 ago 2019, 20:45

0
voti

[2] Re: Piccolo progetto IoT

Messaggioda Foto Utentedadduni » 22 ago 2019, 15:34

Io probabilmente terrei il dispositivo sempre acceso mettendolo in sleep senza staccargli mai l'alimentazione. Più che monitorare la posizione della levetta, controllerei la presenza di tensione in uscita dal differenziale. Se vuoi mantenere il dispositivo galvanicamente isolato dalla rete puoi usare un trasformatorino (che ti isola e ti rende la tensione leggibile magari da un ADC o da un pin digitale). Una soluzione più pericolosa sarebbe quella di sfruttare un partitore capacitivo, più economico e meno ingombrante ma che non isola dalla rete.

Nota a margine: quei dispositivi sono connessi alla WiFi, il modem si spegne se salta il differenziale?
Avatar utente
Foto Utentedadduni
1.655 2 6 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1028
Iscritto il: 23 mag 2014, 16:26

0
voti

[3] Re: Piccolo progetto IoT

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 22 ago 2019, 15:40

E usare un differenziale autoriarmante?
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,0k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9360
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[4] Re: Piccolo progetto IoT

Messaggioda Foto UtenteRob99 » 22 ago 2019, 15:55

@PietroBaima Purtroppo io ho suggerito di rivolgersi ad uno specialista per magari far cambiare il differenziale, ma non sono io il proprietario; mi limito di aiutarlo per quello che so e posso fare.
@dadduni non posso lavorare con la tensione perché dovrei aprire la scatola di derivazione contenente il differenziale e, dato che non vorrei che mi si possa incolpare di qualcosa, preferisco lavorare con l'esterno, quindi avrei solo la levetta per fare questa verifica. Se fosse mio, ci giocherei pure, ma non é questo il caso. Per l'alimentazione, dato che non ci sono prese vicine e non posso aprire la scatola, penso vada bene un powerbank da 6 Ah
Avatar utente
Foto UtenteRob99
0 2
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 21 ago 2019, 20:45

0
voti

[5] Re: Piccolo progetto IoT

Messaggioda Foto Utentedadduni » 22 ago 2019, 15:56

In extremis prendi una spina che è sotto differenziale che scatta e controlla li la tensione. Non ne capisco bene il senso ma lancio idee più o meno a caso magari da qualche parte portano
Avatar utente
Foto Utentedadduni
1.655 2 6 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1028
Iscritto il: 23 mag 2014, 16:26

0
voti

[6] Re: Piccolo progetto IoT

Messaggioda Foto UtenteRob99 » 22 ago 2019, 15:58

A quel differenziale é collegato solo il motore di una piscina, purtroppo non ci sono altre prese gestite da quel differenziale
Avatar utente
Foto UtenteRob99
0 2
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 21 ago 2019, 20:45


Torna a Automazione civile

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti