Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utentericodream » 13 set 2019, 17:35

Salve sono nuovo del forum e vi ringrazio per la possibilità di porre domande. Ho una casa in campagna che dovrà subire una sistemazione a cui volevo implementare tutte le predisposizioni possibili inereiti diversi tipi interventi, anche se molti saranno fatti più in la nel tempo. Pultroppo la casa è in parte antica con mattoni e pietre che non possono essere toccate (con vecchi cavi murati dentro) e l'impianto elettrico è un vero disastro (cavi gillloverdi per la fase, cavi stesso colore, dove presenti canaline passaggio di fili, antenne ed altro tutto insieme ecc.); devo escogitare delle soluzioni per far passare i cavi. Anche nel giardino non posso muovermi facilmente e cercare di usare le canaline che ci sono.
La casa è di 250mq unifamiliare divisa in questo modo: primo piano indipendente con soggiorno, cucina, camera e bagno, non ha garage ne cantina.
Pian terreno con una cucina e ripostiglio, poi a parte un laboratorio e poi altre 3 stanze indipendenti con bagno. Pensavo di riscaldare casa e acqua sanitaria con sistemi a pompa di calore, visto che non c'è il gas volevo fare tutto elettrico in vista anche di una futura espansione con i pannelli fotovoltaici provvisti di accumulo.
Quello che vorrei fare sono le predisposizioni (canaline e passaggi vari) poi i vari impianti verranno realizzati da professionisti che eseguiranno le relative certificazioni.



Impianto elettrico

Volevo sapere se andava bene come avevo pensato dovesse essere l'impiando della casa. La mia idea era quella di separare il più possibile tutte le zone della casa e giardino.
Il contatore Enel da 3kwh (vorrei predisporre l'impianto anche per un evetuale aumento di 4,5 o 6 kWh) è sul muretto esterno del giardino e dista 30m dalla casa e passa in un tubo che penso sia da esterno, rosso di diametro circa di 4cm. Allo stato attuale va direttamente in casa (dopo 20m passa per un pozzetto poi da li in casa). Invece volevo mettere il 1°quadro(giardino) proprio lì sotto il contatore: Contatore Enel che va al Differenziale principale con intervento selettivo ritardato di tipo A 300mA 40A (Siemens sentron 5SM2623-8 ) con cavi da 16mm2 (ci si riesce?), che protegge tutto l'impianto e i vari differenziale a valle più sensibili i quali sono tra di loro in parallelo. Poi sempre nel 1° quadro partendo dal primo differenziale --> Siemens 5SV–tipo A interruttore differenziale 2p 40a 30mA --> magnetotermico 16a per le prese del giardino cavi da 2,5mm2 (se dovessi ampliare delle prese lontane 50m nel giardino dovrei collegarle con un cavo più spesso 4mm2?). Partendo sempre dal primo differenziale --> Siemens 5SV --> magnetotermico 16a (o 10a)--> temporizzatore per tutte le luci del giardino, idem per il cancello automatico cavi da 2,5mm2. Poi partendo dal primo differenziale cavo di 30m (pensavo spessore almeno 10mm2 o 16 ma non so qual è la dimensione massima che può essere inserito nei vari componenti e non so se il cavo deve avere doppia guaina per esterno o vanno bene anche i cavi da interno monopolari?) fino ad un 2° quadro nel sottoscala. Li nel 2° quadro (sottoscala) Siemens 5SV --> Magnetotermici 2P 16a e 10a per prese e luce delle 3 stanzette più bagno, 4mm2 dorsale 2,5mm prese varie, 2,5mm2 dorsale luci 1,5 cavi luci. Poi Siemens 5SV --> Magnetotermici 2P 16a e 10a per prese e luce + Magnetotermico 2P 16a per il forno + Magnetotermico 2P 16a per un ipotetico fornello ad induzione (ho cercato senza successo prese e spine da 25a visto che il fornello ad induzione può raggingere anche 6 kW) per la cucina al pian terreno. Siemens 5SV --> Magnetotermici 2P 16a e 10a per prese e luce per il laboratorio; non so se inserire nel 2° quadroì il differenziale e i magnetotermici per le pompe di calore che non so precisamente dove andranno messe o fare un quadretto vicino a loro con un cavo da 6mm2 mettendoci un SPD tipo3. Poi dal 2° quadro partono cavi da 10mm2 direttamente collegati al differenziale principale (barra equipotenziale o vanno bene anche giunzione di cavi?) fino ad un 3° quadro che gestirà tutto il piano superiore. 3° quadro Siemens 5SV --> Magnetotermici 2P 16a e 10a per prese e luce + Magnetotermici 2P 16a e 10a per prese e luce camera da letto + Magnetotermici 2P 16a e 10a per prese e luce Bagno (serve un differenziale a parte per il bagno?) + Magnetotermico 2P 16a per il forno + Magnetotermico 2P 16a per un ipotetico fornello ad induzione.


Impianto di terra

Allo stato attuale esce un filo di terra dal cemento del sottoscala (con spessore forse 16mm2)e non so a cosa sia collegato che da lì va in tutta casa passando da 1 sola canalina. Misurando con un tester cinese mi da lo stesso valore di V tra fase e neutro e fase e terra.
Se volessi mettere un picchetto vicino al contatore (per poterci mettere uno SPD di tipo1 che scarica direttamente nel picchetto) dovrei collegarlo con l'altra terra del sottoscala? In che modo? Semplicemente collegandolo al cavo di terra che passa per 30m nel corrugato del giardino? Cavo nudo direttamente nel prato fino ad un pozzetto poi collegato al cavo di terra giallo verde che passa nelle canaline per 10m per arrivare nel sottoscala ? E mettere Un SPD di tipo 2 nel sottoscala a quella linea di terra va bene lì visto che ha la terra a poca distanza?


Impianto fotovoltaico

Per una futura istallazione sul tetto di un impianto fotovoltaico con accumulo volevo sapere i cavi che giri devono fare (tipo devo arrivare con il cavo della corrente prodotta fino al 1° quadro con doppio passaggio di cavi da 10mm2 nel corrugato in giardino?) le componenti quanto sono grosse visto che per quanto possa essere grande la casa gli spazi sono pessimi e i luoghi dove poter installare queste cose sono pochi e piccoli. Dovrà essere installato a fianco del contatore enel un secondo contatore di uscita? Se si quanti cavi dovranno uscire 2 o 1? (i cavi enel passano sotto la strada e poi su un palo, non credo ci sia molto spazio per far passare un cavo grande fino al palo)


Impianto di protezione fulmini

La zona è in campagna ma vicina agli appennini e quando ci sono i temporali i fulmini si sentono che cadono vicino (una volta è bruciata una telecamera per la videosorveglianza, l'alimentatore dell'NVR e relativa porta ethernet e faretto led li vicino; la quercia del giardino da quello che mi dicono i vicini è stata colpita una volta quindi mi sembra una zona soggetta a fulmini) dovendo portare lì computer e apparecchi elettronici delicati volevo trovare la soluzione migliore possibile.
Visto che devo rifare il tetto (spiovente a punta con tegole) pensavo di metterci delle maglie e delle punte in prossimità dei camini con delle calate verticali e dei dispersori a terra per fare tipo gabbia di faraday ma ho la possibilità di collegarli tra di loro a terra solo parzialmente, non ad anello; va bene uguale? L'impianto parafulmine deve stare lontano da quello di terra o devono essere collegati tra loro? Mi hanno consigliato di collegare la rete del retro casa che da sul campo con dei picchetti di terra (senza collegarlo alla terra della casa, visto che non ha colegamenti con apparecchi elettrici) uno per ogni angolo (4) per assorbire eventuali correnti elettromagnetiche provenienti da fulmini che provengono dal campo, può andare?
Le calate verticali sarebbero vicine alle telecamere per la videosorveglianza i fulmini che eventualmente scendessero per la gabbia le danneggerebbero? Altra cosa se dovesse cadere un fulmine sulla casa con parafulmine ed una persona sta nel giardino (prato dove scarica il cavo o mattoni tutti intorno alla casa) muore fulminata? (non so c'è una distanza minima di sicurezza?)



Sono molte domande e ringrazio anticipatamente chiunque si cimentasse a rispondere anche parzialmente.
Avatar utente
Foto Utentericodream
0 2
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 13 set 2019, 12:46

1
voti

[2] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utente6367 » 13 set 2019, 19:31

contatore Enel da 3kwh

#-o
Avatar utente
Foto Utente6367
18,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6064
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

1
voti

[3] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utenteattilio » 13 set 2019, 20:57

ricodream ha scritto:Quello che vorrei fare sono le predisposizioni (canaline e passaggi vari) poi i vari impianti verranno realizzati da professionisti che...

...al momento di infilare, tireranno bestemmioni?

Non prendertela sul personale ma per quanto mi riguarda non faccio neanche il preventivo se mi si presenta un cliente con queste "premesse"

Saluti
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8572
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[4] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utentealbertagort » 13 set 2019, 21:53

Si può avere un riassunto? :shock:
Avatar utente
Foto Utentealbertagort
369 4 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 222
Iscritto il: 30 set 2013, 18:34

1
voti

[5] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 14 set 2019, 8:09

Hai provato a rileggere ciò che scrivi ed a metterti nei panni di una persona che sta dietro un monitor senza aver mai visto l'immobile? credimi non è semplice.
Ti consiglio di contattare un installatore qualificato (magari prova a sentirne alcuni) e fai un sopralluogo con loro, sicuramente ti sapranno consigliare in maniera precisa sui passi da eseguire.
Dopo, una volta sentito questi pareri, potrai fare tutte le domande specifiche che vorrai.
Ti ricordo che ci sono delle norme specifiche da seguire (soprattutto la CEI 64-8 e la CEI 64-12) e c'è un decreto da rispettare (D.M.37/08).
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
42,0k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

1
voti

[6] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 14 set 2019, 9:01

Perdonami ricodream se sembrerò duro nella mia risposta, ma il tuo approccio all'argomento che esponi è completamente sbagliato.
Da quello che scrivi si capisce che hai sentito parlare di impiantistica elettrica, ma altra cosa è progettare un impianto elettrico o saperne valutare uno, tant'è che confondi la potenza con l'energia.......

ricodream ha scritto:Il contatore Enel da 3kwh (vorrei predisporre l'impianto anche per un evetuale aumento di 4,5 o 6 kWh)


Per avere le risposte che chiedi rivolgiti PRIMA ad un professionista di tua fiducia, discuti con lui le tue richieste, e lui ti fornirà tutte le soluzioni possibili consigliandoti al meglio. Non andare subito dagli installatori (cercando di risparmiare il costo del professionista secondo un'usanza tutta italiana del furbo di turno) perché installatori diversi proporranno soluzioni tecniche diverse alle tue richieste (che principalmente fanno comodo a loro e non a te...) soluzioni che tu non sei in grado di valutare adeguatamente (perché non hai la preparazione tecnica necessaria).

Esempio?
per la protezione contro le scariche atmosferiche PRIMA si deve condure l'analisi del rischio (EN 62305) riferita al tuo contesto e POI si individuano le soluzioni adatte (sempre EN 62305). Tu parti a disquisire di picchetti, calate, maglie di terra ecc. ecc. e non sai di cosa stai parlando.

Ricordati che un professionista preparato farà sempre il tuo interesse (perché lo paghi) e ti consiglierà per il meglio. Questo NON è un costo inutile, ma valore aggiunto all'opera che intendi realizzare.

Cambia strada se hai capito i miei consigli e comunque buona fortuna.
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.677 1 7 11
Master
Master
 
Messaggi: 361
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

0
voti

[7] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utentealbertagort » 14 set 2019, 10:15

Per evitare confusioni. ..con "professionista" nel post qui sopra si intende la figura del "progettista elettrico", che può essere un perito, un ingegnere o anche purtroppo un architetto.
Ovvero una figura diversa rispetto all installatore.
Avatar utente
Foto Utentealbertagort
369 4 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 222
Iscritto il: 30 set 2013, 18:34

0
voti

[8] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 14 set 2019, 12:24

esisnc ha scritto: Non andare subito dagli installatori (cercando di risparmiare il costo del professionista secondo un'usanza tutta italiana del furbo di turno) perché installatori diversi proporranno soluzioni tecniche diverse alle tue richieste (che principalmente fanno comodo a loro e non a te...)




Afferemazione un po' forte da parte tua contro la categoria, e a che titolo poi, progettista, solo esperto in elettrotecnica o ex cliente inchiappettato dall'istallatore di turno che ha fatto i comodi suoi?
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
1.211 2 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 1239
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

1
voti

[9] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 15 set 2019, 9:09

albertagort ha scritto:Per evitare confusioni. ..con "professionista" nel post qui sopra si intende la figura del "progettista elettrico", che può essere un perito, un ingegnere o anche purtroppo un architetto.
Ovvero una figura diversa rispetto all installatore.


Esatto.
Per quanto riguarda gli architetti, secondo una recente nota del Consiglio di Stato a conclusione di una diatriba infinita sull'argomento, questi sono abilitati alla progettazione degli impianti elettrici a servizio degli edifici.

gabrisav ha scritto:Afferemazione un po' forte da parte tua contro la categoria


Non ho nessuna avversione per la categoria delle imprese installatrici e, come progettista con oltre 30 anni di esperienza sulle spalle, posso dire di aver avuto a che fare mediamente con ditte serie e preparate.
Semplicemente per l'installatore si configura un evidente conflitto d'interesse se egli deve garantire, nel rispetto delle norme, la qualità dell'installazione e dei materiali con il costo più basso per cercare di prendere il lavoro.
Il committente "furbo" guarda l'ultima riga dell'ultima pagina dell'offerta ricevuta (il prezzo) dopo aver chiesto il "preventivo" senza redazione di progetto a n-mila ditte (e ditemi come si può stabilire il prezzo di un'opera senza sapere precisamente come farla....).
Non capendo nulla di impianti sceglie il prezzo più basso (e provate a dire di no....) perché al suo livello capisce solo il risparmio econimico immediato.
Poi dopo arrivano i guai.........ma fortunatamente non tutti i comittenti sono così.
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.677 1 7 11
Master
Master
 
Messaggi: 361
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

0
voti

[10] Re: Consigli per rifacimento completo impianto elettrico

Messaggioda Foto Utentericodream » 15 set 2019, 11:18

Non credevo fosse così difficile ricevere almeno qualche risposta alla molte domande fatte.
Probabilmente ho sbagliato a fare tutto un lungo discorso e capisco che alcuni argomenti non sono semplici (per quanto riguarda il discorso parafulmine quando sarebbe stato il momento avrei sentito uno specialista visto che la norma chiede questo, nemmeno uno esperto) ma almeno speravo in una orientata generale perché comunque se non so proprio niente di un argomento non sono nemmeno in grado di distinguere una persona competente da una no e uno diventa di fiducia solo dopo aver effettuato un lavoro a regola d'arte e non prima (in passato mi è capitato di fare dei lavori con professionisti che poi non si sono rivelati tali).
Avrei sicuramente creato meno polemica se avessi aperto 20 discussioni separate tipo:

-qual'è il diametro massimo di un filo di corrente che può essere collegato ad un differenziale o un magnetotermico? 16mm2? Si No

-va bene mettere un differenzale selettivo ritardato a monte con diversi differenziali a valle in parallelo tra di loro uno per ogni zona? Si No Si ma....

-per un contatore da 6 kW e una distanza da 30m qual è la sezione minima dei fili? Se la dimesione è maggiore può creare qualche problema? (a logica penso di no.... ma non sono un esperto)

Vorrei capire se il discorso generale dei quadri elettrici va bene o no (è comunque una semplice abitazione) per il resto vedrò in fururo effettivamente comincerò la ristrutturazione.
Avatar utente
Foto Utentericodream
0 2
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 13 set 2019, 12:46

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 31 ospiti