Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Circuiti e campi elettromagnetici

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[11] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto Utentenovizio » 28 ott 2019, 19:52

E perché la doppia freccia, per la tensione indotta, nella figura a)? Ed invece un'unica freccia, sempre per E, nella figura b)?
Avatar utente
Foto Utentenovizio
100 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 13 dic 2008, 18:50

0
voti

[12] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 29 ott 2019, 8:25

Questo bisogna chiederlo a chi ha fatto il disegno e vuole a tutti i costi far vedere il segno negativo dell'equazione di Maxwell. Se si sta sul circuitale, usando il bipolo induttanza con la convenzione di segno degli utilizzatori, il segno negativo viene fuori automaticamente.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
104,2k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18504
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

2
voti

[13] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 29 ott 2019, 9:48

IsidoroKZ ha scritto:Adesso Foto UtentePietroBaima mi banna per aver massacrato Maxwell e tutta la sua discendenza.

Ma anche no :D

Il discorso è perfettamente coerente all’interno dell’elettrotecnica, in cui pensiamo esista ancora un componente chiamato induttore e uno resistore con un loro modello, che rappresenta fedelmente la realtà all’interno del suo campo di validità.

Mi piace meno invece, a rigore, il discorso fatto dall’OP, probabilmente preso dal libro di testo che sta seguendo.
La legge di FNL è una legge che con l’elettrotecnica non c’entra nulla, ma proprio nulla nulla nulla nulla nulla (si è capito che non c’entra nulla? :D )

L’elettrotecnica si preoccupa di trovare modelli, la cui dinamica sottostante discende da leggi fisiche.

O utilizziamo l’elettrotecnica e i suoi modelli e studiamo i circuiti, i vari teoremi ecc... e quindi, per coerenza modellistica, i segni corretti vengono fuori automaticamente, oppure ci preoccupiamo di scendere al livello sottostante per capire da dove arriva quel modello.

La fisica dietro al componente chiamato induttore è la conservazione della carica magnetica ( e solo sulla carica magnetica ci sarebbe molto da dire) la quale cela, come al solito, la conservazione dell’energia.

Per vederla dal punto di vista fisico bisognerebbe integrare questa:

\nabla \cdot \boldsymbol{J}_m+\frac{\partial \rho_m}{\partial t}=0

(Che è un modo complicato per dire che se la carica diverge via da un certo punto nello spazio allora è successo che si è semplicemente spostata altrove e non altro, oppure se la carica converge in un certo punto nello spazio allora è successo che è semplicemente arrivata da altrove e non altro)

Dalla quale, usando il teorema di Gauss si ricava che:

V=-\frac{\text{d}\phi}{\text{d}t}

Dalla quale, ulteriormente, si ricava il modello di quella cosa, che non esiste, chiamata induttanza.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,4k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9491
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[14] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto Utentenovizio » 29 ott 2019, 13:42

Questo bisogna chiederlo a chi ha fatto il disegno e vuole a tutti i costi far vedere il segno negativo dell'equazione di Maxwell. Se si sta sul circuitale, usando il bipolo induttanza con la convenzione di segno degli utilizzatori, il segno negativo viene fuori automaticamente.


Questo mi è chiaro e, credo, che d'ora in avanti adotterò la convenzione degli utilizzatori, senza legarmi troppo. ;-)
Avatar utente
Foto Utentenovizio
100 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 13 dic 2008, 18:50

0
voti

[15] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 29 ott 2019, 13:54

Imparare le formulette a memoria, senza approfondirne il significato fisico, conduce a risultati nefasti :mrgreen:

Nel caso in oggetto, ad esempio, ci si ritrova a scambiare la legge di Faraday-Neumann-Lenz con la tensione ai capi dell'induttore quando si svolgono esercizi di elettrotecnica:

v\left ( t \right )=\frac{\mathrm{d} \phi  }{\mathrm{d} t}

Tale relazione ovviamente e' conseguenza diretta della legge di induzione ed e' in perfetto accordo con la legge di Lenz, dopo aver assegnato i riferimenti al bipolo induttore:



In pratica, come anticipato da Foto UtenteIsidoroKZ, il segno meno e' automatico :mrgreen:
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
9.872 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2972
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[16] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto Utentenovizio » 29 ott 2019, 13:56

Il discorso è perfettamente coerente all’interno dell’elettrotecnica, in cui pensiamo esista ancora un componente chiamato induttore e uno resistore con un loro modello, che rappresenta fedelmente la realtà all’interno del suo campo di validità.


Questo ce l'ho chiaro: un modello è un oggetto fisico matematico che usiamo per descrivere la realtà. Naturalmente, come dici tu, entro certi limiti (penso, ad esempio, al modello a parametri ibridi che usiamo per la descrizione del comportamento del BJT alle medie frequenze: naturalmente se siamo molto al di sotto della frequenza a 3 dB inferiore o molto al di sopra di quella superiore, i risultati che otteniamo applicando il modello si distanzieranno da quel che succede nella realtà; oppure se il punto di lavoro non viene fissato nella zona attiva e lineare, ...).

Per quanto concerne, invece, l'indagine fisica del fenomeno ad un livelo sottostante (che per poter essere fatta, se ho capito bene, comporta il saper governare le equazioni di Maxwell, sia a livello concettuale che matematico) come ho scritto sopra, ancora non ci sono ( e chissà se ci sarò mai :cry: ).

Comunque grazie per il truo tempo, è un piacere leggere i tuoi interventi.
:-)

P.S.: che intendi con gli acronimi "OP" e "FNL"?
Avatar utente
Foto Utentenovizio
100 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 13 dic 2008, 18:50

1
voti

[17] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto Utentelillo » 29 ott 2019, 14:00

Foto Utentenovizio ha scritto:P.S.: che intendi con gli acronimi "OP" e "FNL"?

OP: sei tu
FNL: Faraday-Neumann-Lenz
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,0k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3412
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[18] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto Utentenovizio » 29 ott 2019, 17:11

OP, sta per Original Post (scusate, ma sono un po' vecchio ...)?

Grazie lillo.
:-)
Avatar utente
Foto Utentenovizio
100 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 13 dic 2008, 18:50

1
voti

[19] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto Utenteclavicordo » 30 ott 2019, 2:02

Forse Foto Utentenovizio potrebbe aiutarti nella comprensione del fenomeno una considerazione energetica. Quando un filo è percorso da una corrente continua si crea un campo magnetico intorno al filo proporzionale alla corrente. Se la corrente varia, quinidi, varia anche il campo magnetico. Questa variazione induce nel filo una forza elettromotrice che genera una corrente sovrapposta a quella "principale" e che, a sua volta, crea un secondo campo magnetico che va a sommarsi a quello "principale". Se questo secondo campo avesse lo stesso verso di quello principale, si creerebbe un campo più intenso, ossia una maggiore energia di quella iniziale. Ma questo andrebbe contro al principio di conservazione dell'energia. Quindi il secondo campo deve avere verso opposto a quello principale, e così è anche per la forza elettromotrice indotta. In questo modo l'energia viene ridistribuita nel tempo, rispetto al "rettangolo" del generatore (off-on --- on-off) che viene deformato con gli esponenziali di inizio e di fine.
"Ogni cosa va resa il più possibile semplice, ma non ANCORA più semplice" (A. Einstein)
Avatar utente
Foto Utenteclavicordo
14,8k 4 11 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 968
Iscritto il: 4 mar 2011, 14:10
Località: Roma

0
voti

[20] Re: Legge di Faraday-Neumann-Lenz

Messaggioda Foto UtenteDeltaElectronics » 30 ott 2019, 13:51

EdmondDantes ha scritto:
Nel caso in oggetto, ad esempio, ci si ritrova a scambiare la legge di Faraday-Neumann-Lenz con la tensione ai capi dell'induttore quando si svolgono esercizi di elettrotecnica:

v\left ( t \right )=\frac{\mathrm{d} \phi  }{\mathrm{d} t}

Tale relazione ovviamente e' conseguenza diretta della legge di induzione ed e' in perfetto accordo con la legge di Lenz, dopo aver assegnato i riferimenti al bipolo induttore:

[

Perché ?
Mi sfugge il nesso...
Freedom is not free
Avatar utente
Foto UtenteDeltaElectronics
210 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 476
Iscritto il: 27 set 2015, 14:01

PrecedenteProssimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti