Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Retrocomputing

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni
0
voti

[51] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 28 feb 2022, 23:56

MarcoD ha scritto:Ricordate la frase di test:
"The quick brown fox jumped over the lazy dog back", che conteneva tutte le lettere del set di caratteri?.

Manca la s ;-)
La versione che conosco io è "The quick brown fox jumps over the lazy dog" magari seguita dalle 10 cifre.
Avevano inventato qualche altra frase ma questa era la più famosa.

L'ho riesumata recentemente per provare il driver di una UART :D
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
16,4k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2498
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[52] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 1 mar 2022, 8:31

La frase tipica di prova nei font!
Invece interessante il "lorem ipsum" per la videocomposizione.
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
4.668 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 3378
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

0
voti

[53] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 1 mar 2022, 9:14

Una curiosità vintage:
per fare stampare una sequenza di RYRYRY alle telescriventi meccaniche, bastava comandare il magnete con una onda quadra di frequenza pari alla metà del baudrate ( 25 Hz per 50 baud), o per lo meno valeva per la mia Olivetti T2ZN.
La sequenza era la seguente:
0 bit start
10101 codice lettera R
- saltava i bit di stop e di start
01010 codice lettera Y
1 bit stop

Probabilmente il meccanismo funzionava ugualmente anche non ricevendo il bit di stop e quello di start fra i due caratteri.
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,3k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5161
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[54] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 1 mar 2022, 15:04

MarcoD ha scritto:... 50 baud ...

:D ... mi fai tornare in mente il mio primo computer con connessione ad internet, fatta con un modem di recupero, a 300bps (era un cassone enorme della IBM, pesante diversi chili, trovato guasto in una fiera per poche lire e riparato, e che consumava quanto il PC, aveva anche lo switch 300/1200, ma la mia linea di casa non supportava il 1200 agli inizi) ... si viaggiava in "solo testo" e BBS, ovviamente.

Ora sui forum trovi ragazzini che si lamentano che dagli host non riescono a scaricare film o giochi a piu di 25 o 30 Mega, "nonostante abbiano la 100Mega in fibra", e quando gli dici che agli inizi si viaggiava in quel modo ed a quelle velocita', non ti credono o pensano che li stai prendendo in giro :lol:
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
2.579 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1717
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[55] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto Utentefosforiverdi » 2 mar 2022, 3:53

Ciao a tutti, vedo che i discorsi qui vanno avanti veloci, mi fa piacere.
----
[32]
Allora: djnz mi ha risposto sul tema "programmazione BASIC in C64".
Mi dici che è lento perché interpretato.
Senza dubbio, tranne forse per il fatto che esistono anche compilatori BASIC ma effettivamente questo esula dal caso in questione.

Bada che non sto affatto tentando di darti torto, voglio solo capire meglio qualcosa che non so.
Quello che stava alla base del mio ragionamento, ma che non ho espresso bene, era il seguente dubbio : se il sistema del C64 è dotato in modo nativo di un interprete BASIC, verrebbe normale pensare che la programmazione su quel sistema sia prevalentemente BASIC.
Nel senso: se tutto quello che occorreva era l'implementazione di un terminale, era necessario creare un interprete BASIC?
Non si poteva piuttosto creare una shell con comandi base, tipo quelle di Unix o anche Windows, che per scopi cosi limitati sono sufficienti?
Oppure, rovesciamo la domanda: nessuno usando il C64 e simili programmava in BASIC? Si torna li: perché un interprete BASIC allora?

Sempre con djnz, la questione della macchina di Maggi.
Va bene, l'utilizzo prevalente non era quello di scrivere testo. Tu mi hai scritto "(si usava per) tutto quello che riguarda magazzino, finanza e simulazioni matematiche".
Sicuramente è corretto ma non è sufficiente a rendere l'idea a chi non ha mai usato quei computer e non ha mai fatto quei lavori.
Anche qui devo spiegare meglio i miei dubbi: ricordo che a scuola io i PC li ho solo intravisti, nel senso che di lezioni di computer ne ho fatte veramente poche.
I PC che ho visto a scuola erano a riga di comando e le cose che abbiamo fatto producevano risultati che definirei miseri.
All'epoca però io stesso possedevo una calcolatrice scientifica che poteva fare molte più cose di cui io fossi capace (e nemmeno adesso lo sono).
Sicuramente per le operazioni matematiche di uso comune, anche in una piccola azienda, quegli scatoloni non valevano la candela.
L'organizzazione di un magazzino presuppone qualche tipo di database ma con le limitazioni di quell'hardware è probabile che un buon archivio cartaceo fosse competitivo o addirittura preferibile.

So di imprenditori che ad oggi sono piuttosto anziani e nonostante questo continuano a lavorare. Queste persone non hanno competenze informatiche e diffidano della tecnologia, imponendo limiti al personale dei loro uffici che invece potrebbe fare molto meglio se fosse libero di usare a pieno le potenzialità delle macchine odierne.
Queste persone hanno gestito le loro aziende con metodi pre-informatici per decenni, anche se ad un certo punto hanno dovuto adeguarsi, parzialmente e progressivamente. Ma sicuramente al tempo in cui il PC di Maggi era in uso, loro non sapevano nemmeno cosa fosse un computer.

Riassumendo il mio dubbio è se queste macchine servissero realmente a qualcosa o se fossero di fatto dei prototipi che hanno avuto però il merito di introdurre una tendenza che ci ha portati poi a dispositivi che ormai consideriamo indispensabili.

Spero di essermi spiegato, per il resto quando hai parlato di quel monitor con il cursore a croce mi hai subito fatto pensare al terminale di MOTHER (MU-TH-UR 6000), nel film Alien. Mi piacerebbe sapere se era qualcosa di simile, penso tu abbia visto il film (datato 1979) e in ogni caso sicuramente su Youtube ci sarà lo spezzone che può colmare la lacuna.

Controllato ma devo aver sbagliato film, questo non è cosi : https://www.youtube.com/watch?v=-6mvwOCYJjc
Però io da qualche parte ho visto qualcosa di simile a quello che dici.

Ultima cosa con te djnz, puoi farmi un esempio di quello che si poteva fare una volta con questi PC che "oggi è impossibile realizzare", in riferimento al discorso tra te e lelerelele? [30] [32]
----
[33]
A Etemenanki devo solo dire che ora che mi ha detto della carta d'identità sono più tranquillo.
----
[34]
Cavolo! Se avessi letto prima la risposta di mario_maggi, il mio discorso sopra sarebbe stato diverso.
Vediamo se ho capito: in pratica serviva per "contare pezzi". Tenere il conto dei componenti in magazzino, senza dover contare a mano una miriade di componenti e sapere quindi in tempo, quando occorreva fare nuovi acquisti. In altre parole, fare inventario.
Sembra chiaro,uno scopo utile, sempre che chi inseriva i dati lo facesse in modo scrupoloso.
Ad ogni modo dici: "Era lentissimo, ma funzionava" e "Risultato: casino". Quindi mi dai conferma in parte dei miei dubbi, ovvero che rispetto a quello a cui siamo abituati adesso l'utilità di queste macchine era qualcosa di molto più relativo.
Cosa cavolo è un inverter?
----
[35]
Però vedete che EcoTan programmava in quickBasic su quelle macchine. Quindi la programmazione BASIC c'era e anche per i giochi.
----
[36]
Grande Max2433BO! Questo sito che hai linkato è zeppo di libri gratis e io adoro le cose gratuite. Finirà che li scaricherò tutti, poi sul fatto di leggerli non garantisco.
Per il resto non ho capito nulla di quello che dici, quindi non provo nemmeno a fare domande.
----
[37]
Anche Etemenanki usava quickBasic. E sono due, djnz!
Invece sul tuo discorso Etemenanki, sullo spreco di righe di codice nei programmi, condivido moralmente, non essendo un programmatore, tutto il tuo discorso.
Visto che hai lanciato l'argomento volevo chiederti (e anche agli altri) la tua opinione sulla programmazione orientata agli oggetti.
Magari ora voi mi spiegherete che non ho capito nulla ma ho sempre pensato che fosse qualcosa di più comodo ma allo stesso tempo poco efficiente. Insomma il "C++", rispetto al "C" è realmente un passo avanti o si tratta di un mezzo passo in dietro?
---
[38]
Mario-maggi, sul SC/MP ti volevo chiedere: in che modo hai collegato le lampadine al computer? Ditemi se al giorno d'oggi sarebbe possibile controllare l'hardware con un programma utente per ottenere il suo semaforo. Non basta dire si però!
---
[39]
Grazie per il video DarwinNE. Purtroppo, sebbene io sia in grado di leggere l'inglese in modo accettabile non sono assolutamente in grado di seguire un discorso parlato. Prima o poi ci arriverò ma per ora è meglio lasciar perdere.

JiffyDOS non serve con VICE? E allora come si usa?

Quindi tu mi stai dicendo che all'epoca si usava "un mix di Basic e di linguaggio macchina".
Allora devo richiamare in causa djnz e chiedergli se intendeva dire questo, perché dal suo discorso non avevo capito cosi.

Mi par di capire che la questione "assembly vs assember" è oggetto di dibattito mondiale. Allora aspetterò che si arrivi ad una conclusione.
----
[42]
Etemenanki ha detto : "Abbiamo finalmente scoperto chi e' il vero responsabile della creazione di windows"

Quindi siete tutti detrattori di Windows qui? Io sono da un paio di anni con Linux ma mi sono spostato più per necessità che per scelta, comunque adesso sono contento.
Volevo provare FreeBSD ma credo sia incompatibile con la mia scheda grafica, nel senso che arrivo fino alla schermata dove si scelgono le impostazioni per lanciare una sessione live ma poi il monitor mi si spegne. Con un altro PC questo non succede e quindi ho pensato che fosse un problema di compatibilità.
Pensate ci sia una soluzione? Ho provato tutte le combinazioni ma fa sempre uguale. Pensate che FreeBSD sia un SO valido? Leggo in giro un sacco di critiche ma non so se devo prenderle per buone.
Volevo provare anche Slackware, stesse domande, se sto violando le regole del forum uscendo di discorso ditemelo e lascio perdere.
Però se non è cosi volevo chiedere anche di Alpine Linux e Crux e visto che ci siamo anche di Minix.
Ovviamente mi aspetto che chi risponde li abbia provati, la teoria l'ho già sentita.
----
[46]
Io non ho usato le telescriventi Etemenanki, quindi ti devo chiedere: a cosa servivano? Mi aspetto una battuta in risposta.
No adesso vedo in [50] che era un test, una cosa seria.
----
[47]
giannid19 ha detto: "chi si ricorda i biglietti dell'autostrada dei primi anni 70 su scheda perforata?"
Se hai 19 anni cosa ne sai tu degli anni 70?
Io mi ricordo i biglietti dell'autobus. Stesso principio no? Sto scherzando, meglio dirlo.
Avatar utente
Foto Utentefosforiverdi
5 2
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 5 set 2021, 12:07

0
voti

[56] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 2 mar 2022, 9:37

fosforiverdi ha scritto:Quello che stava alla base del mio ragionamento, ma che non ho espresso bene, era il seguente dubbio : se il sistema del C64 è dotato in modo nativo di un interprete BASIC, verrebbe normale pensare che la programmazione su quel sistema sia prevalentemente BASIC.
Nel senso: se tutto quello che occorreva era l'implementazione di un terminale, era necessario creare un interprete BASIC?
Io non ho avuto C54, ma lo spectrum, anche questo aveva nativamente l'interprete basic.
Secondo me questa è stata una scelta semplice per ottenere un sistema operativo, se come dici tu, si fosse inserito un sistema operativo, anche a riga di comando, sarebbe stato più complesso e più pesante da fare gfirare e da tenere in memoria.

Resta il fatto che nessun programma girava in basic, (almeno per i giochi che usavo io), mi sono fatto le ossa a programmare in codice macchina, il che mi ha chiarito come lavori il processore.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.222 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3696
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[57] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 2 mar 2022, 10:08

Foto Utentefosforiverdi, quando ti rivolgi a un utente in particolare inserisci il suo nickname tra i tag [user]...[/user] (c'è l'apposito pulsante virtuale tra i vari sopra il riquadro dove scrivi il testo) così lo stesso riceve una notifica e magari ti risponde, altrimenti potrebbe non accorgersi mai che gli hai posto una domanda se non leggendo a fondo tutto il papiro che posti :-)
Detto questo, gli "inverter" citati da Mario Maggi sono quegli scatolotti (o scatolini o scatoloni) ai quali dai in pasto una corrente continua e ti restituiscono in uscita corrente alternata p. es. a tensioni di rete; lui li costruiva già ai tempi in cui gran parte di noi neppure sospettava potessero esistere.
O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,6k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12900
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[58] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 2 mar 2022, 10:48

fosforiverdi ha scritto:... la tua opinione sulla programmazione orientata agli oggetti...

Ma io non sono un programmatore, ho "giocato" anni fa con il QuickBasic perche' era talmente semplice che sono bastati pochi giorni di prove ed errori per imparare ad usarlo, avendo inoltre trovato all'epoca il "sorgente" di un clone tetris che mi aveva anche aiutato molto nel capire i vari comandi e come interagivano fra loro (parliamo di piu di 30 anni fa, quando i miei 4 neuroni ancora funzionavano :mrgreen: )

Attualmente sto tentando, un po alla volta, di imparare a programmare in C++, o almeno sto provando a capire come funziona e come usarlo, ma con maggiore difficolta' di una volta (neuroni arrugginiti), comunque per me e' piu che altro un divertimento, io sono principalmente un tecnico hardware, non un softwarista.

... Quindi siete tutti detrattori di Windows qui? ...

Non esattamente, o almeno non sono un detrattore fanatico ... io sono costretto ad usarlo perche' la meta' dei programmi che ho non esistono per altri sistemi operativi, lo uso da quando si chiamava windows 2.1 (si, lo confesso, sono vecchio :mrgreen: ), trovo che alcune delle sue caratteristiche siano utili, mentre altre inutili o peggio, quello che realmente mi da fastidio (ma questo succede con tutto, finestre, melamorsa, pinguino, qualsiasi cosa) e' quando al solo scopo di riempirli di fronzoli grafici, animazioni mangiarisorse, "abbellimenti" (si fa per dire) estetici senza alcuna utilita' pratica, eccetera, si trasforma un sistema operativo, qualsiasi sia, in un'obeso ed inefficente tardigrado che per fare poche operazioni elementari necessita di piu memoria, velocita' di calcolo e RAM di quella con cui manderesti in orbita un satellite, il tutto solo per fare in modo che l'utente finale non si accorga, appunto, di quanto inefficente sia diventato ... questo, ripeto, per qualsiasi programma.

Poi che ci si diverta a prendere in giro la Micro(bo)soft :mrgreen: (come la melamorsa e gli altri) con battute piu o meno velenose o cattive, be, quello e' diventato uno sport mondiale ormai, ma lo si fa (o almeno io lo faccio, abbondando pure con le "faccine sorridenti" per farlo capire subito) solo per riderci sopra, se dovessi discutere seriamente dei problemi di qualcosa lo farei in altro modo ;-)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
2.579 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1717
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[59] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 2 mar 2022, 11:27

Etemenanki ha scritto:
... Quindi siete tutti detrattori di Windows qui? ...

Non esattamente, o almeno non sono un detrattore fanatico ... io sono costretto ad usarlo perche' la meta' dei programmi che ho non esistono per altri sistemi operativi, ....trovo che alcune delle sue caratteristiche siano utili, mentre altre inutili o peggio, quello che realmente mi da fastidio e' quando al solo scopo di riempirli di fronzoli grafici, animazioni mangiarisorse, "abbellimenti" (si fa per dire) estetici senza alcuna utilita' pratica, eccetera, si trasforma un sistema operativo, qualsiasi sia, in un'obeso ed inefficente tardigrado che per fare poche operazioni elementari necessita di piu memoria, velocita' di calcolo e RAM di quella con cui manderesti in orbita un satellite, il tutto solo per fare in modo che l'utente finale non si accorga, appunto, di quanto inefficente sia diventato ... questo, ripeto, per qualsiasi programma.
Mi hai tolto le parole di bocca, (dalla tastiera), sono esattamente della stessa idea. :ok:

Posso capire che microsoft fa i soldi più con la marea di persone comuni, rispetto al minore gruppo di persone che lo sfruttano per quel che vale, ed a loro ovviamente manca un sistema efficiente, non si limitano a vedere se bello e variegato.

Resta però il problema che tutti (o quasi) i software girano solo su windows.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.222 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3696
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

1
voti

[60] Re: Retrocomputing

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 2 mar 2022, 12:34

Foto Utentefosforiverdi,
[34] quel computer era utilissimo:
* per gestire l'amministrazione
* per gestire il magazzino dei componenti, dei semilavorati, dei premontati, delle apparecchiature finite, con le rispettive valorizzazioni variabili neol tempo.
* per lanciare gli ordini a fornitori, alcuni con programmazione fino a 2 anni
* per avere un termine di consegna attendibile quando un venditore chiede "in quanto tempo possiamo fornire 50 inverter tipo S76"? Il computer teneva conto anche delle ore di lavoro e della disponibilità dei banchi di collaudo. Se manca anche un solo componente non si può consegnare!

Riguardo a SC/MP sono passati 45 anni, non ricordo, ma d'istinto avrei messo un paio di transistor per accendere le lampadine a bassa tensione (di LED ce n'erano in giro ancora pochi).

Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, convertitori DC/DC, soluzioni originali per la qualità dell'energia
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
17,6k 3 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3786
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti