Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Prove elettriche EN 6020-1 (impedenza anello di guasto)

L'iter relativo alla marcatura CE e problemi connessi.

Moderatore: Foto UtenteGuerra

0
voti

[1] Prove elettriche EN 6020-1 (impedenza anello di guasto)

Messaggioda Foto UtenteGiuseppe00 » 6 nov 2019, 12:14

Buongiorno a tutti!
questo è il mio primo Post e ringrazio anticipatamente tutti quelli che perderanno tempo a leggere e rispondere ai miei dubbi.

Volevo con voi fare un po' di chiarezza su dove, come e quando fare le prove elettriche per i quadri bordo macchina.
Partendo dal presupposto che le normative di riferimento sono due:
• EN 60204-1: Sicurezza del macchinario - Equipaggiamento elettrico delle macchine. Parte 1: Regole generali.
• EN 61439-1: Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri BT). Parte 1:
Regole generali.

Parlerei per ora solamente della EN60204-1 che al punto 18 richiede alcune prove, tra quelle obbligatorie abbiamo:
a) verifica che l’equipaggiamento elettrico sia conforme alla documentazione tecnica;
b) in caso di protezione contro i contatti indiretti mediante interruzione automatica, devono essere verificate le condizioni per la protezione mediante interruzione automatica conformemente a 18.2
f) prove funzionali.

Concentriamoci sulla lettera b) e consideriamo un impianto TN.
viene richiesta:
• prova 1 "verifica della continuità del circuito equipotenziale di protezione"
• prova 2 "Verifica dell’impedenza dell’anello di guasto e idoneità del corrispondente dispositivo di protezione contro le sovracorrenti"

Per la prova 1 non ho molti dubbi, questa viene svolta in sede del costruttore tramite misura.
l'unica cosa che mi turba è il valore limite della resistenza di ogni circuito equipotenziale da rispettare che non viene riportato... qui mi ha aiutato la EN60204-1 edizione 1998 (se non ricordo male), dove si riporta la seguente tabella (dovrei essere riuscito ad allegarla in fondo).
è possibile utilizzare quei valori di riferimento? anche se la norma EN60204-1 richiede la misura della resistenza di ogni circuito di protezione, la tabella mi fornisce la caduta di tensione (ma in caso basta calcolarla con il valore di tensione ottenuto R=V/I giusto?)

La prova 2 mi turba assai. Vengono richieste entrambe:.
1) verifica dell’impedenza dell’anello di guasto mediante:
– calcolo, oppure
– misura in conformità ad A.4, e
2) conferma che la regolazione e le caratteristiche del corrispondente dispositivo di protezione contro le
sovracorrenti siano conformi alle prescrizioni dell’Allegato A.

questa prova ( Prova 2) è necessario farla sempre?
per rispondere a questa domanda facciamo riferimento al punto 18.2.3 "applicazione dei metodi di prova per i sistemi TN".
dice che le prove necessarie per le macchine nelle diverse situazioni sono specificate nella Tabella 9.
guardando la tabella 9, considerando la lettera C, non riesco bene a inquadrare le macchie.

presupponendo che la prova 1 viene svolta tramite misura in sede del costruttore della macchina, quindi la verifica della continuità del circuito equipotenziale di protezione è verificata.
Per la parte "macchina con circuiti equipotenziali di protezione di lunghezza non superiore a quella del cavo per la quale sono forniti esempi di Tabella 10", guardando la tabella 10, si riporta "massima lunghezza del cavo in m da ogni dispositivo di protezione al suo carico".

cosa si intende?
è intesa la lunghezza del cavo tra il dispositivo di protezione (magnetotermico differenziale per esempio) e il carico?
In questo caso, se la macchina non è dotata di magnetotermico differenziale, ma solamente di fusibili?
è da considerare la distanza tra il magnetotermico differenziale previsto nel locale di installazione della macchina e il carico?


più che altro la misura dell'impedenza dell'anello di guasto serve a verificare il corretto intervento dei sistemi di protezione da contatti indiretti.
Lo scopo è quello di verificare che dopo un guasto a terra, la corrente sia sufficientemente elevata (quindi la resistenza dell'anello di guasto deve essere bassa) in modo da garantire sempre l'intervento del dispositivo di protezione magnetotermico.

ma se il quadro della macchina non dispone di magnetotermico? come in molte macchine utensili, la protezione tramite magnetotermico è demandata all'utilizzatore finale, mentre il quadro è protetto internamente dalle sovracorrenti tramite fusibili.

mi viene da dire allora che la prova 2) dovrebbe essere svolta nel locale di installazione, ma mi sembra molto molto strano.

non è possibile che ogni volta che viene acquistata una qualsiasi macchina, il costruttore di tale macchina deve uscire SEMPRE e svolgere le prove su ogni macchina venduta e in ogni locale di installazione.

sicuramente c'è quale mia interpretazione sbagliata.

Spero di non aver fatto troppa confusione e di essere stato chiaro.
Allegati
Continuità del circuito di protezione 1993.JPG
Avatar utente
Foto UtenteGiuseppe00
0 2
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 6 nov 2019, 9:54

0
voti

[2] Re: Prove elettriche EN 6020-1 (impedenza anello di guasto)

Messaggioda Foto UtenteGiuseppe00 » 12 nov 2019, 9:29

nessuno?
Avatar utente
Foto UtenteGiuseppe00
0 2
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 6 nov 2019, 9:54

0
voti

[3] Re: Prove elettriche EN 6020-1 (impedenza anello di guasto)

Messaggioda Foto UtenteMike » 12 nov 2019, 16:07

La verifica dell'impedenza dell'anello di guasto riguarda principalmente macchine di lunga estensione, mi vengono in mente i macchinari per la pasta che raggiungono anche i 100 metri di lunghezza. In quel caso nel collaudo dell'equipaggiamento elettrico si deve verificare il rispetto del coordinamento dell'impendenza dell'anello di guasto a fondo linea con la magnetica del relativo dispositivo di protezione. Se c'è il differenziale non serve fare questa verifica.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)


Torna a Direttiva Macchine

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti