Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Circuito di protezione

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[21] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 28 nov 2019, 1:15

Transistor da 400-500 V di Vce (che nel caso ritengo servano per stare tranquilli) non mi paiono però molto diffusi... :roll:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10292
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[22] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utentesetteali » 28 nov 2019, 1:23

la serie BU... in case TO220 o anche in T0247 sono abbondanti.
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.026 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3100
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[23] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 28 nov 2019, 1:27

:ok:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10292
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[24] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utenteedgar » 28 nov 2019, 1:32

In caso di guasto distruttivo come il cortocircuito del trasformatore penso si potrebbe usare un normale fusibile ritardato. Se fonde quello abbiamo sicuramente un problema :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.622 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2725
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[25] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utentesetteali » 28 nov 2019, 1:37

Sono pienamente d'accordo, è il circuito più semplice e risolutivo.
Ma l'OP va alla ricerca di un circuito che sia ripristinabile, anche se quello che ho proposto io al relay gli avrei fatto interrompere la rete con un sistema di autoritenuta, in modo che una volta scattato, non avesse più modo di ripristinarsi.
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.026 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3100
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[26] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 28 nov 2019, 1:41

Il failure valve sistem della Marshall a dispetto del nome roboante è un circuito semplice e funzionale p.es., un fusibile rapido in serie alla anodica al catodp di ogni finale con in parallelo un LED con resistore di limitazione; quando interviene sulla placca arriva solo il tubo è interdetto per via della limitatissima corrente del LED e il guasto è pure visibile...
Ultima modifica di Foto Utenteclaudiocedrone il 29 nov 2019, 0:18, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Corretto errore plateale...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10292
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[27] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto UtenteDamn87 » 28 nov 2019, 2:35

Dunque, cerco di rispondere alle vostre legittime osservazioni :)
L' amplificatore che ho costruito è già dotato di fusibili di sicurezza e non metto in dubbio che esistano soluzioni anche più semplici. Tuttavia questo progetto nasce dalla necessità di integrare una protezione direttamente nel circuito di bias. L'idea è di usare questo circuito (insieme al regolatore che ho postato all'inizio del topic) non solo (in via sperimentale) su un amplificatore discreto, ma anche su banco di prova per poter realizzare in sicurezza esperimenti con tubi diversi. Infine, a realizzare qualcosa di più semplice mi sarei divertito di meno :D Mi sto addentrando da poco tempo nel mondo dei transistor e degli integrati e quindi mi diverto come un matto a realizzare questi circuiti in cui diversi sistemi si interfacciano tra loro :D :D :D
Avatar utente
Foto UtenteDamn87
35 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 52
Iscritto il: 12 giu 2019, 1:57

0
voti

[28] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utentesetteali » 28 nov 2019, 9:35

più che giusto!
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.026 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3100
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

1
voti

[29] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 28 nov 2019, 10:02

. Potrebbe andare bene rimpiazzare la resistenza da 1M con una da 680k?

Si, anzi: se non metti la R3 da 47k, questa viene implicitamente sostituita dal P1 da 3kohm
a metà corsa, che è equivalente al parallelo delle due metà: (3k/2)/2 = 750 ohm.
Istersi = 12V * 750/680 k = 12 mV molto meno di quella da me proposta (quasi a caso).
La R3 da 47k rende l'isteresi meno dipendente dalla posizione del cursore del potenziometro.

Prova a vedere come si comporta il circuito senza isteresi, muovendo P1 attorno al punto di scatto.
Se il LED si accende in modo parziale e se il transistore scalda....

Riguardo al circuito di protezione proposta da setteali: lo metterei in serie al catodo della valvola, rimane sul lato a bassa tensione.

Poi non ho ancora capito se l'amplificatore è per frequenze audio in pushpull per varie decine di watt, o un amplificatore per alta frequenza per decametriche da centinaia di watt output. :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.409 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[30] Re: Circuito di protezione

Messaggioda Foto Utentesetteali » 28 nov 2019, 11:21

MarcoD ha scritto:.....Riguardo al circuito di protezione proposta da setteali: lo metterei in serie al catodo della valvola, rimane sul lato a bassa tensione.


Giustissimo Marco, è la strda perfetta, 73
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.026 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3100
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 27 ospiti