Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore da banco, di base

Apparecchi di misura: oscilloscopi, multimetri, analizzatori di rete ecc
1
voti

[61] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utentesetteali » 28 mar 2020, 21:57

chiedo il permesso di esporre la mia idea.
Anzichè usare un trimmer per tarare l'amperometro, potresti , con un filo sullo strumento andare a trovare sulle spire della resistenza di shunt, il punto preciso dove hai la centratura della taratura. In questo modo non hai più problemi di variazioni per problemi sul trimmer.
Ti metto anche lo schema sperando di essermi fatto capire.


P.S. hai scritto in [ 45 ] Ho travato sullo stampato un 150 mohm che però non è contrassegnato come 109 ma come 56...

Ma R56 è da 150kOhm !!!
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.675 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3467
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[62] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 29 mar 2020, 1:22

edgar ha scritto:Iniziamo:
per prima cosa devi rimuovere lo shunt cerchiato nella foto in [41].

Fatto
Col tester in funzione resistenza verifica a che punto si trova il cursore del trimmer.
Misuri la resistenza tra il cursore ed i due estremi del trimmer e regola per portarlo all'incirca a metà corsa. 5 kohm da entrambi i lati.

Fatto: 4,920 su un lato e 4,919 sull’altro.
Devi poi collegare il trimmer ed il voltmentro (amperometro) come in figura

Ok. Per comodità ho montato il trimmer su una basetta che rimarrà accanto allo strumento fuori dallo chassis
Fatto questo alimenti il voltmetro (amperometro) metti un carico all'alimentatore con in serie l'amperometro del tuo tester

Il mio multimetro, corretto?
metti a zero la tensione dell'alimentatore, accendi e incrementi un po' la tensione di uscita controllando la lettura dello strumentino.

Parliamo del nostro amperometro che stiamo tarando, giusto?
Si tratta di regolare il trimmer in modo da far indicare allo strumentino la stessa lettura del tester di riferimento.

Ok
Lo fai per aggiustamenti successivi fino ad arrivare alla corrente massima dell'alimentatore.

Vediamo se questa parte l’ho capita bene. Una volta che tarerò il trimmer di modo che le due letture siano uguali, non ho finito, giusto? Allora aumento il tensione per poter tirare su la corrente e mi troverò con la lettura dello strumentino sfasata rispetto al multimetro. E quindi ricomincio a regolare il trimmer per allineare le letture, poi aumento ancora tensione e corrente e così via finché non sarò arrivato ai 6A che può erogare l’ali con la lettura dei due strumenti identica... Ho capito bene?
Ribadisco la necessità di alimentare separatamente sia il voltmetro che l'amperometro se non si vogliono rischiare fumate.

Cioè devo alimentare con due alimentatori diversi l’amperometro ed il voltmetro esterni? Non posso alimentarli con lo stesso caricabatterie a 5 volt? Ce ne vogliono due?
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

0
voti

[63] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 29 mar 2020, 1:29

setteali ha scritto:chiedo il permesso di esporre la mia idea.
Anzichè usare un trimmer per tarare l'amperometro, potresti , con un filo sullo strumento andare a trovare sulle spire della resistenza di shunt, il punto preciso dove hai la centratura della taratura. In questo modo non hai più problemi di variazioni per problemi sul trimmer.
Ti metto anche lo schema sperando di essermi fatto capire.


P.S. hai scritto in [ 45 ] Ho travato sullo stampato un 150 mohm che però non è contrassegnato come 109 ma come 56...

Ma R56 è da 150kOhm !!!


Forse Edgar ha privilegiato questa soluzione perché ha capito che sono molto niubbo, quindi piuttosto che pasticciare con saldature sulle spire di un componente così particolare preferisce farmi rischiare con un componente da 2,50€!
Poi penso che metà delle spire del nostro sono sul suo lato nascosto e non ci voglio pensare di smontarlo, anche perché potrebbe essersi infragilito con gli anni.
Ogni soluzione è comunque ben accetta, grazie
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

1
voti

[64] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteedgar » 29 mar 2020, 8:44

Fabiano71 ha scritto: Il mio multimetro, corretto?

Corretto
Parliamo del nostro amperometro che stiamo tarando, giusto?

Si
Vediamo se questa parte l’ho capita bene. Una volta che tarerò il trimmer di modo che le due letture siano uguali, non ho finito, giusto?

Il trimmer a metà corsa è solo per metterci in una posizione comoda
Allora aumento la tensione per poter tirare su la corrente e mi troverò con la lettura dello strumentino sfasata rispetto al multimetro. E quindi ricomincio a regolare il trimmer per allineare le letture, poi aumento ancora tensione e corrente e così via finché non sarò arrivato ai 6A che può erogare l’ali con la lettura dei due strumenti identica... Ho capito bene?

Hai capito correttamente. Una volta fatta la prima regolazione vedrai che le successive - se necessarie - saranno probabilmente solo piccoli ritocchi.



Cioè devo alimentare con due alimentatori diversi l’amperometro ed il voltmetro esterni? Non posso alimentarli con lo stesso caricabatterie a 5 volt? Ce ne vogliono due?

Ci vogliono due alimentatori separati, tassativamente
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3158
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[65] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteedgar » 29 mar 2020, 8:49

Fabiano71 ha scritto:Forse Edgar ha privilegiato questa soluzione perché ha capito che sono molto niubbo, quindi piuttosto che pasticciare con saldature sulle spire di un componente così particolare preferisce farmi rischiare con un componente da 2,50€!

Non ci avevo nemmeno pensato ma Foto Utentesetteali è un vecchio volpone con un sacco di esperienza :ok: :ok:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3158
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[66] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 29 mar 2020, 9:21

edgar ha scritto:
Fabiano71 ha scritto:Forse Edgar ha privilegiato questa soluzione perché ha capito che sono molto niubbo, quindi piuttosto che pasticciare con saldature sulle spire di un componente così particolare preferisce farmi rischiare con un componente da 2,50€!

Non ci avevo nemmeno pensato ma Foto Utentesetteali è un vecchio volpone con un sacco di esperienza :ok: :ok:

Devo ammettere che è una soluzione brillante, lineare e pulita come piacciono a me, senza dubbio, ma non me la sento di saldare sulle spire del componente, in primis perché non voglio correre il rischio di comprometterlo in qualche modo, poi perché se la centratura si trova sul lato nascosto di una spira, il disassemblaggio è tutt’altro che agevole!! =;
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

0
voti

[67] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 29 mar 2020, 18:41

Allora, ho fatto diverse prove.
Diciamo che ci sono delle problematiche da affrontare.
La prima cosa che ho notato è stata questa: quando ho acceso tutto, con i potenziometri dell'alimentatore a zero il mio multimetro segnava un -0,002. Ho dovuto fare almeno mezzo giro per arrivare allo 0,000, ma mi pare che la lancetta dello strumento analogico si fosse già mosso anche se di poco. Però ho proceduto. Regolando il trimmer sono arrivato a questa situazione:
Immagine

Quindi a passi di 0,5A ho via via aggiustato le misure. Sono arrivato a questo:
Immagine
Un buon risultato. Ma poi sono tornato allo zero, e qui la sorpresa (ma neanche tanto):
Immagine
In pratica se faccio collimare le letture ad uno dei due estremi della scala lo strumentino accumula il massimo della differenza all'altro estremo. Quindi ho provato a centrare la lettura a metà scala, e la differenza la divide tra i due estremi, nell'ordine le foto di centro, fondo scala e zero:
Immagine
Immagine
Immagine

A me sembra che le variazioni non siano banali, anche se preferirei avere maggiore precisione da metà scala in giù che in su, però...
Altra cosa che ho notato è che, mentre il multimetro aggancia una lettura e la mantiene (al massimo varia di 0,001) il valore dello strumento è mooolto più ballerino e di un'ordine di grandezza superiore. Può dipendere dal fatto che il suo valore sia 10k e non 1k come avevi suggerito? Aggiungo che la sensibilità della vitina è eccessiva, nel senso che quasi solo appoggiando il cacciavite variava la lettura, e poi non è perfettamente lineare, ma piuttosto capricciosa.
Vorrei anche provare a cambiare componente visto che ne ho acquistato 3 (lo faccio sempre per scongiurare il pezzo fallato). Cosa ne dici? È un valore accettabile questo scostamento? La soluzione potrebbe essere la strada suggerita da Foto Utentesetteali?
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

0
voti

[68] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 29 mar 2020, 23:13

Fabiano71 ha scritto: ...Può dipendere dal fatto che il suo valore sia 10k e non 1k...

Prova a metterci in parallelo un resistore da 1,2 kΩ...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,6k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10977
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[69] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteedgar » 30 mar 2020, 9:05

E' probabile che 10 K sia un po' troppo alto.
Adesso che più o meno abbiamo una taratura, misura i due rami del potenziometro, così vediamo di che partitore abbiamo bisogno.
Lo strumento ha anche una funzione di azzeramento, vedremo se si può sfruttare
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3158
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[70] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 30 mar 2020, 9:12

È un tentativo che farò di sicuro, anche se ho paura che l’incertezza sia dovuta alla qualità dello strumento di misura e forse in parte all’approccio del problema. Forse come ha detto setteali la soluzione è un’altra, ma credo che il filo delle spire del resistore R9 sia smaltato, smalto che non mi va di grattare via...
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

PrecedenteProssimo

Torna a Strumentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti