Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore da banco, di base

Apparecchi di misura: oscilloscopi, multimetri, analizzatori di rete ecc
0
voti

[181] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 5 apr 2020, 23:07

Fabiano71 ha scritto: ...Poi claudiocedrone per alcuni consigli di sicurezza...

Acc... adesso mi tocca rileggere tutto il thread per vedere quali diamine sarebbero #-o
(quasi quasi meglio far finta di niente... )
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,6k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10977
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[182] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 5 apr 2020, 23:39

claudiocedrone ha scritto:
Fabiano71 ha scritto: ...Poi claudiocedrone per alcuni consigli di sicurezza...

Acc... adesso mi tocca rileggere tutto il thread per vedere quali diamine sarebbero #-o
(quasi quasi meglio far finta di niente... )

Beh, ad es nel post [85]
“ No, dato che è spento lascialo spento, anzi stacca proprio la spina (non si può mai sapere... ) e anche se è spento da tanto cortocircuita per qualche istante le boccole di uscita in modo da eliminare ogni possibile carica residua sui condensatori, poi ancora non contento misura la tensione tra le boccole per assicurarti che non ce ne sia più neanche un pochino (repetita iuvant... alla ohmetrica del multimetro) [...]”
E anche altre volte :ok:
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

0
voti

[183] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 5 apr 2020, 23:44

:ok:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,6k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10977
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[184] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utentesetteali » 6 apr 2020, 8:36

Ciao,
ti faccio i complimenti per il risultato ottenuto e la voglia di continuare per tutto questo tempo, anche se hai avuto bisogno di essere spinto, ma questo accade a tutti, io accantono il progetto e lo riprendo quando c'è più spinta .
Ora tenendo conto che io sono un " maledetto toscano ", ci sono due cose che non mi piacciono nella realizzazione, una è quella di mettere dei faston per attaccare e staccare i cavi , specialmente quelli dell'amperometro, non c'è modo di passarli anche forse prolungandoli un poco?
E l'altra è quella che io avrei tolto i due strumenti analogici, alloggiandoci al loro posto i due digitali.

Inoltre una cosa che ti fa merito , è che c'è stata si la voglia da parte tua di continuare e quindi hai dialogato continuamente, cosa che manca a molti! :ok: :ok:
Un merito a chi è intervenuto, perché qualsiasi intervento è utile per gli OP, certamente Foto Utenteedgar in primis.
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.675 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3467
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[185] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 6 apr 2020, 9:08

setteali ha scritto:Ciao,
ti faccio i complimenti per il risultato ottenuto e la voglia di continuare per tutto questo tempo, anche se hai avuto bisogno di essere spinto, ma questo accade a tutti, io accantono il progetto e lo riprendo quando c'è più spinta .

Ti ringrazio, io di testardaggine ne ho da vendere ;-)
Ora tenendo conto che io sono un " maledetto toscano ", ci sono due cose che non mi piacciono nella realizzazione, una è quella di mettere dei faston per attaccare e staccare i cavi , specialmente quelli dell'amperometro, non c'è modo di passarli anche forse prolungandoli un poco?

Sapevo che a qualcuno non sarebbe piaciuto! Posto che a questa cosa si può rimediare facilmente, l’idea era che se devo riaprire non devo stare a dissaldare... anche perché sul banco di lavoro c’è spazio solo per lui, il pannello superiore non saprei dove appoggiarlo.
E l'altra è quella che io avrei tolto i due strumenti analogici, alloggiandoci al loro posto i due digitali.

Qua invece si tratta di filosofia diversa: il mio obiettivo era di modificare il meno possibile il progetto originale, ma di affiancare ai due strumenti di bordo altri due più moderni e attuali. Quindi è l’approccio diverso :-)
Inoltre una cosa che ti fa merito , è che c'è stata si la voglia da parte tua di continuare e quindi hai dialogato continuamente, cosa che manca a molti! :ok: :ok:

A differenza dì qualcun altro non mi vergogno ad ammettere che sono ignorante in un campo o in un certo argomento, è il primo passo necessario per imparare. Qualche volta vieni ignorato, ma altre qualcuno ti prende per mano e ti accompagna nella realizzazione! È quel che è accaduto con voi. Sono anche sicuro che questo lungo tread sarà utile ad altri.
Un merito a chi è intervenuto, perché qualsiasi intervento è utile per gli OP, certamente Foto Utenteedgar in primis.

Non c’è dubbio. :ok:
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

0
voti

[186] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 6 apr 2020, 9:22

Questa è una richiesta un po' diversa, mi direte voi se c’è da aprire un nuovo argomento.
Dato che l’alimentatore manca di una protezione contro il corto ho visto che in rete ci sono diversi progetti, alcuni molto semplici, altri più arditi.
Quello più semplice utilizza un normale relè di uso automobilistico che apre il contatto appena avverte il corto. Chiaramente il tempo di intervento di un relè non sarà bassissimo ma per un lineare credo sia sufficiente. Mentre ho letto di altre apparecchiature che si chiamano crowbar ma penso che non abbiano lo scopo di proteggere l’alimentatore.
Come poroteggo adesso l’alimentatore da accidentali corti...e da me? :D
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

1
voti

[187] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteedgar » 6 apr 2020, 9:40

Fabiano71 ha scritto:Come proteggo adesso l’alimentatore da accidentali corti

Alimentatori di quella classe sono intrinsecamente protetti, perché in caso di cortocircuito la corrente che scorrerà sarà la massima che tu hai programmato con la relativa manopola. vai tranquillo.
In linea generale quando si usa un alimentatore regolabile V/I, è buona norma di sicurezza programmare una corrente massima di poco superiore a quella che assorbirà il circuito. Questo vale per circuiti con assorbimento poco variabile.
Se devi alimentare un amplificatore audio, dove la corrente può variare di molto, dovrai aumentare la corrente in previsione dei picchi di segnale.

Esistono circuiti di limitazione di tipo foldback, che in caso di sovraccarico limitano la corrente ad un valore più basso di quello programmato, ma l'alimentatore deve nascere fatto in quel modo.

Se ti vuoi cimentare in un secondo alimentatore a componenti discreti, a pagina 91 di questo vecchio manuale ITT c'è il progetto di un alimentatore con limitazione di corrente selezionabile rettangolare/foldback

Nessuno dei miei numerosi alimentatori ha una protezione al cortocircuito, basta la limitazione di corrente :ok:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3158
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[188] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 6 apr 2020, 10:03

Ok molto chiaro come sempre. Quindi un corto accidentale di qualche secondo con i puntali per mal destrezza non sarà fatale al l’alimentatore?
Un’altra domanda: visto che a vuoto si può regolare solamente V, come posso, senza un carico regolare I preventivamente, cioè senza prima collegare il circuito da alimentare?

Non citare inutilmente...
Ultima modifica di Foto Utenteclaudiocedrone il 6 apr 2020, 23:07, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Rimossa inutile citazione integrale del post immediatamente precedente.
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

1
voti

[189] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto Utenteedgar » 6 apr 2020, 10:05

No, anche perché l'alimentatore ha un preregolatore che limita la dissipazione dei transistor serie.
Staremmo freschi se un alimentatore da banco non sopportasse il cortocircuito
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3158
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[190] Re: Alimentatore da banco, di base

Messaggioda Foto UtenteFabiano71 » 7 apr 2020, 8:06

Ciao, una domanda. Senza carico si può regolare preventivamente solo V, ma c’è modo di regolare la corrente prima di attaccare un circuito? In qualche video ho visto che con gli alimentatori switch vengono messe in corto le uscite, ma dubito fortemente che sia una buona idea farlo con un alimentatore lineare.
Avatar utente
Foto UtenteFabiano71
40 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 3 lug 2018, 15:04

PrecedenteProssimo

Torna a Strumentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti