Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

caduta di tensione industriale percentuale

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[11] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 31 dic 2019, 19:24

La c.d.t. percentuale e' riferita alla tensione di esercizio in arrivo.
Ti ho indicato due link. Hai letto quelle pagine?
Non devi arenarti sulle formule. Sei un ingegnere o sbaglio? :evil:



Quello e' un testo di scuola superiore. Dopo aver studiato su quel testo, lo studente deve essere in grado di svolgere esercizi di questo tipo:

Introduzione_al_dimensionamento_dei_cavi

Tu hai un manuale che ti indica una c.d.t. massima percentuale del 3%. Qual e' la tensione di riferimento? Quella nominale...
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,3k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[12] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 31 dic 2019, 19:26

Foto Utenteadmin e' sicuramente più preparato di me... ;-)
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,3k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[13] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto Utenteantonio07 » 31 dic 2019, 19:33

grazie, nel caso del trasformatore cambia qualcosa per la caduta di tensione da vuoto a carico? mi pare che in tal caso vedo ovunque al denominatore la V20 ovvero la E2.

grazie
Avatar utente
Foto Utenteantonio07
38 1 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 8 nov 2007, 1:51

0
voti

[14] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto Utenteantonio07 » 31 dic 2019, 19:34

EdmondDantes ha scritto:Foto Utenteadmin e' sicuramente più preparato di me... ;-)


qui nessuno è tuttologo, anche le cose più banali e che si credono scontate meritano attenzione
Avatar utente
Foto Utenteantonio07
38 1 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 8 nov 2007, 1:51

0
voti

[15] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 31 dic 2019, 19:43

Una domanda.
Che corso di laurea hai seguito?
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,3k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[16] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto Utenteantonio07 » 31 dic 2019, 19:47

ti rispondo in privato
Avatar utente
Foto Utenteantonio07
38 1 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 8 nov 2007, 1:51

2
voti

[17] Re: caduta di tensione industriale percentuale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 31 dic 2019, 20:03

La questione relativa al trasformatore e' più delicata.
Prima di tutto quella che viene indicata comunemente come c.d.t. dovrebbe essere definita come variazione di tensione (da vuoto a carico) con segno.
La relazione si riferisce alla \text{V}_{2N}, cioe' alla tensione nominale a vuoto che coincide con la f.e.m. a vuoto del trasformatore.
E' una sottigliezza, ma fondamentale per comprendere al meglio i concetti che si incontrano durate lo studio della macchina.
Infatti a carico, oltre a variare la \text{V}_{2}, varia anche la f.e.m. secondaria. Questa precisazione e' fondamentale per comprendere i diagrammi di Kapp della macchina, macchina ideale e non ideale.

Comunque, fatta questa precisazione, la variazione di tensione del trasformatore (al secondario, ad esempio) e' sempre riferita alla sua tensione secondaria nominale (cioe' una f.e.m.).
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,3k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

Precedente

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti