Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Generatore asincrono e potenza reattiva

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentemario_maggi, Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro

0
voti

[1] Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteFraD » 6 gen 2020, 20:34

Salve,
Leggo spesso in giro che la asincrona come generatore non è in grado di erogare potenza reattiva. Questo significa che può alimentare solo carichi puramente resistivi ?
Avatar utente
Foto UtenteFraD
5 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 22 mag 2019, 16:50

1
voti

[2] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 6 gen 2020, 21:52

No.

Leggi questo articolo di Foto Utenteadmin e le domande-risposte dei due link riportati alla fine.
Uno dei link e' questo. Lo evidenzio in quanto e' importante che tu legga anche l'ultimo commento di Foto Utenteadmin.

In quale corso di laurea sei iscritto e che materia stai seguendo?

P.S.
Ho corretto il tuo titolo.
La prossima volta usa un titolo, si' conciso, ma esplicativo. "Asincrona" significa tutto e non significa niente.
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,2k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3065
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[3] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteFraD » 7 gen 2020, 13:48

Grazie per la risposta. Sono iscritto ad ingegneria elettrica, sto seguendo il corso di macchine elettriche.
Quindi con "non è in grado di erogare potenza reattiva" si intende che, da sola, non può erogare quella necessaria per magnetizzarsi; perciò sono necessari dei condensatori o la connessione alla rete.
Una volta che grazie alla rete o condensatori si è magnetizzata, può finalmente funzionare da generatore ed erogare anche potenza reattiva. Quindi, può alimentare anche carichi ohmico induttivi. È giusto quello che ho detto ?
Avatar utente
Foto UtenteFraD
5 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 22 mag 2019, 16:50

1
voti

[4] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 7 gen 2020, 14:32

No.
La potenza reattiva richiesta dai carichi e' fornita dalla rete o dai banchi di condensatori opportunamente dimensionati (che devono fornire sia quella magnetizzante richiesta dalla macchina sia quella dei carichi).
Questo e' uno degli svantaggi della macchina asincrona funzionante da generatore. Ti renderai conto che non può nemmeno intervenire nei servizi di regolazione della rete.
Questi problemi sono parzialmente risolti con il generatore asincrono a doppia alimentazione, ma tale trattazione esula da un normale programma di macchine elettriche (e' necessario conoscere un po' di elettronica di potenza).
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,2k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3065
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

1
voti

[5] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteFraD » 7 gen 2020, 16:16

Grazie mille, finalmente inizio ad avere le idee più chiare!
Quindi un generatore asincrono in isola può alimentare carichi ohmico induttivi solo se collegato a dei condensatori, i quali saranno loro a fornire la potenza reattiva necessaria al generatore stesso e ai carichi...giusto?
Non vorrei fare confusione, ma gli impianti eolici producono energia elettrica tramite generatori asincroni: nel caso fossero in isola, come potrebbero quindi alimentare dei carichi ? Sono percaso degli asincroni a doppia alimentazione? Oppure basterebbe inserire un banco di condensatori di capacità opportuna?
Avatar utente
Foto UtenteFraD
5 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 22 mag 2019, 16:50

1
voti

[6] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 7 gen 2020, 19:47

FraD ha scritto:Quindi un generatore asincrono in isola può alimentare carichi ohmico induttivi solo se collegato a dei condensatori, i quali saranno loro a fornire la potenza reattiva necessaria al generatore stesso e ai carichi...giusto?


Si', serve un banco di condensatori affinché si possa fornire la potenza reattiva necessaria (generatore asincrono+carichi).

FraD ha scritto:ma gli impianti eolici producono energia elettrica tramite generatori asincroni: nel caso fossero in isola, come potrebbero quindi alimentare dei carichi ? Sono percaso degli asincroni a doppia alimentazione? Oppure basterebbe inserire un banco di condensatori di capacità opportuna?

Ovviamente esistono diverse tecnologie che variano al variare dell'applicazione, costi, scopi, potenza in gioco, velocità fissa o variabile e cosi' via. Non esiste una risposta univoca alla tua domanda.

Si può pensare anche ad un banco di condensatori, a generatori con doppia alimentazione (non utilizzabile se l'impianto e' in isola), oppure macchine asincrone totalmente disaccoppiate dalla rete, ma in tal caso il convertitore (raddrizzatore + invertitore) sarà molto più grande e costoso rispetto a quello utilizzato nella macchina a doppia alimentazione classica. In questo caso il convertitore fornirà anche la potenza reattiva necessaria.
Ogni soluzione ha i propri vantaggi e svantaggi.

Ti consiglio di studiare e concentrarti sulla materia; questi argomenti probabilmente saranno affrontati a fine corso o in azionamenti elettrici.
In questo momento deve essere chiaro una cosa: la macchina asincrona, utilizzata come generatore, ha diversi vantaggi (primo fra tutti la manutenzione ridotta e il più elevato rendimento), ma ha bisogno di un sistema esterno che fornisca la potenza reattiva.
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,2k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3065
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[7] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteFraD » 7 gen 2020, 23:27

:ok:
Apprezzo il consiglio!
Avatar utente
Foto UtenteFraD
5 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 22 mag 2019, 16:50

0
voti

[8] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto Utenteeddy » 8 gen 2020, 15:33

edmonddantes,
per generatori asincroni a doppia alimentazione ti riferisci ai genratori asincroni con rotore avvolto??
Avatar utente
Foto Utenteeddy
945 2 4 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 set 2006, 21:39

0
voti

[9] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 8 gen 2020, 18:11

E' una macchina a rotore avvolto alimentata sia dallo statore sia dal rotore.
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
10,2k 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3065
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[10] Re: Generatore asincrono e potenza reattiva

Messaggioda Foto Utenteeddy » 9 gen 2020, 11:59

:ok:
Avatar utente
Foto Utenteeddy
945 2 4 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 set 2006, 21:39

Prossimo

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti