Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore amplificatore audio

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[1] Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 21 gen 2020, 0:26

Ma quanto mi piace questa sezione!
Sono alle prese con un alimentatore di un amplificatore audio a 12 V.
L'alimentatore in questione è formato da un trafo, un ponte raddrizzatore ed un elettrolitico, tutto qui!
Il secondario mi da una tensione di poco meno di 14 V a vuoto.
Quello che non capisco è come mai dopo il raddrizzatore ed il condensatore mi ritrovo con solo 16 V.
Ho provato a sostituire l'elettrolitico, 10.000 microF ed il ponte ma non ho ottenuto nessun risultato.
Mi era venuto il dubbio che il mio multimetro, un Fluke, stesse dando i numeri ma con un altro tester ritrovo i medesimi valori.
L'alimentatore va far funzionare dei Gain Clone che ammettono una tensione massima di 18 V.
In condizioni normali ritrovo un leggero, ma fastidioso, ronzio sui diffusori.
La qual cosa non avviene se prendo come sorgente esterna una tensione stabilizzata.
Che faccio?
Stabilizzo, se si può, con il trafo originale a 12 V rinunciando così a qualche Watt di potenza in uscita o cambio sistema di alimentazione?
Anche a 12 V tutto l'impianto audio è più che sufficiente per il lavoro che deve fare...
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
9.758 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5389
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[2] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 21 gen 2020, 2:27

Non sono esperto di "gain clone" ma se ammettono l'alimentazione non stabilizzata il ronzio può dipendere da insufficiente reiezione al ripple/problemi di layout ...
abusivo ha scritto: ...Quello che non capisco è come mai dopo il raddrizzatore ed il condensatore mi ritrovo con solo 16 V...

da quanti VA è il trafo? Per curiosità, potresti provare a "dimezzare" il livellamento (metterci che so, 4700 uF) e vedere se ottieni una tensione diversa? Ciò ammesso che i 16 volt li misuri a vuoto, cosa che non hai specificato.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,1k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10473
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[3] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utentelino9999 » 21 gen 2020, 3:49

Sicuramente i 16 volt li misuri sotto carico.
Altrimenti a vuoto, anche con un condensatore da 100 micro
otterresti 14 per radical 2, circa 19,5 volt.
E siccome non é stabilizzato è presente anche il ronzio.
Devi stabilizzare la tensione a 12 volt, e sparisce il ronzio
Ciao
Avatar utente
Foto Utentelino9999
15 2
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 19 dic 2019, 16:17

0
voti

[4] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 21 gen 2020, 8:49

claudiocedrone ha scritto:...da quanti VA è il trafo?...

E' grande, ad occhio potrebbe essere 80 VA, più che sufficiente per lo scopo a cui è destinato.
claudiocedrone ha scritto:...Per curiosità, potresti provare a "dimezzare" il livellamento (metterci che so, 4700 uF)...

Fatto!
Ho pensato anche che gli elettrolitici che avevo a disposizione (nuovi) non erano efficienti e li ho controllati anche con ESR tester, non cambia nulla.
lino9999 ha scritto:...Altrimenti a vuoto, anche con un condensatore da 100 micro
otterresti 14 per radical 2, circa 19,5 volt...

Ma è proprio questo che non mi spiego!
lino9999 ha scritto:...Devi stabilizzare la tensione a 12 volt, e sparisce il ronzio...

Di fatto, provando un alimentatore esterno stabilizzato il problema sparisce!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
9.758 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5389
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[5] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 21 gen 2020, 9:26

Sicuramente i 16 volt li misuri sotto carico.
Altrimenti a vuoto, anche con un condensatore da 100 micro
otterresti 14 per radical 2, circa 19,5 volt.
Giusto.
Ma se consideri anche solo un piccolo carico dovresti sottrarre la caduta nei diodi
di circa 2 x 0,7 = 1,4 V.

Secondo me. la bassa tensione potrebbe essere creata da un diodo in cortocircuito del ponte, oppure un diodo aperto, prova a controllarli.. O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.651 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2794
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[6] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 21 gen 2020, 20:50

MarcoD ha scritto:Secondo me...

Controllato ed anche sostituito ma nessuna variazione!
A questo punto avendo sostituito tutto comincio a dubitare del trasformatore.
Unico elemento rimasto sempre in tutte le prove.
Sui dati di targa c'è scritto che il secondario dovrebbe avere una tensione ai capi di 14,5 V ma ne ritrovo poco più di 13,5.
Boh, questa cosa mi sta facendo impazzire ...
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
9.758 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5389
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[7] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utentelino9999 » 21 gen 2020, 21:20

abusivo ha scritto:
MarcoD ha scritto:Secondo me...

Sui dati di targa c'è scritto che il secondario dovrebbe avere una tensione ai capi di 14,5 V ma ne ritrovo poco più di 13,5.
Boh, questa cosa mi sta facendo impazzire ...

Due sono i casi, hai alcune spire del secondario in corto o in ingresso hai meno di 220 volt..
Nel primo caso dovrebbe scaldare anche a vuoto...
Oppure il pacco lamellare non è serrato bene, e sono presenti dei traferri e
in questo caso scalderebbe il primario, sempre a vuoto, difficile però.
Ultima modifica di Foto Utentelino9999 il 21 gen 2020, 21:26, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentelino9999
15 2
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 19 dic 2019, 16:17

0
voti

[8] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 21 gen 2020, 21:24

lino9999 ha scritto:...dovrebbe scaldare anche a vuoto...

A dire il vero a vuoto diventa tiepido ma non ci ho dato molto peso.
Comunque rimane il fatto che una volta raddrizzata la tensione e con la presenza di un elettroliticon il risultato finale è più basso di ciò che ci si aspetta!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
9.758 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5389
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[9] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utentelino9999 » 21 gen 2020, 21:35

Ho dimenticato che il ponte ti fa perdere 1,4 volt, 0,7 per diodo, e siccome funzionano alternativamente sempre 2 per volta perdi come detto 1,4 volt.
Avatar utente
Foto Utentelino9999
15 2
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 19 dic 2019, 16:17

0
voti

[10] Re: Alimentatore amplificatore audio

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 22 gen 2020, 1:57

lino9999 ha scritto: ...il ponte ti fa perdere 1,4 volt, 0,7 per diodo...

Circa e a vuoto, sotto carico la caduta aumenta infatti io i conti spannometrici li faccio considerando 2 V di caduta... comunque Foto Utenteabusivo non è uno sprovveduto e queste cose le sa ;-) ;
piuttosto farei un po' di ordine: separiamo il problema del ronzio da quello della tensione.
Ronzio: mi pare di capire (dovrei vedere lo schema ma...) che il Gain clone essendo ad alimentazione singola la richieda stabilizzata non tanto per stabilizzare la tensione ma per minimizzare il ripple residuo... sbaglio?

Tensione: @Foto UtenteMarcoD, il ponte lo ha sostituito quindi il problema non dovrebbe risiedere in un diodo guasto, almeno, due ponti raddrizzatori col medesimo problema la vedo improbabile (diverso per i ponti stradali ma... è un'altra questione :mrgreen: ); la mia richiesta di provare a dimezzare il livellamento era per una prova ignorante, ovvero, dato che 10000 uF mi sembrano un po' tanti l'idea balzana è che potessero caricare troppo il trasformatore ma ora sapendolo da 80 VA direi chel'ipotesi fosse più che balzana :lol: .

Foto Utenteabusivo, dato che disponi di un Fluke e che immagino l'alternata possa misurarla in true-RMS, lascia perdere i dati di targa e misura la tensione di rete al primario, la tensione al secondario e quella in continua al livellamento sia a vuoto che sotto carico; per carico usa pure i gain clone col brano che preferisci e i volumi a palla (mi raccomando cuffie o tappi antirumore... per non sentire il ronzìo :mrgreen: ); poi coi dati certi in mano si potrà ragionare seriamente. O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,1k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10473
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

Prossimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti