Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Fulmini su GRU

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[21] Re: Fulmini su GRU

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 9 feb 2020, 12:14

fpalone ha scritto:critica (ripeto, che in parte condivido) relativa ad un quadro normativo che sembra dare sufficiente spazio al progettista per farsi tornare il numero che vuole.


I problemi che abbiamo evidenziato 5 anni fa non sono più stati chiariti.
https://www.electroyou.it/forum/viewtopic.php?f=3&t=59423
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.938 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2323
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[22] Re: Fulmini su GRU

Messaggioda Foto Utentelillo » 9 feb 2020, 18:51

come al solito gli interventi di Foto Utentefpalone arricchiscono una discussione più di quanto meriti.
i sistemi LLS hanno di certo affinato la rilevazione, discriminando l'Ng dal Td (numero di giornate temporalesche), e per lo meno ci siamo tolti il problema dei fulmini nube-nube.
attualmente se non erro sensori utilizzati per il rilevamento sono questi:
http://www.eurelettronicaicas.com/prodo ... ls7002_120
ma qualcuno mi corregga se sbaglio, o ha informazioni più aggiornate.
da quel po' che so sull'argomento il sistema è diventato sempre più fine, ma ciò non toglie l'incoerenza rilevata dai dati forniti dai vari database.
fpalone ha scritto:Quello di cui, come tecnici, dobbiamo essere consapevoli è la confidenza, relativamente bassa, che si ha sul valore calcolato.

questo in fondo racchiude il mio pensiero.
ma attraverso diversi confronti con tecnici decisamente più datati di me, questa consapevolezza è disillusa.
c'è chi è convinto che l'Ng sia un dato normativo, e che la sua applicazione sia sinonimo di cautela normativa in caso di dolo.
come squisitamente illustrato da fpalone, i dati di input sono ben altri oltre l'Ng.
dal rischio incendio, all'area di raccolta, e non sottovalutiamo la rete di trasmissione dati.
a questo si aggiunge la deprimente convinzione che usare un software permetta a chiunque di eseguire una valutazione.
come mi ha insegnato Foto UtenteIsidoroKZ una decade fa, per usare correttamente un simulatore, devi saperne più di lui.
in quanti hanno letto la serie delle CEI EN 62305? in pochi. pochissimi.
è come chiedere agli innumerevoli certificatori di prestazione energetica se hanno letto mai letto le UNI/TS 11300.
il mio messaggio privo stavolta di nota polemica è l'invito, soprattutto ai più giovani (me compreso, visto che mi ritengo ancora tale :cool: ), di avere più coscienza di quello che fanno, di utilizzare i software come mezzo e non come fine, e non smettere mai di avere senso critico sui risultati ottenuti.
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,4k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3496
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 25 ospiti