Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Soluzione per produzione circuito stampato

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds

0
voti

[1] Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto UtenteULDENEIL » 12 feb 2020, 22:09

Ciao a voi tutti, qualcuno di voi ha mai usato come soluzione per PCB acido muriatico + acqua ossigenata 130 volumi?
Potreste spiegarmi il procedimento e le percentuali?
Grazie
Avatar utente
Foto UtenteULDENEIL
10 2
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 14 nov 2019, 15:59

0
voti

[2] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 12 feb 2020, 22:48

Ma perché complicarsi la vita!?!?
Oppure vuoi fare un esperimento scientifico?
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
9.758 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5390
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

3
voti

[3] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utenteboiler » 13 feb 2020, 0:35

I due reagenti agiscono indipendentemente l'uno dall'altro, quindi la proporzione è irrilevante. Di solito sono ambedue presenti in largo eccesso. Comincia con l'acido muriatico, che nella versione commerciale è fortemente diluito e versane a sufficienza per coprire lo stampato. Poi aggiungi un po' (diciamo un quarto del volume di HCl) di acqua ossigenata.

Quest'ultima ossida il rame, rendendolo scuro e l'acido attacca questo ossido sciogliendolo nella soluzione.
Se la reazione rallenta e il rame smette di diventare scuro, aggiungi acqua ossigenata, se diventa scuro ma non si scioglie, aggiungi acido.

Attenzione 1: l'acido muriatico è molto volatile, tende a disperdersi nell'ambiente in cui lavori (cucina, garage...) e fa arrugginire tutto! E con tutto intendo anche l'acciaio inossidabile (a meno che tu non abbia tutto in AISI 316, 904L, Sanicro 28 o roba simile... ne dubito).

Attenzione 2: la soluzione che resta contiene cloruro di rame, che va considerato rifiuto speciale e smaltito come tale.

Quindi mi chiedo anch'io perché vuoi complicarti la vita quando viviamo in un'era nella quale farsi fare i PCB in modo professionale e pulito costa meno che farseli a casa.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
15,7k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2705
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[4] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 13 feb 2020, 0:39

boiler ha scritto:I due reagenti agiscono...

Però interessante...
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
9.758 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5390
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[5] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 13 feb 2020, 1:50

boiler ha scritto: ...l'acido muriatico è molto volatile, tende a disperdersi nell'ambiente in cui lavori (cucina, garage...) e fa arrugginire tutto! E con tutto intendo anche l'acciaio inossidabile...

E tutto l'inox domestico va tenuto al riparo dal cloro (come riportato in tutti i relativi manuali di istruzioni) quindi niente varechina (soluzione di ipoclorito di sodio) né acido muriatico (soluzione di acido cloridrico) che appunto rilasciano cloro gassoso per semplice evaporazione (soprattutto l'acido).
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,1k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10473
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[6] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 13 feb 2020, 9:35

ma perché non comprarsi soluzione gia pronta? Quantomeno non è così volatile e pericolosa.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.319 3 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2662
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[7] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 13 feb 2020, 9:36

boiler ha scritto:AISI 316, 904L, Sanicro 28

(:OO:)
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
78,5k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9717
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[8] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 13 feb 2020, 9:55

ULDENEIL ha scritto:acqua ossigenata 130 volumi?

Aggiungo solo una cosa all’ottimo intervento di boiler.

L’acqua ossigenata a 130 volumi è davvero pericolosa.
In caso di contatto cutaneo anche minimo proverai una sensazione pungente poi avrai lo sbiancamento della cute e infine vesciche ed ustioni molto dolorose.
In caso di contatto con gli occhi si producono gravi irritazioni e si possono avere ulcerazioni della cornea con conseguente cecità.
Inalarne i vapori può causare infiammazione del cavo orofaringeo e anche edema polmonare (se lavori in ambiente chiuso)
Puo' provocare l' accensione di materie combustibili, soprattutto materie grasse, oli, legno... (fai attenzione che non ti cada sul bancone dove lavori, a meno che tu non abbia un bancone certificato per l’uso di prodotti chimici)

Insomma, mi unisco al coro. Per pochi euro ti arriva a casa lo stampato pronto e, se non lo conosci, puoi utilizzare più proficuamente il tuo tempo imparando ad usare un CAD per il disegno elettronico e la produzione dei relativi file Gerber.

Ciao
Pietro
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
78,5k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9717
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[9] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utentesetteali » 13 feb 2020, 10:11

In effetti la soluzione per i PCB è di farseli fare in Cina, il costo è veramente irrisorio e quindi ti consiglio di tenerlo presente.
Nonostante tutto fare il prototipo per vedere la disposizione dei componenti montati e provare dal vivo il circuito lo ritengo utile, poi se è un circuito che ti piace avere anche realizzato nel migliore dei modi lo ordini in cina, oggi anche i componenti non costano un gran chè all'infuori di alcuni specifi.

Io uso fare così e uso la tecnica del ferro da stiro e dell'acido cloridrico ( muriatico ) e qui mi discosto un po' da come ti ha suggerito @boiler.
Primo accorgimento essere all'aria aperta, come suggerito per le ossidazioni e per la nocività dei vapori.
Secondo accorgimento mai mettere prima gli acidi e dopo l'acqua, " usa il detto di non annacquare l'acido ".
Terzo accorgimento è quello di sapere Acqua ossigenata e acido da soli sono troppo aggressivi e sviluppano troppo calore sollevando il film di toner.
Quarto, fare la prova di corrosione con un pezzetto di vetronite di scarto.
Quindi usare una bacinella molto più larga della PCB mettere acqua naturale a raddoppiare lo spessore della PCB e anche oltre aggiungere 1/5 di acido ( agitare ) aggiungere un poco di acqua ossigenata 130° e vedere se inizia la reazione, se è lenta aggiungi un pochino di acqua ossigenata e un po' di acido se ancora non reagisce.
Se facendo questi tentativi arrivassi ad avere una reazione troppo veloce, è sufficiente aggiungere acqua naturale.
Considera che dovrebbe impiegare non meno di 3 ÷ 5 minuti per una PCB di 5 cm X 10cm circa.

E non stare con il capo sopra la bacinella se non hai una corrente d'aria che ti toglie i vapori, sul serio è NOCIVO, usare sempre i guanti e occhiali o protezione antischizzi e non schizzare sui vestiti.

Buon lavoro, non è difficile, devi essere padrone della situazione!
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.330 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3241
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[10] Re: Soluzione per produzione circuito stampato

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 13 feb 2020, 10:32

Io suggerisco di usare il persolfato di sodio : è una polvere che si diluisce in acqua ed è economica, non è pericolosa e si può gestire l'incisione del PCB tranquillamente in casa.
Si trova sulla baia a una decina di euro a confezione.
Quando hai fatto la soluzione l'incisione del PCB è molto comodo farla nelle vaschette verticali (plexiglass) con un riscaldatore per acquari e un gorgogliatore (pompetta elettrica a membrana) sempre per acquari.
Il riscaldatore porta la temperatura del bagno d'incisione intorno a 35/40 °C ed il gorgogliatore serve per accelerare ed uniformare il processo d'incisione su tutta la piastra.
Esistono soluzioni complete su RS o similari ma sono carucce.........se usi il fai-da-te risparmi assai.
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.717 1 7 11
Master
Master
 
Messaggi: 380
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher, MSN [Bot] e 29 ospiti