Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

amplificatori a valvole: impedenza di carico

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtentePaolino

0
voti

[1] amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 23 feb 2020, 18:25

Salve a tutti, oggi vi chiedo una cosa che dimostra la ma totale ignoranza sulle valvole: gli amplificatori di potenza hanno un trasformatore d'uscita con il secondario con varie prese intermedie per adattare al meglio il carico con lo stadio finale, di solito 4Ω, 8Ω e 16Ω. Cosa succede se collego un carico con impedenza maggiore, ad esempio 30Ω sull'uscita da 8Ω? Ho sentito varie versioni, dal rischio di autooscillazione al guasto.

Secondo me non succede un bel niente, perché la polarizzazione delle valvole finali dipende casomai dalla resistenza in CC dell'avvolgimento primario, se collego un carico con impedenza maggiore, lo stadio finale vedrà un'impedenza di carico dinamica più alta e non potremo sfruttare al massimo la potenza disponibile (circa come succede con gli ampli a transistor, e nel mio caso non è un problema), ma non vedo perché dovrebbe guastarsi.
C'è qualcuno esperto di elettronica valvolare che mi potrebbe illuminare?
Mi riferisco in particolare agli amplificatori da chitarra

Grazie
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.197 2 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1496
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[2] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 23 feb 2020, 18:39

Non so darti una risposta precisa, la penso come te.
Visto che la richiesta era specifica:
SediciAmpere ha scritto:...Mi riferisco in particolare agli amplificatori da chitarra

chissà se evocando Foto Utenteclaudiocedrone riusciamo a venirne a capo!?!?
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
10,2k 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5753
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[3] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 23 feb 2020, 23:49

:-) Sarebbe meglio chiedere a Foto UtenteKagliostro o Foto UtenteBrunoValente o magari anche a Foto Utentemario_maggi p. es. comunque anche a mio parere non dovrebbe accadere nulla di male; ciò che va evitato è di lasciare l'ampli senza carico, in tal caso sì ci sarebbe serio rischio di guasto causa le extratensioni che verrebbero a generarsi sul primario del trasformatore ma 30 ohm non equivalgono certo a resistenza infinita; inoltre le impedenze nominali sono sempre riferite a un preciso valore di frequenza (1000 Hz se non erro) quindi l'impedenza del carico (speaker) non è costante ma varia in funzione della frequenza conseguentemente alla corrispondente variazione della reattanza induttiva della bobina mobile...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,3k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10663
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[4] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 24 feb 2020, 12:46

Potresti fare una cosa; procurarti le caratteristiche di un extended-range da 8 ohm (Celestion magari) tipico per gli ampli da chitarra e vedere se e per quale frequenza la sua impedenza sale al valore di 30 ohm...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,3k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10663
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[5] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 24 feb 2020, 13:40

Credo dipenda molto da come è fatto l'amplificatore: se è ben controreazionato non dovrebbe succedere nulla, invece se non lo è allora la tensione di segnale in uscita dovrebbe aumentare in proporzione all'aumento dell'impedenza di carico rispetto al valore nominale ma oltre un certo valore entrano in ballo le perdite del trasformatore, l'impedenza di uscita della (o delle) valvole finali ecc... quindi le cose potrebbero andare in modo diverso a seconda di come è fatto l'amplificatore, nei casi più sfortunati la sovratensione di segnale sugli anodi forse potrebbe danneggiare le valvole.

Conviene verificare con l'oscilloscopio cosa succede al segnale sugli anodi per capire se l'ampiezza diventa eccessiva rispetto ai valori massimi che le valvole possono sopportare.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,8k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6381
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[6] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 24 feb 2020, 15:41

Grazie per il chiarimento
C'è un valore di impedenza massima che si può applicare senza pericolo? 16 ohm?
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.197 2 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1496
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[7] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 24 feb 2020, 15:43

claudiocedrone ha scritto:Potresti fare una cosa; procurarti le caratteristiche di un extended-range da 8 ohm (Celestion magari) ..

Ho un catalogo della Jensen a casa, stasera guardo se raggiungono i 30 ohm
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.197 2 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1496
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[8] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 24 feb 2020, 17:05

Comunque ho un finale a valvole trovato nel RAEE che ho trattato sempre malissimo ed è sempre li che funziona.
Lo uso per fare dei test ed a volte rimane ore acceso senza ne carico ne pilotaggio.
Non sapevo che poteva avere delle patologie in tal senso.
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
10,2k 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 5753
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[9] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 24 feb 2020, 23:27

SediciAmpere ha scritto:C'è un valore di impedenza massima che si può applicare senza pericolo? 16 ohm?

Non c'è una regola, come ho detto dipende da come è fatto, conviene verificare con l'oscilloscopio nelle condizioni di carico di valore maggiorato e massimo segnale di ingresso.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,8k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6381
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

1
voti

[10] Re: amplificatori a valvole: impedenza di carico

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 24 feb 2020, 23:29

abusivo ha scritto:Comunque ho un finale a valvole trovato nel RAEE che ho trattato sempre malissimo ed è sempre li che funziona.
Lo uso per fare dei test ed a volte rimane ore acceso senza ne carico ne pilotaggio.
Non sapevo che poteva avere delle patologie in tal senso.

I problemi potrebbero verificarsi quando è senza carico ma solo se pilotato a tutta birra.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,8k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6381
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

Prossimo

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 30 ospiti