Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[11] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto UtenteGingerale » 2 mar 2020, 22:41

Lo schema si riferiva al secondario, il dubbio sul condensatore è nel primario.
Lo schema del primario è incasinato nel mezzo, non riesco a disegnarlo.
Queste sono le foto:
sopra-pan20b.jpg
PNLV233CE sopra
sopra-pan20b.jpg (54.27 KiB) Osservato 850 volte

e sotto:
sotto-pan25.jpg
PNLV233CE sotto


il condensatore di cui parlavo è quello nero vicino al bordo della scheda
Avatar utente
Foto UtenteGingerale
0 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 18 giu 2017, 18:00

0
voti

[12] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto Utentesetteali » 3 mar 2020, 0:32

Se non hai tensione sul primo condensatore elettrolitico, c'è senz'altro un'interruzione sulla linea!
Controlla R1 se è buona, ma senz'altro hai il fusibile interrotto, il fusibile è quel parallelepipedo marrone accanto ad R1.
E se è interrotto, devi controllare il transistor e il ponte di diodi.
Facci sapere
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.555 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3379
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[13] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto UtenteGingerale » 3 mar 2020, 14:44

Ah ma è un fusibile? Ecco perché è in serie, pensa che credevo fosse un condensatore di filtraggio.....
Comunque non è interrotto perché la tensione sul primo elettrolitico c'era, solo che non capisco perché mi da una differenza di potenziale di 120v con il neutro. Secondo me dovrebbe esserci una lettura di 120v tra un polo del condensatore e la fase (e infatti è così) e 350v verso il neutro.
Il transistor non l'ho misurato, per farlo è necessario dissaldarlo dalla scheda?
Avatar utente
Foto UtenteGingerale
0 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 18 giu 2017, 18:00

0
voti

[14] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto Utentemrc » 3 mar 2020, 16:12

Ciao.

Gingerale ha scritto:....Non c'é tensione nemmeno fra i morsetti sul lato del primario....

La misura della tensione l' hai effettuata direttamente sui pin saldati del primario del trasformatore?

perché, se è così, è molto probabile che vi sia una interruzione di una o più piste dello stampato che arrivano al primario del trasformatore.
Questo, visto che dici che il fusibile non è interrotto.


Gingerale ha scritto:....Il transistor non l'ho misurato, per farlo è necessario dissaldarlo dalla scheda?...

Sì, se controlli la funzionalità del transistor con un multimetro posto in prova diodi, andrebbe dissaldato altrimenti, il resto del circuito a lui collegato, potrebbe falsarne le misure.

A mio parere prima di procedere con il controllo del transistor, dovresti essere sicuro che non siano presenti problemi sul collegamento del primario del trasformatore, come ho indicato sopra.
Ultima modifica di Foto Utentemrc il 3 mar 2020, 17:55, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Errata interpretazione del thread.
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,2k 6 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3925
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

1
voti

[15] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto Utentesetteali » 3 mar 2020, 16:36

Gingerale ha scritto:.......
Ho fatto qualche misurazione con l'alimentatore collegato alla rete.
fra A e B-C non c'é tensione, quindi il problema non è nel secondario.


Dove prendi il riferimento per misurare questa tensione?

Non c'é tensione nemmeno fra i morsetti sul lato del primario, quindi nel primario c'é qualche problema che non fa arrivare corrente al trasformatore di isolamento.
......


Qui dici che non hai tensione e dopo dici che c'è ???????

Domande:
subito dopo il ponte a diodi c'é un primo condensatore, e la tensione misurata ai suoi poli è zero. ....


Anche qui dici non c'è tensione ??????

...
Se invece misuro la tensione fra i poli del condensatore e i morsetti di ingresso della 230v, ho 120v.
La tensione fra i morsetti di ingresso ovviamente è 230v.
Potrebbe esserci un problema con il condensatore?


Non si fanno le misure in DC con riferimento ai nodi in AC !
L'AC si ferma sul ponte di diodi, dopo diventa DC dove c'è il condensatore elettrolitico e sul negativo di questo fai riferimento di tutte le tensioni che riguardano il primario del trasformatore switching ( non lo chiamare trasformatore d'isolamento ).
Poi sul secondario del trasformatore viene raddrizzata la tensione di utilizzo.

In [ 1 ] dici " un odioso rettangolino microscopico con 6 pin (credo) saldato sotto la scheda, la sigla è quasi invisibile, dalle ricerche che ho fatto pare una specie di oscillatore."

Io non sono riuscito a vederlo nella foto che hai messo!
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.555 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3379
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[16] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto UtenteGingerale » 3 mar 2020, 22:30

Allego la stessa foto di prima con l'aggiunta di qualche riferimento:
sotto-pan25rif2.jpg
riferimenti

Il primo condensatore elettrolitico dopo il ponte a diodi l'ho chiamato C1, i suoi poli sono le due croci azzurro e oro.
Ho cerchiato in giallo il microcomponente rettangolare, che è questo:
quadratino1.jpg
componente misterioso
quadratino1.jpg (30.94 KiB) Osservato 742 volte


La tensione fra A e B-C la misuro mettendo il puntale rosso su A e il nero su B, tester su 20v DC. Dovrei trovare una tensione di circa 4,8v dc che va in uscita all'alimentatore. Invece misuro zero.

Le tue osservazioni sulla corrente ac e dc mi hanno acceso la lampadina, stavo sbagliando perché misuravo la parte a valle del ponte a diodi con il tester su 750ac, invece dovevo usare dc!
Ho rifatto le misurazioni con il tester su 1000dc, e ottengo:

- con i due puntali sui due poli azzurro e oro di C1 ho 325v

Poi misurando la tensione con il puntale rosso sui poli di C1 e puntale nero sui morsetti D,E,F,G ho:
- azzurro-D = 53v
- azzurro-E = 53v
- azzurro-F = 322v
- azzurro-G = 322v
- oro-D = -270v
- oro-E = -270v
- oro-F = zero
- oro-G = zero

Le tensioni fra i morsetti D,E,F,G sono:
- G-F = zero
- G-E = 298v
- G-D = 298v
- F-E = 298v
- F-D = 298v
- E-D = zero
Avatar utente
Foto UtenteGingerale
0 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 18 giu 2017, 18:00

0
voti

[17] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto Utentesetteali » 3 mar 2020, 23:16

Non usare dei colori per dire dove misuri le tensioni, devi usare i punti di riferimento che hanno i componenti, usando anche i loro nomi, altrimenti diventa un problema seguirti.
Quel C.I. che dici ha 6 pin, fai una prima misura in ohm senza toglierlo con riferimento a massa, se ci sono molti punti con zero ohm lo togli e lo rimisuri , ma non credo, quindi leggi la sigla e vediamo se è possibile rintracciarlo.
Aggiorna anche il disegno che allego, scrivendo i risultati.

N.B.
se riesci a riparare questo alimentatore, ti meriti un bravo.
Se invece riesci ad individuare dov'è il guasto senza ripararlo, ti meriti un bravissimo.
Allegati
asw.png
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.555 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3379
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[18] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 3 mar 2020, 23:19

Senza schematico è difficile dire quale sia il problema.

Se misuri delle tensioni diverse da zero al primario e non vedi nulla al secondario è molto probabile che il controllore (o comunque chi fa commutare il convertitore) sia morto, altrimenti vedresti un qualche tentativo di soft start e col tester troveresti qualche "volt" in uscita.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
3.772 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1367
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[19] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 4 mar 2020, 0:42

Non mi pare proprio che il fantomatico rettangolino possa essere uno ICS843011 (googlando 011AKL viene suggerito 011AL che rimanda a... altre interpretazioni come OI1 O1I 01I 0I1 non portano a nulla), che ci farebbe un generatore di clock peraltro a otto pin su quello switching e pure senza alcun quarzo?
E quale è il transistor di switching?
Foto UtenteGingerale, controlla bene con la lente quel componente dato che a me, considerando però la mia scarsa vista e le foto che non si ingrandiscono pare un tre terminali saldato su un thermal pad;
riferisci anche la sigla sul componente in TO92 (il "transistor" nero che hai nominato al primo post).
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,3k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[20] Re: Alimentatore 4,8V con trasformatore in corto

Messaggioda Foto UtenteGingerale » 4 mar 2020, 22:54

Ho marcato tutti i componenti della scheda, sopra e sotto, così ci capiamo meglio.
sopra-rif01.jpg
riferimenti sopra
sopra-rif01.jpg (60.67 KiB) Osservato 663 volte


Ho unito i due poli di ogni componente con un trattino giallo:
sotto-rif01b.jpg
riferimenti sotto


rispondo a setteali: ieri ho modificato l'immagine del mio post perché c'era un errore, ma tu sei stato più veloce di me e hai risposto riproponendo la vecchia immagine che poi ho corretto.... comunque ora ho allegato qui tutti i riferimenti.
- Il diodo D8 non mi sembra in corto: se lo misuro con il tester su prova diodi ho 163 con puntale rosso sul polo D8 verso D7, e puntale nero sul polo D8 verso l'uscita +. Invertendo i puntali, ho invece 285.
- La tensione fra G e F è allo stesso potenziale, con i due puntali su G e F misuro zero volt. Non sono in grado di misurare la tensione rispetto a terra, perché in casa non ho una massa da usare come riferimento di terra, potrei appoggiare il puntale nero su uno scaffale di ferro che ho accanto alla scrivania, se lo faccio che succede? E' sufficiente a fare massa? O mi fa scattare il salvavita perché una piccolissima parte di corrente che esce dal puntale nero non torna verso il contatore ma si disperde in una massa?

rispondo a gallocedrone: si, il famigerato componente 011AKL direi che ha proprio 3 poli saldati.
Il transistor Q1 ha questa sigla: 1N60 1512.
La faccia piatta con la sigla è rivolta verso il trasformatore.

Mi sovvengono altri dubbi:
1) L1 a me sembra una resistenza, perché ha la sigla di un induttore? Mah
2) sotto alcuni microcomponenti neri vedo che c'é una specie di puntino rosso (es. sotto D8 ma non solo). Potrebbe essere un diodo led che accendendosi segnala il passaggio o meno di corrente?

A questo punto vale la pena dissaldare il transistor dalla scheda e provarlo per vedere se il colpevole è lui? Ammesso che si possa testare con il multimetro
Avatar utente
Foto UtenteGingerale
0 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 18 giu 2017, 18:00

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 30 ospiti