Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

differenziale per quadro con inverter

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[31] Re: differenziale per quadro con inverter

Messaggioda Foto UtenteCiroScalera » 30 mar 2020, 23:43

Ciao, grazie del link della Schneider, interessante. Da quello che leggo però, l'analisi viene condotta per evitare interventi intempestivi della protezione differenziale, a causa del filtro RFI.
Lo scopo di un differenziale dovrebbe essere quello della protezione contro i contatti indiretti, e questo te lo garantisce il tipo F per inverter monofase, ed il tipo B per i trifase, almeno secondo la norma di prodotto.
C'è in EY un interessante articolo in merito...
Avatar utente
Foto UtenteCiroScalera
5 1 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 feb 2015, 0:48

0
voti

[32] Re: differenziale per quadro con inverter

Messaggioda Foto Utentenucleopi » 31 mar 2020, 0:57

CiroScalera ha scritto:e questo te lo garantisce il tipo F per inverter monofase, ed il tipo B per i trifase, almeno secondo la norma di prodotto.

Probabilmente il tipo F sarebbe il migliore...
Tuttavia ho scritto alla Schneider. Mi hanno risposto (per iscritto, quindi spero con una certa serietà):
"...occorre usare un interruttore di circuito di tipo A per variatori monofase, e uno di tipo B per variatori trifase."
Prenderò un Siemens tipo A, poi ti faccio sapere come va.
Avatar utente
Foto Utentenucleopi
125 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 87
Iscritto il: 6 dic 2015, 14:25

0
voti

[33] Re: differenziale per quadro con inverter

Messaggioda Foto Utente6367 » 31 mar 2020, 9:50

nucleopi ha scritto:https://www.se.com/it/it/faqs/FA33836/
dice
"Per i variatori di calibro ridotto (inferiore a 50 kW) con alimentazione trifase, la soluzione migliore sembrano essere gli interruttori differenziali tipo B.
Per tutti i variatori (calibro inferiore a 50 kW), è possibile utilizzare interruttori differenziale tipo A "
Avrei preferito fosse più categorica l'indicazione (uso il tipo A o il tipo B?) ma...
Ho fatto una richiesta specifica a Schneider... vediamo se mi rispondono (anche se temo mi diranno "usa il tipo B").
I B sono troppo cari...


Probabilmente quando hanno scritto questo documento non avevano ancora i tipo F.

Quanto ai tipo B, sino a pochi mesi fa, S.E. non li produceva (erano tutti Doepke rimarchiati) ed evitava di consigliarli ovunque possibile. Da quando anche S.E. se li fa in house immagino li raccomandi caldamente.
Avatar utente
Foto Utente6367
20,1k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6420
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[34] Re: differenziale per quadro con inverter

Messaggioda Foto Utentenucleopi » 31 mar 2020, 10:27

6367 ha scritto: Da quando anche S.E. se li fa in house immagino li raccomandi caldamente.


ehm... solo che hanno risposto alla mia domanda a riguardo il 30 marzo alle 10:48 (cioè meno di 24 ore fa)...

6367 ha scritto:Probabilmente quando hanno scritto questo documento non avevano ancora i tipo F.

il documento di S.E. che ho linkato è datato 06 luglio 2018.

6367 ha scritto:Quanto ai tipo B, sino a pochi mesi fa, S.E. non li produceva (erano tutti Doepke rimarchiati) ed evitava di consigliarli ovunque possibile.

Non è però come consigliare di mangiare le mele anzichè le pere... il tipo B è necessario in certe applicazioni, non credo un'azienda così grossa possa dire "non usarlo" solo perché non li produce lei...
Avatar utente
Foto Utentenucleopi
125 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 87
Iscritto il: 6 dic 2015, 14:25

1
voti

[35] Re: differenziale per quadro con inverter

Messaggioda Foto Utente6367 » 31 mar 2020, 11:29

nucleopi ha scritto:Non è però come consigliare di mangiare le mele anzichè le pere... il tipo B è necessario in certe applicazioni, non credo un'azienda così grossa possa dire "non usarlo" solo perché non li produce lei...


Tranne pochi casi, in cui il tipo B è richiesto senza se e senza ma, esiste una vasta zona di incertezza, tra cui appunto gli inverter (in teoria dovrebbe essere il relativo fabbricante a dare istruzioni chiare).

Diversi costruttori di differenziali, non avendolo nella propria produzione, non hanno mai raccomandato il tipo B se non nei casi i cui è strettamente necessario.
Avatar utente
Foto Utente6367
20,1k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6420
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 55 ospiti