Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

LM723 questo sconosciuto ...

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[111] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 12 mag 2020, 19:36

Sto testando "duramente" l'alimentatore e devo dire che ha delle caratteristiche eccezionali.
Ho provato anche il compensatore delle cadute di tensione dovuto alla lunghezza del cavo.
Funziona tutto perfettamente.
Ma la RF proprio non la digerisce!
Purtroppo gli operazionali non collaborano ma non solo in questo tipo di circuito ma in tutti.
Come alimentatore da banco, per le mie esigenze, non avrebbe un uso pratico.
Almeno non assiduamente.
L'unico modo per poterlo utilizzare è dedicarlo ad alimentare ricetrasmettitori.
Non voglio rinunciare a questo circuito per alcuni motivi specifici:
1) ci ho lavorato tantissimo.
Non solo in questi ultimi giorni ma esattamente ci sto combattendo a tempo perso da almeno 5 anni.
2) tutte le caratteristiche di cui sopra...
3) varie ed eventuali che ora non mi vengono in mente ma ci sono!
...
Quindi mi è venuta una malsana idea.
E' pensabile realizzare, con un deviatore, uno switch in modo da selezionare il circuito di stabilizzazione di cui tanto si è parlato ed altra circuitazione solo di stabilizzazione di tensione fissa e basta?
Utilizzando una circuiteria fissa, molto più semplice, in modo da pilotare i TIP35 con LM317 o L200?
In fondo alimentando un RTX non si ha bisogno di tutte le protezioni e quant'altro ma serve solo ed unicamente una tensione fissa 13,8 V.
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,2k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6207
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

1
voti

[112] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteedgar » 12 mag 2020, 20:09

Se conosci l'inglese c'è questo vecchio manuale ITT che tratta l'alimentatore da zero. Troverai circuiti di base fino a un alimentatore completo a componenti discreti. Puoi fare delle prove scollegando l'alimentazione del circuito ausiliario e la resistenza che arriva alla base dei pilota dei transistor di potenza. A quel punto realizzi il circuito che ti sembra adatto, stai magari su una cosa semplice, e verifichi come funziona. Se tutto funziona come si deve, cerca un posto per un commutatore sul pannello posteriore.
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3159
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[113] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 12 mag 2020, 20:35

Ma che bei regali che mi fai!
Grazie, lettura a prescindere molto interessante, da leggere con attenzione.
Prima di realizzare questo circuito avevo già fatto delle prove prendendo il circuito di stabilizzazione da altro alimentatore commerciale e non aveva problemi con RF.
Avevo pensato ad un LM317 o L200 in modo da bypassare anche il pre-regolatore che si trova su mille fori.
Ho giusto un piccolo spazio dove fissare un piccolo 1Kfori con uno di questi due integrati.
Pochissimi componenti ed ho anche la possibilità di spostarmi intorno ai 13 V con un trimmerino.
Mi avanza ancora un relè con il quale mi è venuto in mente di mettere una ulteriore protezione per i corti con stabilizzatore fisso, che ne pense?
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,2k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6207
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[114] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteedgar » 12 mag 2020, 20:54

abusivo ha scritto:Prima di realizzare questo circuito avevo già fatto delle prove prendendo il circuito di stabilizzazione da altro alimentatore commerciale e non aveva problemi con RF.

Prova a postare lo schema

Mi avanza ancora un relè con il quale mi è venuto in mente di mettere una ulteriore protezione per i corti con stabilizzatore fisso

Potrebbe essere un'idea, tenendo comunque presente che il relè è una lumaca rispetto all'elettronica
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3159
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[115] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 12 mag 2020, 21:27

edgar ha scritto:Prova a postare lo schema

Ma era una cosa oscena con una resistenza un condensatore ed un trimmer.
Le cose più semplici sono sempre quelle vincenti.
Anche se a dire il vero un po "deficitat"!
edgar ha scritto:...che il relè è una lumaca...

Sempre meglio che niente, tanto il relè è li parcheggiato usato solo come supporto di fissaggio!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,2k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6207
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[116] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteedgar » 12 mag 2020, 21:45

Dai un'occhiata alla figura 80 del manuale ITT, è semplice ed intrinsecamente protetto dal cortocircuito.
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3159
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[117] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 12 mag 2020, 22:14

Vado ...
Solo che per dimensionare le resistenze ci metto un po!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,2k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6207
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[118] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 14 mag 2020, 20:26

----------------------------AGGIORNAMENTO--------------------------
Nel frattempo ho fatto dei test che mi hanno lasciato allibito.
L'alimentatore in questione è riuscito ad erogare una corrente di 10 A a 1,3 V
Una stabilità e precisione eccezionale.
Ci ho anche caricato le batterie dell'avvitatore.
Una volta impostata la tensione di lavoro delle batterie ho limitato la corrente ad un decimo di quella indicata sul pacco.
Dopo 10 ore le batterie non assorbivano più corrente ed erano perfettamente cariche.
Per quanto riguarda la questione RF ho realizzato un secondo regolatore ausiliario con L200.
Ho seguito l'applicativo del DS ed ho prelevato la tensione di riferimento a valle delle resistenze di Sensing.
Un integrato, due resistenze due condensatori ed un trimmer, tutto qui!
Funziona perfettamente.
Solo che la corrente va a tutta birra e non ci sono protezioni.
Ci farò un altro circuitino che leverà tensione superata una corrente prefissata.
Metterò il deviatore, a levetta, per i due circuiti al posto di quello di on/off che è sempre a levetta.
Non so perché tale interruttore l'anno posizionato lontanissimo dalla spia di rete(al neon)!
Quindi farò un altro foro più vicino alla suddetta spia lasciando il posto per il nuovo deviatore.
Ci metterò anche il leddino che indica la limitazione di corrente ed ho già provveduto ad aggiungere un cicalino piezo...
Ho dimenticato qualcosa?!?!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,2k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6207
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[119] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteedgar » 14 mag 2020, 20:47

abusivo ha scritto:Nel frattempo ho fatto dei test che mi hanno lasciato allibito.
L'alimentatore in questione è riuscito ad erogare una corrente di 10 A a 1,3 V
Una stabilità e precisione eccezionale.

E' un circuito che non mi ha mai deluso. Non andrà d'accordo con la RF ma in laboratorio è un mulo e soprattutto ti puoi fidare ciecamente. Adesso capisci perché mi stanno sul piloro tutti gli accrocchi con LM317 e similari per uso di laboratorio ? :mrgreen:
Ci ho anche caricato le batterie dell'avvitatore.
Una volta impostata la tensione di lavoro delle batterie ho limitato la corrente ad un decimo di quella indicata sul pacco. Dopo 10 ore le batterie non assorbivano più corrente ed erano perfettamente cariche.

Un classico
Solo che la corrente va a tutta birra e non ci sono protezioni.
Ci farò un altro circuitino che leverà tensione superata una corrente prefissata.

Alla pagina 13 e successive del A DESIGNER’S GUIDE TO THE L200 VOLTAGE REGULATOR sono illustrati diversi schemi di limitazione in corrente del L200. Li hai già valutati ?

Ho dimenticato qualcosa?!?!

Una foto? :D
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.282 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3159
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[120] Re: LM723 questo sconosciuto ...

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 14 mag 2020, 23:31

edgar ha scritto:...ma in laboratorio è un mulo...

E proprio questa era la mia idea in merito.
Sapevo dei possibili problemi con la RF ed ho comunque tentato la via di un alimentatore multi uso.
Non so bene che uso farà la fine questo alimentatore ma comunque è pronto al pezzo!
Tra l'altro è un bell'oggetto e se non altro mi ha aiutato a passare questo terribile momento...
Merita rispetto e andava salvato ...
edgar ha scritto:...Li hai già valutati?...

Ti dico la verità!
L200 era nella lista dei possibili candidati al progetto.
Oltre al DS avevo già sott'occhio i progetti di Crapella Vittorio.
Solo che dopo aver abbandonato l'MC1466L ho optato per un altro regolatore che non mi ha mai tradito: il 723.
Tra l'altro non ne conoscevo un uso come in questo progetto.
Poi il passo successivo è stato semplice: ho chiesto a chi ne sapeva più di me!
edgar ha scritto:...Una foto?...

Finisco il tutto e becco il mio vicino!

Ora, però, mi è venuto un dubbio:
potrei mettere tutto il circuito con l'L200 sul mille fori insieme al resto.
In questo modo si incasinerebbe il cablaggio e dovrei realizzare un piccolo dissipatore per il nuovo regolatore.
Attualmente tutto il circuito è fissato sul telaio del case, che funge anche da dissipatore, ed il cablaggio è molto pulito.
Che faccio?!?!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,2k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6207
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti