Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

1
voti

[81] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 10 lug 2020, 18:35

Come promesso ho rieseguito i controlli e pubblico le immagini a comprova di quanto precedentemente asserito, vediamo se adesso il Sig. richiurci è ancora scettico… :mrgreen:

Come è possibile rilevare dalle immagini, il led si accende a 0,25V ma una volta innescata l’accensione è possibile ridurre la tensione fino a 0,10V. Da una delle immagini del multimetro si rileva una tensione minima è di 0,12V ma soltanto perché non ho voluto perder tempo a centrare gli 0,10V, in quanto, essendo un valore di soglia minima, basta spostare la manopola dei volt di un niente e il led si spegne. Poi voglio evidenziare la posizione della torcia relativa alla misurazione degli 0,25V. Se avessi puntato la torcia verso la fotocamera non si sarebbe visto più niente a causa della sovraesposizione per eccesso di luminosità. Questo con un’alimentazione da 0,25V, non è difficile immaginare l’intensità luminosa del led se alimentato con la tensione di piena carica di 2 batterie Ni-Mh in serie (2,6V.).

Pubblico anche “l’esploso” della torcia, ridotta in pezzi per dimostrare che non si evidenzia nessun survoltore, anche perché, se ci fosse, bisognerebbe chiedersi che fine farebbe il led una volta alimentato con la tensione della sua batteria al litio a piena carica (4,2V-1A).

Ovviamente non nascondo un certo stupore per l’incredibile funzionamento del led a quelle tensioni così ridotte ma così è, anche se non lo so spiegare la realtà non cambia. Posso soltanto chiedere a qualche amico del Forum se conosce la spiegazione del fenomeno, di più non saprei cosa dire.

Quel che è certo è che queste torcette funzionano meglio con le Ni-Mh rispetto alle litio. Si dimezza quasi la tensione, si dimezza la corrente, le batterie durano il doppio e la luminosità si riduce in modo quasi impercettibile.

A mio giudizio, queste torce sono l’ideale per essere installate su una bicicletta, con un intervento tecnico molto semplice, con un costo contenuto a fronte della comodità, sicurezza, resa luminosa e durata delle batterie.


- 1 Led 0.12V.jpg
Accensione a 0,12V.


- 2 Led 0.25V.jpg
Accensione a 0,25V


- 3 Esploso torcia.jpg
Esploso torcia
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.110 1 4 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[82] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 10 lug 2020, 18:47

Non sono scettico, sono ateo e non credo ai miracoli.

Hai misurato le correnti contemporaneamente? E come, con tensioni così basse? E in generale, puoi credere che qualcuno abbia inventato e prodotto un LED così efficiente e rivoluzionario, che probabilmente infrange molti limiti teorici sui semiconduttori, e lo abbia messo senza clamore in una torcetta da poco?

F.to S. Tommaso
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8043
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[83] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 10 lug 2020, 19:44

Nooo, e insiste ! :mrgreen:
Nonostante le prove circostanziate.
Per alimentare la torcetta non ho utilizzato uno degli alimentatori auto costruiti. Possiedo 2 alimentatori commerciali, professionali, che hanno 40 anni ma sono dei gioielli ed ho utilizzato quelle “fonti” di alimentazione. Non si vedono perché per elevare il piano d'appoggio ho sovrapposto un vecchio contenitore in disuso. Purtroppo non ho misurato la corrente perché, in primo luogo, sarebbe stata talmente insignificante, a quelle tensioni, da risultare priva d'interesse. Inoltre, a dispetto della qualità dei predetti alimentatori, data l’epoca a cui risalgono, dispongono di strumenti analogici e ti lascio immaginare in quale modo avrei potuto rilevare un simile consumo di corrente; si percepiva un minimo movimento della lancetta ma sarebbe risultato impossibile rilevare il valore anche in modo approssimativo.

Poi ho pubblicato anche “l’esploso” della torcetta, sai dirmi dove avrebbero potuto nascondere un ipotetico survoltore?

Come ho già detto, sono sorpreso almeno quanto te del risultato ma l’evidenza non si può negare e le domande tendenziose non spiegano e non cambiano la realtà. Se hai un’idea, bene, fatti avanti, altrimenti non ci resta che accettare quel che appare come realistico ed eventualmente sperare che qualche amico del Forum possa svelare l’arcano, ma in modo certo.

Cosa ti posso dire di più? Piuttosto rispondi a questo quesito:
supponiamo pure (per 10 secondi) che il costruttore abbia nascosto da qualche parte un survoltore. Cosa succederebbe al led se venisse alimentato con la sua batteria originale a 4,2V, posto che anche tale tensione verrebbe survoltata? Se quel led deve tassativamente accendersi a 3V., di quanto incrementa la tensione il fantomatico survoltore per portare la tensione da 0,12V a 3V? Ma anche soltanto a 2V! Poi applica lo stesso criterio incrementale partendo da una tensione di 4,2V e valuta con quale tensione verrebbe alimentato il povero led… :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.110 1 4 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[84] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 10 lug 2020, 21:04

No survoltore ma un buck o flyback converter...la misura non mi sembra ai capi del LED ;-)

Almeno se misuri la corrente hai un indizio in più, es se aumenta al calare della tensione.

Mi sembra di ricordare che tempo fa si parló di qualcosa che alimentava led da tensione bassa, ma "survoltando"
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8043
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[85] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 10 lug 2020, 22:52

No no, mi fai fare esperimenti inutili con delle ipotesi che non mi sembrano compatibili con le dimensioni fisiche e gli ingombri rilevabili.

Che si possa trattare di un survoltore, di ladro di joule o di qualche altra diavoleria, non esiste un solo elemento sospetto che possa contenere qualcosa di simile. Occorrerà pure qualche componente per fare quel che ipotizzi? E il trasformatore dove potrebbero averlo nascosto?

Poi non hai risposto al quesito. Quel led da 3W, se alimentato da una litio, assorbe più di un Ampere se la litio è a piena carica. La torcia non può contenere componenti nascosti a resistenza elevata altrimenti aumenterebbero le dimensioni o la temperatura sarebbe incontenibile. Poi nascosti dove? Da dove prenderebbero l’alimentazione se non si vede altro che un led? Se l’unico componente elettronico è un led, non vorrai ipotizzare che hanno piazzato un elevatore di tensione all'interno del led?!

No, non credo che la tua ipotesi sia accettabile. Se non possiamo credere ai miracoli non vedo cosa ci sia di così trascendente se si pensasse ad un led con caratteristiche di alimentazione più ampie…

Faccio il copia/incolla delle caratteristiche della torcia dichiarate dal venditore, guarda la tensione delle batterie utilizzabili, viene indicata anche una batteria tipo AA oltre che la litio. Infatti con una batteria AA ricaricabile da 1,2V nominali, funziona perfettamente. Non hanno precisato valori di alimentazione inferiori perché la AA è la batteria con tensione più bassa esistente, che io sappia.

Caratteristiche:
Super mini formato, luminoso, effetto accecante.
Design a prova di Skid e disegno impermeabile.
L'uscita luminosa può venire a 2000 lumen (MAX).
Regolabile gamma di messa a fuoco per uso differente, che si estende per regolare la sua messa a fuoco.
Clip per comodità riporto.
Tensione di funzionamento è larga e può utilizzare le batterie nel più grande limite.
Adatto per la caccia, ciclismo, arrampicata, campeggio e ad attività esterna ecc.

Specifiche tecniche:
Colore: Nero
Lumen: 2000LM
Riflettore: Lente Convessa
Materiale: lega di Alluminio
Modello del LED: Q5 LED
Interruttore: Coda-cap premere ON/OFF
Batteria: 1 * AA / 1*14500 3.6 v Batteria (non inclusa)
Formato: 9.4*2.6*2.6 centimetri
Peso: 65g
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.110 1 4 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[86] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 10 lug 2020, 23:15

Ok, trovami online un data sheet o articolo su LED bianco che lavori a quelle tensioni... e avrai avuto ragione
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8043
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[87] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 10 lug 2020, 23:30

https://www.google.com/url?sa=t&source= ... 4416176440

Questa per es ha internamente un dc-dc, mica crederai che al LED.arrivino da 12 a 28V...
La tua avrà un DC-DC per lavorare da 0,8 a 4,2V circa, e funziona a luminosità ridotta anche a frazioni di V (ma al LED ne arrivano probabilmente almeno 2,2-2,4V)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8043
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[88] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 10 lug 2020, 23:31

:D Ma non sono io ad avere l'onere della prova perché l'ho già fornita con dovizia di documentazione e comunque non mi affido ad un dogma. Dico però che in quella torcia l'unico componente elettronico presente è un led.

E il quesito? Non lo trovi coerente? :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.110 1 4 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[89] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 10 lug 2020, 23:42

No, parli di survoltore e non conosci topologie e prestazioni dei moderni DC-Dc converter tutto qui.
Non devono contenere trasformatori, e possono trasformare una tensione variabile in ampio range in una fissa, superiore inferiore o all'interno del range in ingresso.

Gianni I LED sono diodi e devono sottostare alle leggi dei semiconduttori, alcuni hanno corcuiti nascosti nella capocchia trasparente di due mm (es LED lampeggianti).

Poi se vuoi restare dellabtuabidea sei libero, ma quella torcia la vedo smontata in 2-3 pezzi, non ridotta in frammenti di 2mn per escludere la presenza di qualche integrato
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8043
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[90] Re: Dinamo bicicletta per alimentare dispositivi

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 10 lug 2020, 23:53

Non mi ero accorto del tuo ultimo intervento ma rispecchia una situazione che non è comparabile col caso in esame. Quella lampada è da 1W e non contiene una batteria ma in compenso conterrà una resistenza. Noi invece abbiamo a che fare con un led da 3W che assorbe più di 1 Ampere a 4,2V. e il poco spazio all'interno della torcia è occupato da una batteria AA. Dove potrebbero averla messa una resistenza o l'elettronica in grado di limitare una corrente di 1 Ampere per un led che ha una potenza di 3W? a parte il led, tutto il resto è alluminio. Il led è collocato su una piastrina per dissipazione che aderisce perfettamente al corpo in alluminio della torcia in modo che anche il contenitore contribuisca alla dissipazione. Ma l'elettronica o una resistenza del valore adatto sarebbe grossina e non sfuggirebbe alla vista. Non stiamo parlando di un led tondo da 3 o 5mm, quel componente è differente. In ogni caso non sono convinto che per gestire correnti da oltre 1 Ampere possano utilizzare componenti che sono inseribili all'interno di quel led. Ma hai potuto stimare le dimensioni?
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.110 1 4 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti