Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianto di terra condominiale

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

0
voti

[11] Re: Impianto di terra condominiale

Messaggioda Foto Utenteconsole6 » 12 mag 2020, 17:32

Foto Utentelillo ha scritto:- fare una verifica Dpr462/01 non aumenta di certo la sicurezza dell'impianto, soprattutto se la fai fare a qualche stampa carte del caso, ma serve solo a gonfiare le tasche dell'ispettore... e dell'amministratore.

Per le tariffe che si fanno non serve neanche a quello :mrgreen:
ƎlectroYou e ne sai di più!
Avatar utente
Foto Utenteconsole6
2.211 3 10 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1012
Iscritto il: 15 nov 2011, 13:08
Località: World wide

0
voti

[12] Re: Impianto di terra condominiale

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 12 mag 2020, 22:22

guzz ha scritto:(...) Poi lo so che in tantissimi condomini fanno lo stesso la verifica, ma non so quanto questo sia corretto (...)
In uno stabile aziendale ove operano dipendenti la verifica la devi fare.
Le ragioni stanno nella verifica stessa.
Le medesime ragioni le puoi trasferire sul residenziale, come un condominio: certamente se il contesto ha dei dipendenti, ma anche in assenza suggerirei d'applicarla.
Come è stato ricordato, ad esempio, il personale delle pulizie dev'essere messo nelle condizioni per lavorare in sicurezza, anche dal punto di vista elettrico.
lillo ha scritto:(...) ora, se dobbiamo parlare da avvocati questo 3D diventerebbe lungo quanto il Nilo,
se dobbiamo approcciarci da tecnici, dovremmo solo prendere atto che:
- la situazione degli impianti elettrici condominiali è pietosa;
- fare una verifica Dpr462/01 non aumenta di certo la sicurezza dell'impianto, soprattutto se la fai fare a qualche stampa carte del caso, ma serve solo a gonfiare le tasche dell'ispettore... e dell'amministratore (...)
io credo che l'approccio richieda buon senso, lascerei da parte i pregiudizi.
Forse sono ingenuo e anche un po' ignorante, ma parto dal presupposto che verifiche e certificazioni sono e possono essere emanazioni di professionisti; poi i casi "sfortunati" ci sono, ma non mi pare un argomento per invalidare l'utilità di certe scelte.
Quindi, rimanendo in ambito condominiale, un impianto oggetto della 462/2001 lo considero un fatto positivo, questo a prescindere dall'incerta obbligatorietà: non ne incrementa la sicurezza ma credo contribuisca a stabilirne il livello, e non è poco.
Questo a mio parere ma son pronto a cambiare opinione se leggo biasimi solidamente motivati.
L'aspetto speculativo mi pare poi facilmente riducibile al nulla.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6812
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[13] Re: Impianto di terra condominiale

Messaggioda Foto Utentelillo » 13 mag 2020, 12:29

ciao Foto UtenteWALTERmwp,
Foto UtenteWALTERmwp ha scritto:lascerei da parte i pregiudizi

non ho pregiudizi, e che tu ci creda o no, mi sto dando con la zappa sui piedi.

da tempo lamento la problematica di chi ha le carte apposto, e chi ha un impianto a regola d'arte.
a rigor di logica le due cose dovrebbero essere univoche, dove la carta dovrebbe rappresentare quello che la realtà ci mostra.
purtroppo non è affatto così.
la legge, le norme, ormai impongono cose assurde, prive di ogni fondamento logico, e l'ultima del milleproroghe è l'esempio calzante.
gli installatori, i progettisti, gli ispettori di organismi, gli ispettori INAIL, quelli di ASL, quelli di ARPA, viaggiano tutti a ruota libera, dove la normazione e la legge diventa sempre più intricata e a volte contraddittoria, a questi si aggiungono i pareri dei Ministeri.
nei bordelli di Amsterdam sono moto più organizzati.
un guru del Forum che da tempo non si vede, richiamava fortemente un approccio liberale, e la verità è che l'approccio liberale c'è ed è catastrofico.
ma non voglio andare oltre con questo OT, e se ne hai voglia, tu o qualsiasi altro, ne possiamo parlare in un altro thread dove discutiamo della cosa.
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,8k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3661
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[14] Re: Impianto di terra condominiale

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 13 mag 2020, 17:57

L'approccio meditato l'ho evocato come valore generale, naturalmente non era un richiamo rivolto a te Foto Utentelillo, non ho margine per questo, non me lo permetto.

Pongo solo un'obiezione al fatto che una verifica sarebbe inutile ad un impianto non essendo migliorativa dello stesso.
Non mi pare pertinente essendo un altro il fine e cioè la definizione, per quel che compete la verifica del caso, dello status dell'impianto visto che, potendo mutare nel tempo, per più motivi, richiede la dovuta attenzione; un controllo ne fotografa la condizione, mi pare una cosa intelligente, indipendentemente dall'obbligo.

Se poi si vuole stimare il peso economico, i costi per l'esecuzione della verifica della protezione dai contatti indiretti non credo siano esorbitanti, c'è forse qualche variabile ma un preventivo potrà oscillare indicativamente tra i 150 e i 300 euro(iva esclusa).
Con questi numeri, per farci la cresta, ci vuole un bell'impegno e comunque, l'allusione alla speculazione da parte d'un ispettore o d'un amministratore(possibile in qualunque transazione, sia chiaro) titola principalmente l'ignoranza o l'ingenuità o il disinteresse dei proprietari e cioè dei condòmini: è infatti del tutto legittimo per gli stessi proporre preventivi e scegliere su una base condivisa.

Per quanto riguarda l'approccio liberale o libertario o come lo si dovrebbe nominare penso si tratti d'una questione che lascia il tempo che trova: se l'eccesso di norme e regole è deleterio(e delle responsabilità ci saranno pure), ben peggio stimerei la condizione in loro assenza.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6812
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[15] Re: Impianto di terra condominiale

Messaggioda Foto Utenteguzz » 13 mag 2020, 18:14

WALTERmwp ha scritto:Se poi si vuole stimare il peso economico, i costi per l'esecuzione della verifica della protezione dai contatti indiretti non credo siano esorbitanti, c'è forse qualche variabile ma un preventivo potrà oscillare indicativamente tra i 150 e i 300 euro(iva esclusa).

Secondo il tariffario ISPESL del 2005, ossia il tariffario che da gennaio dovrebbero applicare tutti gli organismi notificati, le cifre che hai indicato si riferiscono agli impianti fino a 50 kW.
A quanto so in genere si tratta di un aumento di costi rispetto alle tariffe applicate in precedenza (almeno rispetto all'organismo per il quale lavoro io, che già aveva prezzi leggermente superiori alla concorrenza).

Ormai è impossibile "fare la cresta", dato che tutto è rigidamente controllato a vari livelli...
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.757 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2190
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

1
voti

[16] Re: Impianto di terra condominiale

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 13 mag 2020, 18:58

guzz ha scritto:(...) le cifre che hai indicato si riferiscono agli impianti fino a 50 kW (...)
infatti, limitando la questione al residenziale, credo che contrattualmente la maggior parte degli edifici(parte comune) si trovi al di sotto di quella potenza.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6812
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 37 ospiti