Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore da autocostruirsi.

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[61] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 29 lug 2020, 0:39

Ho ripreso in mano l'alimentatore, ma ancora sono in alto mare.
Ho fatto queste prove:
Lasciando collegati ed alimentati i transistor finali, gli ho dato una tensione variabile con l'alimentatore da banco con in serie una resistenza da 47 ohm (avevo questa a portata di mano) il risultato è ottimo sia in tensione che corrente.
Perciò questo stadio è OK.
Ripristinando il circuito dei finali alla PCB , ho fatto delle misure di tensione con riferimento a massa dell'IC 723 e cioè sul pin 7, tra massa e pin 4 ( LM358 ) = - 6 V ( perché ho messo uno zener da 6,2 V ) e tra massa e pin 8 (LM358) = 20,7 V , perché ho un trasformatore che mi dà un po' piu di tensione.
In questo punto, ancora l'alimentatore non funziona 3 V circa non regolabili.
Allegati
sch l723.png
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
7.040 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3694
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[62] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 29 lug 2020, 14:26

Ciao Alex, ma non sarà qualche integrato che non funziona?
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.130 1 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[63] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 29 lug 2020, 17:14

Alex, ma lo schema che hai pubblicato sembra diverso dallo schema originale di Elektor, controlla bene. A prima vista c'è qualcosa che non va su IC2, a meno che sia un integrato doppio...
Lo schema sottostante lo realizzai tanti anni fa e funzionò al primo colpo...

Solo schema originale Elektor.jpg
Schema Originale Elektor


O_/
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.130 1 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[64] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 29 lug 2020, 18:58

Si Ivo, l'LM358 è un doppio operazionale, stasera se riesco provo a sostituire l'IC .
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
7.040 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3694
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[65] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 29 lug 2020, 19:43

Lo hai montato su zoccolo vero? :D
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.130 1 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[66] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 29 lug 2020, 21:50

Si avevo messo gli zoccoli.
Ho cambiato l'LM358 ed è andato tutto a posto :ok:
Ho fatto alcuni test e direi che come tensione stabilizzata è buona, sotto carico di 2A su 12 V la tensione stabilizzata, sale di 2mV.
Anche l'intervento dello stadio di corrente è funzionante.
Di questo non sono molto soddisfatto, perché quando la corrente che scorre nel carico, arriva alla soglia che abbiamo stabilito, interviene soltanto limitando la corrente, non togliendo l'uscita.
Per ora lo lascio così, perché dovrò affinare il tutto quando mi arrivano gli strumenti
e vedremo il da farsi.
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
7.040 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3694
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[67] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 29 lug 2020, 23:34

Bene, problema risolto. Forse a causa di quel transistor con i pin girati si è danneggiato l’integrato. Bravo Alex, non ti sei demoralizzato più di tanto… :ok:

Se la tensione sale allora c’è troppa controreazione; anche sul mio ho dovuto correggere una resistenza.

Poi avevo tolto lo zener e lo avevo sostituito con uno di quei componenti tipo zener regolabili (non sono sicuro ma forse era un TL431) per eliminare il rumore tipico dello zener.

Ho anche introdotto un ulteriore alimentazione separata per gli strumenti in quanto quegli strumentini digitali generano un rumore indecente e ti sporcano l’uscita.

Ma non ho ben capito il problema della regolazione di corrente; vorresti che togliesse completamente l’uscita? Un’interruzione completa dell’erogazione? Non son mica sicuro che sia un vantaggio…
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.130 1 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[68] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utenteedgar » 29 lug 2020, 23:56

setteali ha scritto:quando la corrente che scorre nel carico, arriva alla soglia che abbiamo stabilito, interviene soltanto limitando la corrente

E' un normale alimentatore con caratteristica rettangolare. Se vuoi che tolga tensione in toto bisognerebbe usare uno schema diverso. Altra possibilità, visto che abbiamo a disposizione un circuito che segnala l'intervento del limitatore, usarlo per pilotare un SCR che butti giù l'uscita oppure faccia aprire un relè
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.487 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3286
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

1
voti

[69] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 30 lug 2020, 0:10

Potrebbe far aprire un SSR in alternata, sul primario, che è in bassa corrente e non scalda, pilotandolo con il led giustamente.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.130 1 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[70] Re: Alimentatore da autocostruirsi.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 30 lug 2020, 0:26

Salve ragazzi,
è una cosa che mi è venuta in mente questa sera, mentre regolavo il trimmer, ma sinceramente ho sempre usato il sistema di limitazione di corrente e mi è sempre stato sufficiente, però si potrebbe fare un sistema da inserire o no, a seconda di quello che si vuole in quella particolare occasione.
E lo farei da ripristinare manualmente, farei scattare scattare un relè con autoritenuta sulla rete, ma userei un circuito con relè meccanico che ha l'autoritenuta e però ha in serie un Triac o SSR per avere maggior velocità di distacco.
Che dite ? potrebbe essere utile?
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
7.040 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3694
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti