Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Riattivare amplificatori d'epoca

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[11] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto Utentesetteali » 29 mag 2020, 8:06

Ciao,
il sistema della resistenza in serie e dare una tensione molto più bassa sugli elettrolitici funziona, non certamente in tutti i casi, nel caso che la tensione ai capi del condensatore, non salga fino alla V max in un paio di giorni, il condensatore è da buttare. Nel caso che invece la tensione salga fino alla max V che ti da l'alimentatore, il condensatore è recuperato, ma se devi farne un uso abbastanza concreto, devi sostituirli con dei nuovi.
E' da dire che la tensione non andrebbe data con una resistenza in serie, ma salire a gradini con tensioni fisse, con una resistenza in serie molto bassa, circa 1 o 2 kohm e ogni tanto vedere se accetta una tensione più alta e arrivare alla VL del condensatore, ma almeno in 24 h.

Per mettere i nuovi usi la tecnica di inserirli dentro l'involucro originale.
Con quelli che hanno l'armatura in alluminio ricoperta da cartoncino, si ottiene un ottimo risultato finale, come fa vedere in foto nel primo link @DarwinNE, in quelli soltanto in alluminio, vengono bene soltanto quelli a vitone perché fai rimanere sotto il taglio, in quelli volanti ci sono molte fantasie di realizzo :-)

Comunque hai avuto una buona dose di cfortuna sono due apparecchi molto buoni e richiesti :ok: :ok:
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.890 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3602
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[12] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 29 mag 2020, 9:36

Eh purtroppo però non sono miei
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.447 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[13] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 29 mag 2020, 9:38

Se uso la tua tecnica della lampadina da 100W e fornisco tensione molto gradualmente, posso alimentare tutto l'amplificatore interamente, senza dissaldare niente, e alla fine di tutto (se la lampadina rimane spenta) misurare le tensioni e casomai sostituire solo quelli danneggiati? Dovrebbe essere la stessa cosa
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.447 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[14] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 29 mag 2020, 12:17

Foto Utenteabusivo, Boss è una divisione della Roland non una sottomarca e comunque ci sono diversi amplificatori per chitarra a marchio Boss ma mi pare siano tutti "digitali" e relativamente recenti.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11126
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[15] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 29 mag 2020, 14:50

Ok
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.447 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

1
voti

[16] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 29 mag 2020, 19:53

L'uso di un variac può essere di beneficio, ma non insisterei troppo nell'intento di riformare i condensatori elettrolitici

Per quanto riguarda una prima accensione si può usare anche il Lamp Limiter che se ben usato da indicazione del fatto che nell'ampli ci siano corti o condensatori in perdita (la lampada però non è sempre una 100W, la potenza che deve avere dipende, ovviamente, dalla potenza e quindi dall'assorbimento dell'amplificatore in prova)

https://ampgarage.com/forum/viewtopic.php?f=6&t=20341

Lamp Limiter - Istruzioni per l'Uso.pdf
(61.73 KiB) Scaricato 7 volte


http://www.walkingitaly.com/radio/RADIOURL/RAD120/AUTO/LIMITATORE_IN_SERIA_LAMPADINA.HTM

--

Qui la procedura per cercare di riformare i condensatori, però la eviterei, nel senso che un conto è restaurare una vecchia radio d'epoca nella quale si vuole principalmente conservare l'originale, un conto è restaurare un amplificatore da chitarra che deve essere usato ed essere in piena efficienza

https://www.leradiodisophie.it/Download/Rigen_C_Elettrol.pdf

Per restauri su vecchie radio, a volte si procede addirittura all'immersione in acqua quasi bollente degli elettrolitici più riottosi alla rigenerazione, ma niente del genere metterei in opera per restaurare un vecchio amplificatore da chitarra, lì la sostitiuzione è la prima cosa da prendere in considerazione, fin da subito se si riscontrano problemi di ronzio ad apparecchio acceso (quasi sempre i colpevoli sono gli elettrolitici)

--

Qui si può vedere fin dove arriva chi restaura le vecchie radio (non è il nostro caso)

Elettrolitici
https://www.leradiodisophie.it/Download/condensatori%20elettrolitici%20a%20pacchetto.pdf

Non Elettrolitici
https://www.leradiodisophie.it/Download/Luca_dal_Passo_rest_cond.pdf

a meno che nell'amplificatore oggetto del restauro non ci siano i vecchi condensatori a vitone e ci siano problemi non indifferenti di spazio, nel qual caso si può pensare a questo

http://www.radioedintorni.it/Radiomeccanico/RadioRestauratore/CondVitone.html

--

Qui si parla di radio, ma un amplificatore, da questo punto di vista, è equiparabile

https://www.leradiodisophie.it/prima%20di%20accendere.html

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.319 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2271
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[17] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 29 mag 2020, 20:15

claudiocedrone ha scritto:Foto Utenteabusivo...

E' vero, mi sono espresso male ma volevo intendere proprio questo concetto!
Purtroppo la sera, dopo il lavoro, mi si impiccia la capoccia.
Chiedo venia ... mi sto facendo vecchio!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,4k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6321
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[18] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 29 mag 2020, 21:34

Anche io sono fautore della sostituzione tout court degli elettrolitici della testata per chitarra invece del tentativo di rigenerazione anche perché sono pochi, c'è ne saranno un paio di tripli nel livellamento delle anodiche (senza troppo sbattimento in caso si può fare come feci nel GEM in mio possesso, un pezzo di millefori con condensatori messi in serie per ovviare alla difficile reperibilità dei 500 Vl il tutto con ingombro praticamente equivalente ai grossi due tripli avvitati originari fissata al telaio con due supportini) e poi quelli di bypass dei gruppetti catodici delle preamplificatrici.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11126
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[19] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 29 mag 2020, 21:39

Scusate ... OT

Ciao Foto Utenteclaudiocedrone

Che GEM hai ?

Chiuso OT

Franco
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.319 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2271
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[20] Re: Riattivare amplificatori d'epoca

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 29 mag 2020, 21:46

Saturn 50 B, circuitalmente copia del Vox AC 50 ma con due BF184 al posto del pentodo e del mezzo triodo preamplificatrici dei due "canali"... praticamente un ibrido al contrario :-)

Edit: Chiedo scusa ma ho fatto molta confusione (tipo il pentodo EF86 sta nel pre dello AC15 e il finale del Vox AC50 ha due EL34 mentre il Saturn ha un doppio PP di RL 84 come il Vox AC30...) tra schemi vari #-o
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11126
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 28 ospiti