Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Soluzioni esercizi Rosenstark

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utenteg.schgor

1
voti

[21] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 15 giu 2020, 17:19

Il loopgain viene infinito, basta trovare A_\infty.

Se calcoli quello che definisci come beta e lo metti in A/(1+Ab) non stai usando Rosenstark, stai usando la formula "sistemistica" della retroazione, che talvolta nei sistemi elettronici non funziona.

Prova ad analizzare l'amplificatore invertente, quello che guadagna -R2/R1, e scopri che con la formula della retroazione non trovi il risultato giusto, mentre con Rosenstark funziona.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[22] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto Utentedadduni » 15 giu 2020, 17:51

Ottimo, qundi la risposta che cercavo è questa se puoi confermarmela mi fai un gran favore:
"Se sostituisco il generatore controllato con uno indipendente e calcolo il segnale di partenza trovo il loopgain, se uso la formula A/(1+AB) ci sono casi in cui arrivo ad un risultato errato"

E l'esercizio che ho postato prima è uno di quei casi in cui il metodo sistemistico anche se applicato bene restituisce soluzioni errate, giusto?
Avatar utente
Foto Utentedadduni
1.705 2 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1102
Iscritto il: 23 mag 2014, 16:26

1
voti

[23] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 15 giu 2020, 19:10

Non confermo ne' smentisco :D

Se sostituisci il generatore pilotato e lo sostituisci con uno indipendente a seconda di cosa calcoli puoi trovare il fattore di retroazione beta, oppure il rapporto di ritorno T.

A/(1+Ab) funziona solo quando il circuito e` modellabile come lo schema a blocchi classico: prova a trovare A e beta per un amplificatore invertente!
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[24] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto Utentedadduni » 15 giu 2020, 22:11

funziona solo quando il circuito e` modellabile come lo schema a blocchi classico

Ma a me l'ultimo circuito postato con doppio feedback positivo e negativo sembra perfettamente modellabile con i blocchi classici, solo che il risultato non torna.

Avatar utente
Foto Utentedadduni
1.705 2 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1102
Iscritto il: 23 mag 2014, 16:26

0
voti

[25] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 15 giu 2020, 22:37

Se il risultato non torna vuol dire che il modello non è giusto!

Prova con l'amplificatore invertente e la configurazione a blocchi classica, così forse capisci dov'è il problema.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[26] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto UtenteMarkyMark » 15 giu 2020, 23:08

dadduni ha scritto:Ma a me l'ultimo circuito postato con doppio feedback positivo e negativo sembra perfettamente modellabile con i blocchi classici, solo che il risultato non torna.



Manca qualche blocco.
Questo post mi ha ricordato le strane idee che mi venivano sulla stabilità dell'amplificatore invertente; idee legate alla valutazione in modo "ingenuo" del guadagno d'anello :)
Ti suggerisco anche io di provare a fare lo schema a blocchi dell'amplificatore invertente visto che il problema è molto simile.
mark
Avatar utente
Foto UtenteMarkyMark
3.023 2 3 5
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 476
Iscritto il: 11 giu 2016, 12:01

0
voti

[27] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto Utentedadduni » 16 giu 2020, 9:59

Okay, il problema del mio esercizio era che togliendo la dipendenza del generatore e trovando Vd io stavo calcolando il Return Ratio, e poi l'ho impropriamente usato nelle formule del Loop Gain, ma questo è uno dei casi in cui non sono uguali, bene.
Quindi diciamo che al momento credo di aver fatto pace con Rosenstark: ho calcolato Ginf, ho calcolato T e il guadagno finale viene bene.

Se volessi stimare direttamente il loop gain (magari per valutare la stabilità) come posso fare?

Manca qualche blocco

un inidizo...? :roll: :lol: #-o
Avatar utente
Foto Utentedadduni
1.705 2 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1102
Iscritto il: 23 mag 2014, 16:26

0
voti

[28] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 16 giu 2020, 10:26

dadduni ha scritto:Se volessi stimare direttamente il loop gain (magari per valutare la stabilità) come posso fare?

Vedi qui
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
54,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16489
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[29] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 16 giu 2020, 11:09

dadduni ha scritto:Se volessi stimare direttamente il loop gain (magari per valutare la stabilità) come posso fare?

Valuta il rapporto di ritorno, oppure prendi il Gray Meyer e guarda come si fa con i doppi bipoli.
dadduni ha scritto:
Manca qualche blocco

un inidizo...? :roll: :lol: #-o


FAI L'ANALISI DI UN AMPLIFICATORE INVERTENTE CON A E BETA! E` la quarta volta che te lo diciamo.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

1
voti

[30] Re: Soluzioni esercizi Rosenstark

Messaggioda Foto UtenteMarkyMark » 16 giu 2020, 11:43

dadduni ha scritto:un inidizo...?

Vediamo l'amplificatore invertente


Scriviamo le relazioni tra le varie tensioni. Questo ci aiuterà a costruire lo schema a blocchi.
v_m = v_i + (v_o - v_i) \frac{R_1}{R_1 + R_2} = v_i + (v_o - v_i) \beta = \beta v_o + v_i (1 - \beta)
v_o = A_d (v_p - v_m) = - A_d v_m
dove
\beta = \frac{R_1}{R_1 + R_2}

Queste due relazioni si possono direttamente mappare nello schema a blocchi


Verifichiamo il guadagno ad anello chiuso
A_v = \frac{v_o}{V_i} = (\beta - 1) \frac{A_d}{1 + A_d \beta}
. Per A_d \rightarrow \infty
A_v = \frac{\beta - 1}{\beta} = -\frac{R_2}{R_1}
che il risultato che conosciamo.

Come puoi vedere, lo schema dell'amplificatore invertente differisce da quello dell'amplificatore non invertente per la presenza del blocco che moltiplica l'ingresso, fuori dall'anello. Possiamo notare che il guadagno d'anello è lo stesso di quello dell'amplificatore non invertente. Questo si può vedere dal circuito se si pensa di porre il segnale di ingresso a zero nei due casi: la struttura del circuito è esattamente la stessa per cui le caratteristiche di stabilità dei due tipi di amplificatori sono le stesse.
E dopo questa osservazione che non c'entra nulla con la domanda di partenza ( :-) ) puoi provare a ripetere il procedimento per il tuo circuito a due anelli.
mark
Avatar utente
Foto UtenteMarkyMark
3.023 2 3 5
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 476
Iscritto il: 11 giu 2016, 12:01

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti