Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plastica

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili

Moderatore: Foto UtenteFranco012

0
voti

[1] Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plastica

Messaggioda Foto UtenteMaresca » 3 giu 2020, 16:45

Ciao a tutti,

devo collegare la mia dashcam all'auto e purtroppo nella posizione in cui ho i cavi, non trovo alcun bullone dove agganciarmi per collegare il cavo nero della messa a terra.

L'unico punto in ferro che ho trovato è una vite lunga circa 10cm che tiene fissato il pannello FEM con i fusibili.

la vite è in ferro e ovviamente la carrozzeria pure, intorno ci sarebbe il pannello in plastica che la vite attraversa.

Vorrei capire da voi esperti se posso attaccarmi a questa vite per fare appunto la messa a terra.

Per spiegarmi meglio metto una foto

Immagine

La vite come vedete tiene fermo il pannello in plastica bianca, dietro il pannello c'è la carrozzeria dove la vite arriva
Ultima modifica di Foto UtenteFranco012 il 3 giu 2020, 17:06, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Correzione al titolo originale (eliminato "messa a terra")
Avatar utente
Foto UtenteMaresca
0 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giu 2020, 7:08

0
voti

[2] Re: Collegamento a massa con vite per pannello in plastica

Messaggioda Foto UtenteMaresca » 3 giu 2020, 16:47

ho trovato una foto in rete che mostra meglio il pannello, la vite è sempre la stessa (non guardate le scritte in inglese che non c'entrano nulla con quello che devo fare io).

Immagine
Ultima modifica di Foto UtenteFranco012 il 3 giu 2020, 17:11, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Corretto il titolo originale (eliminato "messa a terra")
Avatar utente
Foto UtenteMaresca
0 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giu 2020, 7:08

0
voti

[3] Re: Collegamento a massa con vite per pannello in plastica

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 3 giu 2020, 16:54

L'ideale sarebbe poter disporre di un collegamento a massa più stabile di quello indicato, tuttavia se consideriamo che la corrente destinata ad alimentare la dashcam è veramente molto bassa, secondo me si può anche utilizzare la vite, saldamente avvitata sulla parte metallica della carrozzeria.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.216 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1401
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[4] Re: Collegamento a massa con vite per pannello in plastica

Messaggioda Foto UtenteMaresca » 3 giu 2020, 16:57

Grazie per la risposta.

La dashcam richiede 250mA.

Il mio dubbio era dovuto al fatto che questo è il panello FEM, quindi dove ci sono collegati vari spinotti, fusibili ecc. Però essendo in plastica dovrebbe essere ininfluente...
Ultima modifica di Foto UtenteFranco012 il 3 giu 2020, 17:13, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Corretto il titolo originale (eliminato "messa a terra")
Avatar utente
Foto UtenteMaresca
0 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giu 2020, 7:08

1
voti

[5] Re: Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plas

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 3 giu 2020, 17:21

Sì, il pannello è isolante e non dà alcun problema (considera anche che di fatto il pannello è già collegato a massa tramite contatto diretto e tramite le viti che lo fissano alla carrozzeria).

P.S.
Da regolamento del Forum, non è consentito inserire immagini tramite link a server esterni. Devi inserirle come allegato, come spiegato qui.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.216 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1401
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[6] Re: Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plas

Messaggioda Foto UtenteMaresca » 3 giu 2020, 17:38

perfetto, grazie mille!

ti chiedo un'altra cosa collegata a questo lavoro (così ne approfitto per provare ad allegare l'immagine come hai detto te).

Il motivo per cui mi trovo vicino al pannello dei fusibili è che devo anche prendere il positivo per collegare la dashcam.

Per farlo, si deve usare un adattatore di cui allego la foto: praticamente si toglie un fusibile originale e al suo posto si mette questo adattatore con due ingressi. Poi al primo ingresso si mette il fusibile originale e al secondo ingresso si mette un nuovo fusibile che crea il collegamento con il nuovo cavo che alimenta la dashcam

Quello che mi chiedevo è: se mi aggancio ad un fusibile da 20A, significa che anche il fusibile per la dashcam dovrà essere da 20A oppure, essendo due tracciati differenti, posso usare due fusibili di dimensioni diverse?
Allegati
519FrIIan9L._AC_SL1000_.jpg
adattatore
Avatar utente
Foto UtenteMaresca
0 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giu 2020, 7:08

0
voti

[7] Re: Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plas

Messaggioda Foto UtenteFedib » 3 giu 2020, 19:14

Ho anche io fatto il tuo stesso lavoro , massa su un bullone e positivo con questo adattatore, il fusibile puoi sceglierlo in base alle tue esigenze O_/
Avatar utente
Foto UtenteFedib
253 2 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 548
Iscritto il: 4 mar 2013, 22:42

0
voti

[8] Re: Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plas

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 3 giu 2020, 19:37

Il fusibile è posto a protezione della linea di alimentazione, per cui se all'origine ne viene montato uno da 20 A, utilizzandone due in parallelo occore evitare che la loro somma superi i 20 A.
Io ne metteri uno da 1 ampere per la linea che alimenta la sola dashcam, e siccome la taglia da 19 A non esiste in commercio, lascerei quello da 20 A, tanto da 20 A a 21 A la differenza non è molta.
Ricorda che se vuoi far funzionare la dashcam anche a quadro spento, devi scegliere un'uscita che non sia "sotto chiave".
Un'ultima avvertenza: l'operazione che vuoi effettuare dovrebbe essere realizzata da un'officina abilitata per legge, in quanto si tratta pur sempre di una modifica all'impianto elettrico. Nel caso in esame non vedo gravi violazioni nel "fai da te", ma se la modifica da te realizzata dovesse un giorno rivelarsi causa o concausa di un guasto (ad esempio, un incendio) potresti avere grane non indifferenti sia per quanto riguarda la garanzia sia per quanto riguarda la copertura danni da parte dell'assicurazione.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.216 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1401
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[9] Re: Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plas

Messaggioda Foto UtenteMaresca » 3 giu 2020, 22:27

Il kit in realtà comprende due cavi di alimentazione in modo tale da prenderla sia sotto chiave che non. Poi la camera passa in automatico alla modalità parcheggio quando l'alimentazione sottochiave viene a mancare.

Per il discorso fusibile, non conosco come funziona la scatola dei fusibili quindi non capisco il discorso degli Amp.

Io pensavo che il circuito generale fosse tutto uguale e poi dai vari fusibili partissero i collegamenti specifici per ogni dispositivo o componente.
Quindi se c'è un fusibile da 20 nel circuito che va al condizionatore, significa che la tratta dal fusibile al condizionatore sarà limitata a 20, ma la corrente fino al fusibile non ha limiti.

Invece se ho capito cosa dice Franco, se nel posto del fusibile del condizionatore va un fusibile da 20A, significa che la corrente che arriva a quel fusibile è già in qualche modo impostata per lavorare a 20A (ma come?)

Questo discorso cambia tutto, perché se fosse come dico io allora posso mettere l'adattatore dove capita creando un nuovo cirfucuto col fusibile che voglio, se invece il nuovo circuito fosse collegato a quello originale che a sua volta fosse già limitato in origine, allora è chiaro che se il fusibile originale è da 20A, devo sperare che non vengano già usati tutti se no la mia camera porterebbe in totale la richiesta oltre i 20A.

Un'alternativa potrebbe essere agganciarmi ad alcuni slot vuoti
Avatar utente
Foto UtenteMaresca
0 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giu 2020, 7:08

0
voti

[10] Re: Collegamento a massa con vite che fissa pannello in plas

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 3 giu 2020, 23:17

Maresca ha scritto:Io pensavo che [...] dai vari fusibili partissero i collegamenti specifici per ogni dispositivo o componente.

Sì, è così, il fusibile protegge il tratto di linea che, partendo dal fusibile, porta la corrente al dispositivo utilizzatore (o ad una serie di dispositivi utilizzatori).
ma la corrente fino al fusibile non ha limiti.

Non è proprio così. Anche la tratta che giunge alla scatola fusibili è protetta in genere da altri fusibili, di taglia chiaramente superiore, dimensionati per l'insieme di fusibili collegati sulla tratta. La taglia di questi fusibili non è, come si può pensare, necessariamente la somma delle taglie dei fusibili posti a valle, in quanto i progettisti valutano anche il fattore di contemporaneità (è improbabile che si verifichi una situazione in cui tutti i dispositivi siano accesi, e con il consumo massimo).
Tuttavia, in questo caso non c'è nulla di cui preoccuparsi, visto l'assorbimento irrisorio della dashcam, anche perché i fusibili di questa tipologia sono piuttosto tolleranti come precisione e tempo d'intervento, e in pratica servono solo in caso di corto circuito o di assorbimenti che si discostano notevolmente dai valori nominali del fusibile.
Un'alternativa potrebbe essere agganciarmi ad alcuni slot vuoti

E' una possibilità senz'altro da valutare. Nelle vetture moderne ci sono le predisposizioni per un sacco di optional e quindi numerosi slot a disposizione. E poi, come già detto, aggiungere un fusibile da 1 ampere non comporta inconvenienti di alcun tipo.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.216 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1401
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

Prossimo

Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti