Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettrici

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto UtenteMike, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto Utentebrunosso » 6 ago 2020, 19:51

Volevo ribadire che il mio obiettivo non è testare i dispositivi elettromeccanici, quali interruttori magnetotermici o interruttori differenziali.

Io vorrei solo realizzare una prolunga volante con in mezzo un dispositivo (sia esso MT, D o MTD) che mi eviti di far staccare il salvavita generale dell'appartamento, nella condizione in cui alimento un'apparecchiatura che ha un corto al suo interno e magari dopo una riparazione voglio evitare di far staccare il salvavita.

Io mi rendo conto che un corto franco non è un metodo valido, ma ripeto, non devo verificare che funzioni l'interruttore della prolunga. Pensavo fosse un metodo semplice ed efficace per ingannare l'interruttore e vedere come si comportava nel caso di alimentazione su un'apparecchiatura guasta.

Tutto qui

Grazie a tutti dei consigli.
Avatar utente
Foto Utentebrunosso
0 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 92
Iscritto il: 14 set 2011, 20:40

0
voti

[12] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto Utentemir » 6 ago 2020, 20:01

brunosso ha scritto: il mio obiettivo non è testare i dispositivi elettromeccanici, quali interruttori magnetotermici o interruttori differenziali.

Lo avevo capito,in fatti mi riferivo al ..
brunosso ha scritto:mi rendo conto che un corto franco non è un metodo valido

..
mir ha scritto:Quella che realizzi è una condizione di corto circuito franco, per la quale il rischio di elettrocuzione e la possibilità di folgorazione sono elevati.
.
brunosso ha scritto:Io vorrei solo realizzare una prolunga volante con in mezzo un dispositivo (sia esso MT, D o MTD) che mi eviti di far staccare il salvavita generale dell'appartamento.

Quello che vorresti ottenere è una selettività dell'impianto e del punto di alimentazione dei tuoi dispositivi, ora fermo restando che si può parlare di selettività al sovraccarico, al cortocircuito ed al guasto a terra. La selettività al cortocircuito, è la selettività che presenta difficoltà e costi maggiori di realizzazione.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
61,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20760
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

3
voti

[13] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto Utentemagoxax » 6 ago 2020, 20:02

Il mio scopo è testare apparecchiature elettriche/elettroniche che riparo senza far scattare il salvavita generale.

Usa un trafo di isolamento.
Avatar utente
Foto Utentemagoxax
2.624 2 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1174
Iscritto il: 18 mar 2009, 14:56

1
voti

[14] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 6 ago 2020, 20:04

brunosso ha scritto:Il mio scopo è testare apparecchiature elettriche/elettroniche che riparo senza far scattare il salvavita generale.

Se i test li fai prima della riparazione, allora ci sono altri metodi per verificare la presenza di un eventuale cortocircuito (*) nell'apparecchiatura da riparare.
Se invece i test li fai dopo la riparazione, allora, se permetti, anch'io la penso come Foto Utenteboiler quanto dice "mi sembra di capire che in realtà non sei qualificato per riparare le apparecchiature". In altre parole, se ti capita così spesso che in fase di collaudo si verifichi un cortocircuio... beh, la cosa è un po' preoccupante.

(*) parliamo di cortocircuito, in quanto il fatto che intervenga anche il magnetotermico a valle da 10 A sta a dimostrare che il differenziale non c'entra proprio.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.451 2 3 6
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[15] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto Utentebrunosso » 6 ago 2020, 20:19

mir ha scritto:La selettività al cortocircuito, è la selettività che presenta difficoltà e costi maggiori di realizzazione.


Perfetto già questo mi basta per non andare avanti nel progetto
Avatar utente
Foto Utentebrunosso
0 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 92
Iscritto il: 14 set 2011, 20:40

0
voti

[16] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto Utentebrunosso » 6 ago 2020, 20:21

magoxax ha scritto:Usa un trafo di isolamento.


puoi darmi ulteriori dettagli/consigli in merito?
Grazie
Avatar utente
Foto Utentebrunosso
0 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 92
Iscritto il: 14 set 2011, 20:40

0
voti

[17] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto Utenteivano » 8 ago 2020, 21:52

devi procurarti un trasformatore da almeno 500VA e gli installi un MT da 10A sul primario e uno da 4 sul secondario.
che apparecchi ripari? non mi sembra che sei molto afferrato in materie elettriche.
oltretutto se li ripari per te' e' un conto ma se li ripari per altre persone dovrai dotarti di opportuno strumento
per la prova di isolamento.
stai attento che comunque la prova del corto fra fase e neutro e' da considerare DISTRUTTIVA nei riguardi dell'interruttore che protegge la linea , dopo 3 o 4 corti va sostituito, in quanto i contatti si rovinano in modo irrimediabile.
Avatar utente
Foto Utenteivano
906 1 3 4
Master
Master
 
Messaggi: 1086
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[18] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 11 ago 2020, 6:10

Oltre al trasformatore di isolamento, io consiglierei un paio di fusibili a protezione dell'uscita.
Se ben tarati, data la caratteristica di limitatori della corrente di corto, potrebbero portare ad una buona selettività. Ancora meglio sarebbe porre in serie al carico da alimentare una lampada ad incandescenza, da escludere una volta verificata l'assenza di corto-circuito evitando lo shock da sovracorrente all'impianto e ai dispositivi di protezione.
Ho usato un semplice magnetotermico bticino C10 (f881c10) pensando che bastasse ma se faccio la prova con un corto a valle salta sia il magnetotermico C10 della prolunga di test, sia il magnetotermico differenziale generale dell'appartamento (Eaton pkn4-16/1n/c/003).

I dispositivi di protezione sono garantiti per aprire unnumero molto limitato di corto-circuiti, specie se molto intensi (giunti ad Icu una sola apertura è garantita). Non è un buon modo per testare i dispositivi, se fai un cto circuito e nessuno nel tuo impianto lo apre ?
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.227 3 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1761
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[19] Re: Scelta magnetotermico per cavo test dispositivi elettric

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 11 ago 2020, 9:20

Anch'io riparo oggetti elettronici, mi sono fatto un quadro con tre prese e tre interruttori: uno da 0,5A , uno da 2A e uno da 6A più un generale sempre da 6A (ne avevo tanti).

Ho fatto scattare diverse volte lo 0,5A perché ha una soglia magnetica estremamente sensibile che interviene alla benché minima corrente di inrush, una volta il C2 (sempre con un transitorio di chiusura, di un grosso amplificatore degli anni '80 con trasformatore e condensatori enormi), mai il C6, che uso solamente in caso di carichi superiori ai 400W.
Avevo pensato di aggiungere anche una lampada alogena da 300W e un quinto interruttore che la mette in serie a tutto, ma alla fine quando avevo dubbi ho sempre usato un variac collegato alla presa da 2A
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.692 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1990
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 39 ospiti