Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Trasformatore o condensatore ?

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[61] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utenteelfo » 19 ago 2020, 7:11

stefanopc ha scritto:Per quanto riguarda il CROWBAR variabile lo avevo fatto nel mio secondo alimentatore variabile con due comparatori.
Entrambi controllano la differenza tra l'ingresso invertente del operazionale principale (retroazione ) e una seconda tensione di riferimento identica a quella sull ingresso non invertente aumentata di 0.5 v per la soglia sup. e diminuita di 0.5 v per quella inferiore.

Se qualcosa va storto uno dei comparatori interviene, il finale viene spento e un bel Scr mette in corto l'uscita per sicurezza

In un generico alimentatore da laboratorio i parametri che possono esssere impostati dall'utente sono 2:
- tensione (funzionamento a tensione costante)
- corrente (funzionamento a corrente costante)

Un schema largamente di principio e' nella figura qui sotto in cui sono evidenziati l'elemento di regolazione serie e i due OP-Amp deputati alle regolazioni tensione / corrente.

Quando l'alimentatore "entra" in modalita' "corrente costante" il loop di regolazione della tensione viene "interrotto" (vedi funzione dei diodi) per cui si verifica che:

"la differenza tra l'ingresso invertente del operazionale principale (retroazione ) e una seconda tensione di riferimento"

supera gli 0.5 V.

L'SCR, in questo caso, interviene e mette in corto l'uscita inibendo pero' la possibilita' di far funzionare l'alimentatore in modo "corrente costante".

E' questo il risultato finale che si vuole ottenere?

C'e' pero' un altro punto da tenere presente:

il circuito di controllo del crowbar NON e' totalmente svincolato dal circuito principale di regolazione:

"tensione di riferimento identica a quella sull ingresso non invertente aumentata di 0.5 V"

La tensione di intervento del crowbar e' legata a quella principale di regolazione (+ 0.5V).

Se la tensione principale di regolazione ( Voltage Reference) "fallisce" (per p.e. la "rottura" del riferimento di tensione) la tensione di uscita puo' superare il valore "impostato" (rectius: che avrebbe voluto impostare) dall'utente senza che intervenga il circuito crowbar.

Affinche' un circuto di controllo sia affidabile occorre che sia totalmente indipendente dal circuito controllato.

Negli alimentatori destinati ad alimentare carichi con tensioni "predefinite" (es. circuiti logici 5V, 3.3 V) il circuito di crowbar ha un proprio (indipendente da quello del circuito di regolazione principale) riferimento di tensione.
Avatar utente
Foto Utenteelfo
3.777 2 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 1662
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[62] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 19 ago 2020, 23:44

Osservando lo schema mi sono venute in mente un paio di cose:

1)Se si usano gli lm358 probabilmente la tensione negativa non serve.
Serve invece alimentare a tensione ridotta(28v) gli operazionali con un lm317 per esempio.
Servirebbe anche nello schema con i TL081 che sono un po al pelo e con una tensione stabilizzata lavorano meglio e sono un po piu protetti da quello che succede a monte e a valle.

2) Poi ho capito a cosa serve Q1...e come sia ben studiato proprio per evitare il problema del grafico del Post n°48 che con questo schema non succede.
Il transistor Q1 infatti è li apposta e serve esclusivamente a questo: se mancano i -5v generati tramite la "pompa" a diodi e condensatori lui manda a massa la base del prefinale.
Quindi con questo schema se scompaiono i -5v specialmente a vuoto in uscita c'è 0v.
A carico quando la tensione di ingresso è inferiore Q1 è piu in difficolta nel suo incarico.
Anche per questo suggerisco di mettere un limitatore come un Lm 317 che alimenti tutta la parte di controllo e anche la R13 naturalmente.

Avrei anche una domanda
Ma che tensione massima si vuole in uscita a carico nominale ?
Probabilmente a 24 v non ci arriva...



Questo e il circuito di massima con il crowbar per ora non ha la regolazione di corrente.
Per capire come funziona va bene...
Se la tensione è variabile la soglia inferiore non serve .



Se ho tempo faccio la versione modificata dello schema con lo stabilizzatore per la parte di controllo.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
850 2 10
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 226
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[63] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ago 2020, 2:04

Ciao Foto Utentestefanopc, ti rispondo un po’ in ritardo causa impegni. Ti ringrazio per l’interessamento ma tuo progetto è praticamente un alimentatore e non va bene per quello che è in via di realizzazione. Mi spiace che hai dovuto lavorare ma l’alimentatore di cui si è fatto cenno alcuni post addietro non è quello contemporaneo. Sei stato ingannato dal fatto che se n’è parlato ma non era nelle intenzioni che hanno dato origine alla discussione. Quell'estratto di schema doveva servire soltanto come esempio ma si è andati oltre…

Comunque rispondo ad una tua domanda: Quell’alimentatore, con gli OpAmp sostituiti e potenziato, eroga da 0 a poco più di 30V 10 Ampere con 4 Darlington MJ11032.

Per quanto riguarda il servizio di Q1 dovrei sentire l’amico che ha progettato l’alimentatore attualmente in fase di modifica, per sapere se in questa realizzazione con altri integrati esiste un servizio equivalente a quello svolto da Q1 nell'altro alimentatore ma credo di no.

Ciao
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.290 1 6 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[64] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 21 ago 2020, 9:31

Non è un alimentatore completo... Per fortuna.
Ho solo messo un abbozzo per far capire come funziona il CROWBAR.
Tra l'altro lo stesso schema l'ho riusato anche in due o tre alimentatori switching che ho costruito modificando delle versioni esistenti per server.
Io vorrei riammodernare il mio primo alimentatore che non uso da anni anche se funziona perfettamente per avere la regolazione da 0v a 20v per esempio con controllo di corrente.
Quindi vi seguo volentieri così poi prendo qualche spunto dal vostro schema.
Gli alimentatori che uso al momento sono :
- 3.2v : 16.5v - 20A variabile v e I + crowbar switching
- 5v : 27 v - 3A variabile solo v. switching
Ciao :D
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
850 2 10
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 226
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[65] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ago 2020, 12:24

Interessante quel 3.2v : 16.5v - 20A variabile v e I + crowbar switching. E' complesso?
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.290 1 6 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[66] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentesetteali » 21 ago 2020, 12:54

Vero Ivo, è interessante quel circuito.
Intanto stamani ho fatto delle altre prove sull'alimentatore che vado a riportare qui.
Però mentre ci lavoravo, mi è venuto da pensare al fatto dei condensatori elettrolitici da alimentare la tensione negativa, come si sceglie la polarità da collegare ?
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
7.170 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3775
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[67] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ago 2020, 17:06

Già Alex, come si sceglie la polarità?
Bisognerebbe interpellare Power Supply Man, alias Foto Utenteedgar, proviamo ad evocarlo e vediamo se si materializza? Sperando che non esiga un tributo mediante sacrificio... :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.290 1 6 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[68] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utenteedgar » 21 ago 2020, 23:25

Mi verrebbe da dire: si monta il circuito magari con condensatori da qualche uF standard, col tester si verificano le polarità e si passa poi agli elettrolitici definitivi.
Ad ogni modo è una soluzione che non mi è mai piaciuta gran che. A memoria penso di non averla mai usata.
Anni fa per alimentare un voltmetro LCD isolato dal resto del circuito ho persino realizzato un piccolo dc dc converter con un 555 e un trasformatore audio recuperato da una radiolina, ma niente condensatori per ottenere tensioni isolate :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.602 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3366
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[69] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ago 2020, 23:32

Da quel che mi sembra di ricordare ci vogliono 100uF l'uno, bisogna usare per forza gli elettrolitici...
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.290 1 6 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[70] Re: Trasformatore o condensatore ?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ago 2020, 23:39

Ma non dobbiamo mettere i condensatori in parallelo al ponte ma al secondario del trasformatore di potenza, cosa ci facciamo col tester? Dal momento che i condensatori di prelievo sono 2 non troviamo informazione su come gestire le polarità, potrebbe essere anche indifferente...
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.290 1 6 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 30 ospiti