Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Caldaie, climatizzatori, isolamento termico, impianti di illuminazione e di insonorizzazione

Moderatori: Foto UtenteDarioDT, Foto UtenteMassimoB, Foto UtenteGuerra, Foto Utentepaolo a m

0
voti

[11] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 22 ago 2020, 0:17

La modulazione viene effettuata proprio in modalità on-off e per la pompa non c'è alcun problema a lavorare in tal modo; provvedo comunque a spostare il thread in una sezione in cui avrà maggiore visibilità da parte degli esperti nello specifico settore (io non lo sono).
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11244
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[12] Re: Problemi con la pompa dell'acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 22 ago 2020, 0:51

Confermo che il tipo di modulazione è ON -OFF. Ho installato un sistema simile nella casetta al mare di mia suocera, per sopperire alle sporadiche mancanze d'acqua nell'acquedotto comunale.
Particolari inconvenienti non ce ne sono, in quanto aprendo un rubinetto alla massima portata e tenendolo aperto, la pompa funziona in maniera ininterrotta. Diminuendo la portata del rubinetto, prima o poi la pompa si spegne, per riavviarsi quando la pressione diminuisce oltre un certo valore. Tuttavia, questo avviene in maniera "dolce", senza colpi d'ariete, perché quando la pompa si riavvia, nella tubazione esiste già una certa pressione. In pratica, con il rubinetto mezzo aperto si assiste ad una continua variazione di pressione del flusso, che scende lentamente fino al valore minimo previsto, risale un po' più rapidamente al valore massimo, e così via.
Devo anche aggiungere che questo è anche un ottimo sistema per capire, aprendo il rubinetto, se manca l'acqua dell'acquedotto, e quindi regolarsi di conseguenza con i consumi.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.431 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1482
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[13] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 22 ago 2020, 8:30

Secondo me dovevano mettere la pompa sia su acqua calda che fredda.
Per avere un minimo di comfort il regolatore di pressione ci vorrebbe proprio.
Tanti complimenti al professionista.... Chissà se a casa sua lavora così.
Ciao
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
800 2 10
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[14] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 22 ago 2020, 10:33

Premesso che non sono idraulico ma che ho lavorato in una ditta che vende materiali di idraulica all'ingrosso (oltre che per riscaldamento, edilizia e giardinaggio) per 25 anni e mi sono sempre interessato dei risvolti tecnici

Per prima cosa .... temo che la soluzione non sia a norma, non mi risulta sia ammesso collegare una pompa ad un impianto di acquedotto .........

---

Provo, in base alle mie conoscenze (ed anche esperienze) a darti qualche indicazione che spero possa esserti utile

Non sono sicuro al 100% di come sia arrangiato il sistema dei tuoi genitori, uno schizzo, anche fatto a matita, aiuterebbe ad avere le idee più chiare

---

Sostanzialmente esistono due "metodi" per realizzare un impianto con pompa, uno viene detto autoclave e si basa su di un grosso serbatoio pressurizzato dove l'acqua viene spinta da una pompa e dove, per mantenere la pressione (l'acqua di per sé è incomprimibile) è presente una precarica d'aria (senza nessun separatore tra aria ed acqua)

Questo sistema, però, già anni fa era diventato di scarso impiego, venendo, di fatto, usato un sistema che non prevede l'uso di un grosso serbatoio, ma, in sua vece, di uno o più "vasi espansione" in detti vasi (sempre precaricati d'aria) tra l'acqua e l'aria è presente una membrana in gomma, i vasi d'espansione sono di varia misura e se ne possono installare più di uno in parallelo, al fine di evitare accensioni e spegnimenti troppo frequenti della pompa, la loro capacità in litri, quindi va valutata in base all'utilizzo

Su wikipedia puoi trovare qualche notizia, quella che interessa a te è l'autoclave per acqua potabile, ovviamente non quella per sterilizzazione

---

Credo che quei 100 litri di serbatoio di cui parli si riferiscano ad uno o più vasi ad espansione, e non ad un serbatoio per autoclave (sarebbe molto piccolo per gli standard) o ad un serbatoio di raccolta (aperto) posto tra l'acquedotto e l'ingresso della pompa (peraltro, penso che questa soluzione non sarebbe vietata dalle norme)

---

Per conto mio l'idea di usare la pompa solo per alimentare il ramo dell'impianto che va alla caldaia non è buona, si sta già decretando che la pressione non sarà mai bilanciata tra acqua calda e fredda

Nota che sulla pompa c'è sicuramente un pressostato (regolabile entro certi limiti) che ha la funzione di decidere a che pressione minima la pompa deve accendersi ed a quale pressione massima la pompa deve spegnersi, ma se devi alzare la pressione per fare in modo che la caldaia non vada in blocco, facilmente il rapporto tra pressione acqua calda e pressione acqua fredda per ottenere una corretta miscelazione delle due non si riesce a rispettarlo

Va da sé che la pompa doveva essere collegata in modo da "spingere" l'acqua sia verso la caldaia che verso i rubinetti dell'acqua fredda (fai fare la modifica e vedrai che tutto si sistema)

---

Parliamo dello "stringere" la mandata della pompa chiudendo parzialmente un rubinetto (o valvola che sia), nota che così facendo si diminuisce solo la portata (in litri al minuto) ma non la pressione (la prevalenza) dell'acqua che resta la stessa (non andiamo oltre con le considerazioni sull'argomento), quindi soluzione da scartare

Usare un riduttore di pressione ..... se lo si usa si può riabbassare la pressione dell'acqua, ma allora tanto vale non montare la pompa, se si abbassa la pressione ad un livello compatibile con quello dell'acqua fredda, ecco di nuovo problemi con il funzionamento della caldaia, tieni anche conto che per settare la pressione basta regolare il pressostato

Per adesso mi fermo qui, se hai qualche dubbio chiedi che vedo se riesco a risponderti

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[15] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteLouisXIV » 23 ago 2020, 1:38

Grazie ancora claudiocedrone e chiedo scusa per la sezione sbagliata.

E grazie Franco012, stefanopc, Kagliostro.

Sono ora più tranquillo almeno in merito alla questione dei 'colpi d'ariete' e sul funzionamento ON-OFF della pompa.


Kagliostro ha scritto:Credo che quei 100 litri di serbatoio di cui parli si riferiscano ad uno o più vasi ad espansione, e non ad un serbatoio per autoclave (sarebbe molto piccolo per gli standard) o ad un serbatoio di raccolta (aperto) posto tra l'acquedotto e l'ingresso della pompa (peraltro, penso che questa soluzione non sarebbe vietata dalle norme)

Kagliostro, come mi suggerisci, domani proverò a fare uno schizzo del sistema. Non voglio aggiungere informazioni che, da non esperto, potrebbero essere incomplete e poco utili (ovviamente, non essendo competente, quello che vi disegnerò sara uno schema concettuale... Non potrei usare correttamente simboli e connessioni come da 'disegno professionale' -vedi CAD, ecc-, non li conosco).

Kagliostro ha scritto:Va da sé che la pompa doveva essere collegata in modo da "spingere" l'acqua sia verso la caldaia che verso i rubinetti dell'acqua fredda (fai fare la modifica e vedrai che tutto si sistema)

Comprendo chiaramente questa soluzione, sostenuta anche da stefanopc, e di come risolva non solo problemi di comfort ma anche di progetto. La "suggerirò"(...) ai miei genitori, sperando di convincerli a rimettere mano su quanto, ahimè, attualmente realizzato.

stefanopc ha scritto:Per adesso mi fermo qui, se hai qualche dubbio chiedi che vedo se riesco a risponderti

Grazie mille, davvero, per la disponibilità e per l'esaustività.
Avatar utente
Foto UtenteLouisXIV
10 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 16 ago 2020, 21:21

0
voti

[16] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteLouisXIV » 23 ago 2020, 17:06

Di seguito allego un disegno -matita e foglio a quadretti...- che ho provato a realizzare in rappresentanza dello schema del sistema.

E' "brutto" e ve ne chiedo scusa ma l'importante è che sia chiaro, spero.
Grazie per la comprensione.

P.S.: il collegamento che va da monte del serbatoio direttamente a valle della pompa (la linea segmentata, alternata con un punto), permette di raggirare la pompa nel caso in cui smettesse di funzionare e ripristina il circuito così come sarebbe senza pompa: per come è stato realizzato, se la pompa non funziona, non c'è proprio acqua nel circuito dell'acqua calda.
Ovviamente, ora che tutto funziona, quella parte di circuito è 'vuota'. Ci sono dei rubinetti che, nel caso sia necessario, chiudono il circuito che ora fa passare l'acqua attraverso pompa e serbatoio, e aprono quello che li raggira.

Kagliostro ha scritto:Per prima cosa .... temo che la soluzione non sia a norma, non mi risulta sia ammesso collegare una pompa ad un impianto di acquedotto .........

Kagliostro, ritieni sia non a norma?
Considera che il serbatoio (semplicemente una 'cassa' piena d'acqua) si trova sul terrazzo insieme alla pompa, in prossimità della caldaia. Su questo terrazzo è anche presente il contatore dell'acqua che entra nell'abitazione.
Allegati
Schema.jpg
Schema
Avatar utente
Foto UtenteLouisXIV
10 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 16 ago 2020, 21:21

0
voti

[17] Re: Problemi con la pompa dell'acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 23 ago 2020, 19:14

LouisXIV ha scritto:Di seguito allego un disegno -matita e foglio a quadretti [...] E' "brutto"

Sì, è bruttino. Ti consiglio di disegnare lo schema con FidoCadj, che è il software "ufficiale" per gli schemi elettrici sul Forum. Qui non parliamo di roba elettrica, però con FidoCadj dai la possibilità a tutti d'intervenire sullo schema, effettuando in un attimo le modifiche ritenute necessarie. L'utilizzo è molto semplice, trovi tutto in questa guida. Inoltre, per citare un utente non serve armeggiare con caratteri grassetto e colori, basta utilizzare la funzione "user" (anche questo viene spiegato nella guida).

Sarebbe inoltre opportuno, secondo me, indicare nello schema anche in quali punti sono state inserite le valvole di non ritorno, perché potrebbe capitare, osservando lo schema come lo hai disegnato, che nel caso in cui venga attivato quel tratto rappresentato da una "linea segmentata, alternata con un punto", in mancanza di rete idrica l'acqua del serbatoio si riversi tutta nell'acquedotto, attraverso la pompa.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.431 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1482
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[18] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 24 ago 2020, 1:44

Se il serbatoio è aperto (riempito tramite un galleggiante che si chiude quando il livello è al massimo) credo non sia fuori norma

Mi pare strano che dopo la pompa e prima della caldaia non ci siano vasi espansione

per favore chiariscimi questa cosa

(per vedere come sono fatti fai una ricerca per immagini con google, in genere sono di colore rosso, ma non è detto)

Se i tuoi sono in due un vaso da 24 litri dovrebbe essere sufficiente, si potrebbe discutere se fosse il caso di metterne uno più grande o da solo 2 litri per modificare il funzionamento dell'impiantino

--

Per me la cosa deve essere fatta così per avere un funzionamento ottimale di tutto l'impianto (avere un po' più di pressione anche sull'acqua fredda migliora le cose) ed evitare problemi al funzionamento della caldaia

ovviamente se si vuole aggiungere qualche valvola, ad esempio per poter togliere la pompa guasta, senza fermare tutto l'impianto o in altri punti, lo si può fare, sono solo migliorie

(disegnino fatto con FidocadJ moto alla buona, tanto dovrebbe bastare per capire)



Dici che il serbatoio è sul terrazzo (con la pompa), presumo che il terrazzo sia più in alto dell'appartamento, giusto ?

K

p.s.: Vedi di convincere i tuoi, ti ringrazieranno
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[19] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 24 ago 2020, 2:20

C'è lo smart press ovvero un press control quindi il vaso di espansione (idrosfera) non serve.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11244
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[20] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 24 ago 2020, 7:51

Vero, mi era sfuggito che non fosse un pressostato

Però, per lo Smart Press ho visto che si può regolare la pressione minima di intervento ma non sono riuscito a capire se si possa anche regolare il livello della pressione massima

E, a mio parere, avere il controllo sul livello di pressione massima è, più che opportuno, d'obbligo

---

Ah, dimenticavo, la prima cosa in assoluto da fare ...... far sistemare la perdita dalla doccia

K

p.s.: il funzionamento dello Smart Press si può emulare usando un vaso espansione di piccole dimensioni, per questo accennavo all'uso di un vaso da soli 2 litri
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

PrecedenteProssimo

Torna a Termotecnica, illuminotecnica, acustica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti