Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Caldaie, climatizzatori, isolamento termico, impianti di illuminazione e di insonorizzazione

Moderatori: Foto UtenteDarioDT, Foto UtenteMassimoB, Foto UtenteGuerra, Foto Utentepaolo a m

0
voti

[21] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteLouisXIV » 25 ago 2020, 1:13

Grazie Foto UtenteFranco012 per le dritte.

Perdonatemi se non l'ho fatto in FidoCadj, appena possibile lo realizzerò. Aspetto di passare nuovamente per casa dei miei genitori (forse domani), perché comunque il disegno che vi ho inoltrato l'ho fatto a memoria, così da poter inserire tutti i dettagli e con certezza.

Kagliostro ha scritto:Se il serbatoio è aperto (riempito tramite un galleggiante che si chiude quando il livello è al massimo) credo non sia fuori norma

Esattamente, è un serbatoio aperto che blocca il flusso che lo riempie tramite galleggiante.

Kagliostro ha scritto:Mi pare strano che dopo la pompa e prima della caldaia non ci siano vasi espansione

Come dice anche Foto Utenteclaudiocedrone, che ringrazio, c'èun press-control. Ad ogni modo, per i dettagli, appena posso vi inoltro lo schema in FidoCadj.

Kagliostro ha scritto:Dici che il serbatoio è sul terrazzo (con la pompa), presumo che il terrazzo sia più in alto dell'appartamento, giusto ?

Questo no, il serbatoio poggia a terra -così come la pompa- ed il terrazzo è esattamente alla stessa altezza di tutto l'appartamento.
Quello che dici, mi fa pensare al sistema -di cui non ricordo il nome- del serbatoio montato in altezza per sfruttare la pressione ottenuta per gravità: ma quel sistema è pensato per non avere la pompa?

Kagliostro ha scritto:E, a mio parere, avere il controllo sul livello di pressione massima è, più che opportuno, d'obbligo

Più che altro, per curiosità personale: perché ritieni sia necessario?
Comunque, in sostanza, tu suggerisci di montare comunque anche un vaso di espansione nonostante sia già presente il press-control?

Ad ogni modo, grazie ancora Foto UtenteKagliostro.
Avatar utente
Foto UtenteLouisXIV
10 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 16 ago 2020, 21:21

0
voti

[22] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 25 ago 2020, 2:02

LouisXIV ha scritto: ...di cui non ricordo il nome...

Piezometrico...
ad ogni modo penso che occorra in primis riparare la perdita nella doccia, poi trovare il modo di regolare la pressione dallo smart press (se lo hanno chiamato "smart" trovo strano che ciò non sia possibile; e se non lo fosse occore trovare un altro modo :roll: ) a un livello accettato dalla caldaia (e che non possono certo essere i 15 bar indicati come Pn sullo smart press :? ) cosa di cui saranno poi contenti tutti gli altri "utilizzatori" (flessibili e rubinetti compresi) e finalmente estendere il pompaggio all'intero impianto.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11244
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[23] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto Utentepaolo a m » 25 ago 2020, 8:43

Il press control non prevede la regolazione di massima pressione. Tale pressione è quella fornita della pompa. Che per il modello postato dall'OP è pari a 4,7 bar a portata nulla. Una pressione più che gestibile, tenendo conto che man mano che la portata cresce, la pressione, stante anche la limitata potenza della pompa, si riduce sensibilmente sotto quel valore.
Avatar utente
Foto Utentepaolo a m
4.888 1 2 4
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1694
Iscritto il: 23 apr 2008, 8:55

0
voti

[24] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 25 ago 2020, 10:50

Il motivo per cui dicevo che avere controllo sulla pressione massima è un must è proprio quello che hanno appena spiegato, si avrebbe sull'impianto la pressione massima che la pompa può raggiungere e, se eccessiva, potrebbero esserci problemi con la caldaia e di tenuta, se non nell'immediato, più in là nel tempo

Se effettivamente la pressione a vuoto di quella pompa è di 4.7 atm allora la cosa è accettabile

--

OK, sta tutto sul piano dell'appartamento, niente alimentazione per caduta in caso di mancata erogazione da parte dell'acquedotto

--

Se le cose stanno come detto (pressione max della pompa), sistemata la perdita alla doccia e fatto in modo che sia calda che fredda siano "spinte" dalla pompa, i tuoi problemi dovrebbero essere completamente risolti

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[25] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteLouisXIV » 26 ago 2020, 19:33

Grazie a tutti.

Di seguito, vi allego uno schema del sistema fatto con FidoCadj (Foto UtenteKagliostro, ho abusato dello schemino che avevi realizzato tu... non me ne volere):



In realtà, avete risolto i miei dubbi e definito le strade per correggere gli errori. La funzione del mio post volge al termine, e ringrazio davvero tutti voi che mi avete aiutato per la vostra disponibilità e attenzione.

In chisura, vi vorrei porre alcune domande per le ultime cose emerse ed avere un quadro completo chiaro:

1) La ragione per cui ho parlato della perdita (riparata oggi) era legata alla preoccupazione per il comportamento di continuo e rapido ON-OFF che la pompa aveva. Comportamento non troppo dissimile dal caso in cui si miscela l'acqua, o non si apre completamente un rubinetto (che poi è un po' la stessa cosa):
su questo problema mi ero tranquillizzato perché mi avete indicato che è un comportamento del tutto normale per la pompa.
Vi chiedo quindi, come mai unanimamente avete sottolineato l'urgenza di riparare la perdita?
Quale sarebbe il rischio da scongiurare?
A mio avviso, l'unica preoccupazione era questo continuo ON-OFF (al di la dello spreco d'acqua che avevo risolto facendo spegnere la pompa quando non serviva).

2)
Franco012 ha scritto:nel caso in cui venga attivato quel tratto rappresentato da una "linea segmentata, alternata con un punto", in mancanza di rete idrica l'acqua del serbatoio si riversi tutta nell'acquedotto, attraverso la pompa

Come si vede nello schema, il "bypass" non solo ha la valvola ma ha anche dei rubinetti che attualmente sono: aperto il primo e chiuso il secondo, in modo da far defluire l'acqua nel circuito con la pompa. Eccesso di zelo, in questo caso, la valvola?
Più che altro, a differenza dello schema 'ideale' proposto da Foto UtenteKagliostro, [color=#0000BF]il sistema non ha valvola di non ritorno a valle della pompa: nello schema di Kagliostro è necessaria perché poi c'è il vaso di espansione?
Soprattutto: una pompa spenta/rotta può essere percorsa dall'acqua o è come un rubinetto chiuso?


3) Chiedo conferma che la pressione massima della pompa -4,7 atm- è una pressione non troppo alta e che non necessita di introdurre strumenti che aiutino a gestirla. Motivo per cui non dovrò mai pormi problemi che, in qualunque modo i miei genitori usino la pompa e l'acqua, non si possa determinare lo scoppio di tubi o la rottura prematura della caldaia -ovviamente, salvo casi sfortunati-.
Avatar utente
Foto UtenteLouisXIV
10 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 16 ago 2020, 21:21

1
voti

[26] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 27 ago 2020, 12:59

La filosofia del forum rispetto agli schemi in FidocadJ è proprio quella di avere la possibilità di editare gli schemi postati per poter sottoporre agli altri delle modifiche

Quindi hai fatto benissimo

--

In effetti un'accensione e spegnimento continuo, come nel caso della perdita alla doccia, non sono salutari per la pompa che potrebbe subire danni a causa delle ripetute sovracorrenti al momento della riaccensione

--

La valvola di non ritorno sul mio schemino era lì proprio per evitare che a pompa spenta la pressione presente sul circuito (dovuta alla presenza del vaso espansione) non facesse sì che l'acqua prendesse un percorso inverso

--

Se colleghi l'ingresso di una pompa ad un punto in cui ci sia un minimo di pressione, l'acqua attraversa tranquillamente la pompa e te la ritrovi sull'uscita

--

Per un impianto con pompa (ma anche senza) la pressione ottimale d'esercizio va dalle 1.5 atm a 3.5 atm, l'unico modo per sapere a quanto sta realmente la pressione nell'impianto è quello di avere un manometro

Non mi piace lo smart press perché se vuoi fare le cose bene sei costretto ad installare un riduttore di pressione con manometro

Un'alternativa è quella di verificare con un manometro che poi puoi anche togliere, a che livello si attesta la pressione massima e se sei entro le 3 - 3.5 atm sai che puoi evitare il riduttore

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[27] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto Utentepaolo a m » 27 ago 2020, 17:53

@ Foto UtenteLouisXIV
1. Come ti hanno già detto le perdite sono da evitare perché fanno male alla pompa e ... al portafoglio.

2. Cerca in internet sul sito della DAB trovi le istruzioni di montaggio del press control. Vedrai che viene detto di evitare l'applicazione di valvole di non ritorno a valle dell'apparecchio.

3. Sempre sul sito della DAB cerca i dati tecnici della pompa. Vedrai che sia sotto forma tabellare che grafica vengono riportate le condizioni di funzionamento, pressione in funzione della portata. Come ho già avuto modo di dire la pressione, al massimo, a portata nulla, non va oltre a 4,7 bar e potrai vedere che scende rapidamente sotto i 3 bar con portate di qualche decimo di litri al secondo.

Come ti è stato detto è opportuno che il sistema di pressurizzazione alimenti sia l'acqua fredda oltre che quella calda.
Avatar utente
Foto Utentepaolo a m
4.888 1 2 4
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1694
Iscritto il: 23 apr 2008, 8:55

0
voti

[28] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 28 ago 2020, 8:19

Quando è tutto OK facci sapere com'è andata

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[29] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteLouisXIV » 30 ago 2020, 15:54

Certo!

Ad ogni modo, ringrazio davvero entrambi, Foto UtenteKagliostro e Foto Utentepaolo a m.
E ringrazio tutti quanti mi hanno dato un contributo, siete stati molto preziosi.

Vorrei solo proporvi una soluzione a cui sto pensando, per la 'correzione' del sistema e portare la pompa ad alimentare sia l'acqua calda che fredda:



La mia intenzione, sarebbe quella di ridefinire il sistema in modo che non sia necessario 'metterci mano' sia che la pompa funzioni sia che non funzioni (detto altrimenti, sia che la pompa sia tenuta spenta che accesa).

Attualmente, se la pompa non funzionasse, come mostrato nello schema inoltrato nel mio post 'n°[25]' (che non riporto per non appesantire troppo questo post), devo chiudere il rubinetto a monte della pompa e aprire quello a valle.

Nello schema che ho disegnato, ho posto una valvola di non ritorno subito dopo la pompa e un'altra nel tratto che possiamo definire di bypass.


Nello schema qui disegnato, il sistema funzionerebbe così:
  • Dopo il contatore, il percorso dell'acqua si divide in due: in uno c'è la pressione offerta dall'impianto standard; nel secondo si entra in quello che verrà poi alimentato dalla pompa;
  • Questo secondo canale, dopo la pompa, si ricongiunge con il primo:
      1) quando la pompa è in funzione, la maggiore pressione qui presente, 'tappa' il primo canale. Qui l'acqua non può neanche tornare indietro perché c'è la valvola di non ritorno. Valvola che magari si mette proprio in prossimità del punto di intersezione del secondo canale nel primo, così da ridurre al minimo eventuali ricircoli e stress alla valvola stessa;
      2) quando la pompa non funziona, la pressione dell'impianto tradizionale riuscirà a scorrere andando ad alimentare l'appartamento (in teoria non sarà una pressione adeguata ma meglio di niente, di sicuro almeno l'acqua c'è). E non ricircolerà nel secondo canale perché, anche qui, c'è la valvola di non ritorno (che come l'altra, si può mettere il più vicino possibile all'imbocco, stavolta, del secondo canale nel primo).

L'unico inconveniente potrebbe forse essere che, non essendoci un canale unico, la pressione nell'impianto tradizionale si abbassa ancora un po'. Ma questo sarebbe poi parzialmente vero, perché:
- se la pompa è spenta, prima o poi il serbatoio si riempie e blocca l'afflusso d'acqua nel secondo canale;
- se la pompa è in funzione, il serbatoio non si dovrebbe riempire più lentamente perché l'acqua pompata andrebbe a 'tappare' il primo canale e quindi, dal contatore, l'acqua tenderebbe a defluire tutta verso il serbatoio.

Cosa ne pensate??
C'è qualche errore di valutazione nei passaggi? O rischi che sarebbe meglio evitare?
Avatar utente
Foto UtenteLouisXIV
10 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 16 ago 2020, 21:21

0
voti

[30] Re: Problemi con la Pompa dell'Acqua per bassa pressione

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 30 ago 2020, 19:15

La presenza di una valvola di non ritorno ha come effetto una leggera caduta sulla mandata dell'acqua

se la valvola è posizionata a valle della pompa, dove pressione e portata sono esuberanti, nessun problema

se, invece, la valvola è sul ramo collegato direttamente al contatore, dove la pressione scarseggia ... le cose potrebbero non andare molto bene

Non ricordo molto bene, ma mi pare che in questi casi si preferisse una valvola di non ritorno senza molla, una valvola clapet, la quale sfrutta il peso dell'otturatore invece di una molla per funzionare

valvola-di-ritegno-a-clapet.jpg
valvola-di-ritegno-a-clapet.jpg (31.51 KiB) Osservato 265 volte


Valvola Clapet Schema.jpg


Un'altra considerazione, la situazione nel serbatoio, essendo aperto, seppure in modo minimo, in condizioni di "inattività" ci sarà dell'evaporazione, per cui, ogni tanto, potrebbe verificarsi che la valvola a galleggiante si apra per poi richiudersi a livello ripristinato, ma la cosa non dovrebbe dare disturbo, più che altro, se la situazione si protraesse per molto tempo, si dovrebbe prestare attenzione ad un eventuale decadimento della potabilità dell'acqua

--

Alla fine non saprei esattamente cosa consigliarti, la tua idea, specie se i genitori sono anziani, sarebbe buona e gli eviterebbe di dover fare interventi, se non quello di avvisare qualcuno che la pompa è ferma, ma non saprei dirti quale potrebbe essere l'effettiva perdita con la valvola di non ritorno sul bypass se la pressione dell'acquedotto è molto bassa, probabilmente un doppio bypass sarebbe più sicuro, magari, senza stare a cambiare tutto, integri l'impiantino con le modifiche e lasci in essere i rubinetti di intercettazione già presenti



K

p.s.: Cercando in rete ho trovato questa pagina con soluzioni alternative tra loro

https://www.pippohydro.com/contenuto-111-x_schema_impianto_elettropompa_con_presscontrol.html

Ma in un modo o nell'altro siamo sempre a quelle che prospettavamo qui nel thread
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.384 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2296
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

PrecedenteProssimo

Torna a Termotecnica, illuminotecnica, acustica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti