Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Pompa con alimentatore + batteria tampone

Piccole automazioni, installazioni elettroniche e domotica

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[11] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 18 ago 2020, 18:04

Ad integrazione di quanto già detto al post [3], posso aggiungere che:
  1. non so come venga calcolato l'assorbimento minimo e massimo della pompa, ma ritengo plausibile che la pompa, durante il funzionamento, assorba il massimo della corrente prevista. L'acqua c'è o non c'è, non penso ci siano lunghi periodi di utilizzo "intermedio", con poca acqua e consumo minimo di corrente;
  2. nel caso in esame, è richiesto un alimentatore di potenza sufficiente ad alimentare la pompa e caricare la batteria, con funzione di ricarica in tampone. Se l'alimentatore non ha potenza sufficiente, anche in presenza di tensione di rete dovrà essere la batteria a sobbarcarsi buona parte dell'energia necessaria ad azionare la pompa. Per questo, ritengo opportuno l'utilizzo di una caricabatterie per auto di tipo elettronico/automatico, che assicuri almeno i 5 ampere necessari per il funzionamento della pompa e, come funzione aggiuntiva, il mantenimento in carica della batteria nei periodi di inattività della pompa;
  3. non è infrequente il fatto che in occasione di piogge particolarmente intense si abbiano interruzioni di corrente, in alcuni casi ripetute a breve distanza di tempo;
  4. per quanto riguarda la batteria, 12 Ah mi sembrano pochini, considerando che sono dati nominali, riferiti ad una batteria nuova e perfettamente carica. Bisognerebbe consultare la curva di scarica della batteria (fornita dal costruttore) per avere un'idea più precisa dell'autonomia. Secondo me, con una batteria da supermercato per autotrazione da 36 Ah o giù di lì si spende meno di 40 euro e si risolve in maniera ottimale, dato che:
    • non è richiesta una grande capacità di scarica nell'unità di tempo (come ad esempio nelle batterie per UPS, molto più costose) per cui anche una "normale" batteria è in grado di fornire agevolmente la corrente chiesta ad una tensione accettabile;
    • il caricabatteria può essere anche di potenza inferiore a quella ottimale (diciamo sui 3,5 ampere), in quanto l'elevata capacità della batteria compensa l'insufficiente potenza del caricabatterie durante il funzionamento della pompa;
    • nel caso di ripetute mancanze di corrente, la batteria regge meglio la riduzione dell'autonomia dovuta al poco tempo a disposizione per la ricarica, sia perché a seguito di un intervento della pompa in assenza di rete si conserva ancora un'autonomia sufficiente per eventuali successivi interventi, sia perché al ritorno della tensione di rete la batteria può essere ricaricata con una corrente di maggiore intensità, e trovarsi pertanto "pronta" per successivi interventi in un tempo minore;
    • con una batteria di elevata capacità si corre meno il rischio di arrivare a scariche profonde, che se protratte nel tempo sono dannose per la vita della batteria (non mi risulta che anche i più sofisticati caricabatterie possano evitare questo inconveniente).
Per risparmiare, si può eventualmente valutare l'utilizzo di una batteria da auto usata, ancora in buone/discrete condizioni.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.451 2 3 6
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1488
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[12] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 21 ago 2020, 19:33

Foto UtenteFranco012, Foto Utentestefanopc e tutti,

mettendo insieme i vostri suggerimenti e quello che ho trovato di disponibile penserei di mettere in piedi un sistema così:



Vanno bene i fusibili così?

Come alimentatore avrei trovato questo

Batteria questa
La più piccola che ho trovato

Mi date la vostra benedizione??

Grazie
ciao
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.531 1 4 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 640
Iscritto il: 6 ott 2015, 9:59
Località: Brescia

0
voti

[13] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 21 ago 2020, 22:16

Riguardavo il mio schema e forse il fusibile da 5A tra l'alimentatore e la pompa non è una grande idea visto che l'alimentatore può caricare la batteria fino a 8A?
Dovrei metterlo da 8A?
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.531 1 4 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 640
Iscritto il: 6 ott 2015, 9:59
Località: Brescia

0
voti

[14] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 21 ago 2020, 22:19

Concordo niente relè, e aggiungo: se non vivi nel 3o mondo, e poiché finora eri senza pompa, non mi farei troppi problemi su batteria e caricabatteria, l'eventualità che piova a dirotto e manchi la rete a lungo è molto remota direi
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8140
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[15] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 21 ago 2020, 22:34

richiurci ha scritto:e poiché finora eri senza pompa, non mi farei troppi problemi su batteria e caricabatteria, l'eventualità che piova a dirotto e manchi la rete a lungo è molto remota direi

E' quello che mi ripetevo sempre anche io per evitare di fare il lavoro!

Mi sono deciso a mettere in piedi il sistema ora (ho la pompa in casa da fine 2018) dopo aver asciugato lo scantinato 2 volte nella stessa settimana (circa a metà luglio).
Durante l'ultima "bomba d'acqua" ho continuato a monitorare per almeno un'ora (all'una di notte) il livello dell'acqua (e fanghiglia argillosa) che saliva nella bocca di lupo dietro al vetro della finestra. E' andato su fino a circa 25 cm sopra il davanzale prima di iniziare ad entrare in casa attraverso il muro e le guarnizioni. E nel frattempo la luce è saltata almeno 3 volte, anche se al massimo per 3 o 4 minuti. Tuttavia 4 minuti di funzionamento di quella pompa fanno 60 litri in meno da buttare fuori casa!

Purtroppo queste situazioni (le cosiddette "bombe d'acqua") si stanno presentando sempre più spesso ogni anno...nonostante ciò credo che non saremo promossi nemmeno quest'anno al 3° mondo!!!
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.531 1 4 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 640
Iscritto il: 6 ott 2015, 9:59
Località: Brescia

0
voti

[16] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 21 ago 2020, 23:26

Sisi non intendevo dire che puoi evitarli, solo che basterà una batteria da 12Ah per garantirti 2h ore di funzionamento
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8140
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[17] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 22 ago 2020, 0:15

Secondo me, i dispositivi che hai citato vanno più che bene.
Il fusibile tra batteria e caricabatterie non serve, in quanto quest'ultimo è già protetto da sovracorrenti e cortocircuiti.
Per l'altro fusibile, ne puoi utilizzare anche uno di taglia maggiore (es. 7,5 ampere) in quanto serve praticamente solo in caso di cortocircuito.
richiurci ha scritto: basterà una batteria da 12Ah per garantirti 2h ore di funzionamento

Se consideriamo il caso ipotizzato, con azionamenti della pompa di breve durata, intervallati da alcuni minuti durante i quali la batteria "riprende fiato", allora con una batteria nuova e di buona qualità (e notevolmente più costosa) forse ci si può avvicinare alle 2 ore complessive di funzionamento (sempre che la pompa non faccia i capricci con tensioni effettive inferiori ai 12 volt). Però io preferisco andare sul sicuro con una batteria di capacità maggiore e meno prestante, per i motivi già esposti al post [11].
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.451 2 3 6
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1488
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[18] Re: Pompa con alimentatore + batteria tampone

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 22 ago 2020, 0:18

Ciao
Se vuoi la potresti recuperare da un meccanico o un elettrauto usata a molto meno tanto non deve fare avviamento.
Una buona regola è sfruttare al massimo la metà della capacita in una batteria al piombo altrimenti degrada piu in fretta.

Il fusibile tra il Carica Batterie e la batteria lo metterei da 10A .
Se il carica batteria si puo regoloare lo porti a 13.8 o 13.7 altrimenti potresti mettrere in serie un diodo da 10 A per abbassare di 0.6 la tensione altrimenti la batteria bolle a 14.4V.
Il fusibile verso la pompa a questo punto lo puoi mettere da 5 o 10 come ti viene meglio.
Se passi dalle mie parti ne ho due da darti ... gratis
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
820 2 10
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

Precedente

Torna a Automazione civile

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti