Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Modifica interruttore

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentequarevivi » 26 ago 2020, 13:27

Buongiorno a tutti ,sono nuovo di questo forum.
Avrei bisogno di una informazione ( visto che il mio livello non è il top ) : ho un interruttore luci nella camera che verrà coperto dalla testiera del letto , per non aggiungere una scatola esterna e forare il muro volevo eliminare l'interruttore ora presente mettere un cavo con un 'interruttore volante.
Come devo fare i collegamenti ? Allego le foto dell'interruttore ora presente e dell'interruttore volante.
So che molti rideranno ma vorrei esser sicuro di quello che faccio.Grazie a tutti per la cortesia
Interruttore fisso.jpg
Interruttore esistente
Interruttore volante.jpg
interruttore volante
Avatar utente
Foto Utentequarevivi
0 2
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 24 ago 2020, 13:10

0
voti

[2] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 26 ago 2020, 13:46

Quello fisso non è un interruttore ma un deviatore (il punto luce sarà comandato da almeno due punti)
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.501 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2614
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utenteragnol » 26 ago 2020, 14:00

Come ti hanno già detto, quello è un deviatore, e serve quando vuoi comandare una luce da almeno due punti diversi (tipicamente entrata stanza e testiera letto). Spesso si aggiunge anche un invertitore per comandare la luce da tre punti (entrata stanza, letto lato marito, letto lato donna).

Per fare la modifica che hai in mente devi acquistare un deviatore volante (l'interruttore che hai postato tu in foto non va bene) e fare i collegamenti nella scatola che hai aperto per fare la foto.

Nulla di complicato, ma se non sei sicuro di quello che fai chiama un amico elettricista che in 5 minuti ti fa un lavoro sicuro...
Avatar utente
Foto Utenteragnol
35 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 apr 2020, 9:04

1
voti

[4] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentemir » 26 ago 2020, 18:55

quarevivi ha scritto:Come devo fare i collegamenti ?

Per prima cosa devi procurarti il componente equivalente a quello installato a parete, ovvero quello che è installato è un "deviatore", pertanto potrai sostituirlo con un "deviatore terminale" del tipo che ti occorre; anche la Vimar lo produce,vedi qui.
Quello che hai disponibile non va bene, come già ti han detto è un interruttore,a te occorre un deviatore. ;-)
Una volta che avrai il deviatore terminale, realizzare i collegamenti sarà semplice.
Dapprima togliere tensione all'impianto elettrico, aprendo gli interruttori dal quadro elettrico generale.
Poi seguendo le indicazioni serigrafate sui deviatori, andrai a collegare il conduttore (marrone) che si trova nel morsetto L1 al rispettivo morsetto L1 del nuovo deviatore, e cosi via per il morsetto serigrafato con 2 e quello serigrafato con 3.
E' importante rispettare la posizione del conduttore al morsetto L1.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
61,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20757
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[5] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 26 ago 2020, 20:09

In passato erano molto più in voga quei comandi "volanti", oggi quasi del tutto scomparsi, per una semplice ragione. A distanza di tempo il cavo viene quasi sempre maltrattato e rovinato, così come il corpo plastico del apparecchio, che poi si andrà ad impugnare sdraiati a letto nel sonno... Quindi senza troppe attenzioni verso eventuale esposizione delle parti attive.
Ti consiglio vivamente un'altra soluzione, da cosa verrà coperta la parete?
Se è la testiera del letto, meglio montare un altro comando da parete sulla superficie lignea...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.222 3 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1759
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[6] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentedjnz » 27 ago 2020, 7:37

mir ha scritto:potrai sostituirlo con un "deviatore terminale" del tipo che ti occorre; anche la Vimar lo produce,vedi qui

Però vedo potenziali problemi di sicurezza, è un componente che, leggo, è progettato per 2A (quindi ci sarebbe un componente da 2A nella serie protetta da MT luci 10A), e inoltre i fili preesistenti andrebbero giuntati con "qualcosa" che arrivi al deviatore. Sorvolando sul metodo usato per i giunti (spero NON nastro isolante), questo qualcosa a sua volta potrebbe non reggere i 10A e/o non essere in doppio isolamento, oltre ai problemi meccanici evidenziati da Foto UtenteJAndrea. Ok che un punto luce fisso "non dovrebbe" essere sovraccaricabile, ma ci sono diversi motivi per cui prima o poi qualcosa potrebbe andare storto.
Avatar utente
Foto Utentedjnz
180 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52

0
voti

[7] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentemir » 27 ago 2020, 13:47

djnz ha scritto:Però vedo potenziali problemi di sicurezza.

Se l'installazione è eseguita a regola d'arte, non vedo problemi di sicurezza nella realizzazione.
djnz ha scritto: leggo, è progettato per 2A (quindi ci sarebbe un componente da 2A nella serie protetta da MT luci 10A)

2 A è il valore della corrente nominale del deviatore, ovvero quella che può supportare sui suoi contatti nelle manovre di apertura/chiusura, che alla tensione nominale di 250 V corrisponde alla possibilità di comandare un carico della potenza massima di 500 W, e non credo che il punto luce superi quest'ultimo valore, pertanto non capisco dove sia il problema. La protezione a monte , ovvero il magnetotermico con portata 10A serve/protegge la linea luce.Non vedo il problema.
djnz ha scritto: e inoltre i fili preesistenti andrebbero giuntati con "qualcosa" che arrivi al deviatore.

Dal deviatore, è corretto utilizzare un cavo gommato con adeguato isolamento e sezione che andrà a collegarsi sui conduttori presenti nella scatola con dei morsetti a mantello del tipo cembre o simili, si utilizzano comunemente nella realizzazione di cablaggi negli impianti, sono dispositivi normati e certificati.Non vedo il problema.
djnz ha scritto:questo qualcosa a sua volta potrebbe non reggere i 10A e/o non essere in doppio isolamento,

Nel caso dei morsetti a mantello cembre, riporto un estratto delle loro caratteristiche:
Morsettiere unipolari di collegamento e derivazione a più vie per conduttori da 1 ÷ 50 mm2.Compatte e robuste, ideali per l’esecuzione rapida e sicura di impianti elettrici di distribuzione civili ed industriali.I morsetti, a serraggio indiretto, garantiscono un’ottima stabilità nel tempo della connessione ed hanno l’estremità inferiore opportunamente sagomata per chiudere gli ingressi eventualmente non utilizzati.I fori d’ingresso sono provvisti di invito conico per una facile e rapida introduzione del conduttore.
Materiali:
• Corpo in policarbonato antiurto autoestinguente
• Morsetto e vite in acciaio trattato termicamente, zincati elettroliticamente
• Piastrina di riscontro in acciaio stagnato elettroliticamente
Conformi a:
- Direttiva 2006/95/CE-
Norme EN 60998-1: 2004 e EN 60998-2-1: 2004
Norme EN 60947-7-1: 2002 (solo per la grandezza Z50-10D)
Certificati IMQ
anche qui non vedo il problema della connessione/portata,
djnz ha scritto:Ok che un punto luce fisso "non dovrebbe" essere sovraccaricabile,

Questa non l'ho capita ..
djnz ha scritto:ma ci sono diversi motivi per cui prima o poi qualcosa potrebbe andare storto.

SE è per questo, è sempre presente la Legge di Murphy. ;-)
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
61,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20757
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[8] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentedjnz » 27 ago 2020, 19:48

mir ha scritto:Se l'installazione è eseguita a regola d'arte, non vedo problemi di sicurezza nella realizzazione

Appunto, noi non sappiamo quale "regola" seguirà l'OP ;-)
Il mio precedente proprietario di casa ad esempio pensava che andassero bene spezzoni di colori diversi giuntati col nastro ?% ?% e che per la sezione 1,5 andava bene anche un MT da 25A che tanto non succede niente ?% ?% ?% ?%

La protezione a monte , ovvero il magnetotermico con portata 10A serve/protegge la linea luce

...e se non sbaglio tutto quello che c'è di mezzo fino al punto di distribuzione (presa o apparecchio), altrimenti per le tratte finali potremmo mettere anche sezioni 0,5 che tanto non assorbiremo sicuramente piu di 3A per lampadario.

Dal deviatore, è corretto utilizzare un cavo gommato con adeguato isolamento e sezione che andrà a collegarsi sui conduttori presenti nella scatola con dei morsetti a mantello del tipo cembre o simili

Ho appunto sistemato tutti gli orrori con i Cembre :ok:

djnz ha scritto:Ok che un punto luce fisso "non dovrebbe" essere sovraccaricabile,

Questa non l'ho capita ..

Un punto luce fisso non è una presa, il carico è sempre quello. Se l'impianto dell'OP invece finisse su una presa comandata, allora interporre lungo la linea qualcosa non protetto come portata dal MT sarebbe un pericolo reale. In questo caso si sta appunto parlando di modificare un pezzo di tratta interponendo qualcosa con portata minore a quella della soglia di intervento dell'MT.

SE è per questo, è sempre presente la Legge di Murphy. ;-)

Appunto, almeno cercare di non tirarsela proprio addosso :D
Avatar utente
Foto Utentedjnz
180 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52

0
voti

[9] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentemir » 27 ago 2020, 20:52

djnz ha scritto: La protezione a monte , ovvero il magnetotermico con portata 10A serve/protegge la linea luce
...e se non sbaglio tutto quello che c'è di mezzo fino al punto di distribuzione (presa o apparecchio)

L'interruttore magnetotermico assolve alla funzione di proteggere il circuito in cui è inserito, aprendo il circuito in un tempo tanto più rapido quanto maggiore è la corrente assorbita dal circuito rispetto al valore della corrente nominale dell'interruttore magnetotermico.
djnz ha scritto: altrimenti per le tratte finali potremmo mettere anche sezioni 0,5 che tanto non assorbiremo sicuramente piu di 3A per lampadario.

Non è corretto, perché la sezione dei conduttori di una linea di alimentazione non va scelta tanto per .. bensi va correttamente dimensionata, considerando i parametri caratteristici di tensione e intensità di corrente, in ampiezza e forma e il tipo di posa, per alimentare i carichi ad essa collegati.
djnz ha scritto:Un punto luce fisso non è una presa, il carico è sempre quello

Certo che son due cose differenti, relativamente al carico, nel punto luce la differenza la farà il corpo illuminante, in termini di watt, fermo restando che con l'attuale tecnologia led, i carichi dei punti luce si sono drasticamente (per fortuna) ridotti.
djnz ha scritto:Se l'impianto dell'OP invece finisse su una presa comandata,..

Lasciam stare i "Se" .. ;-)
djnz ha scritto: allora interporre lungo la linea qualcosa non protetto come portata dal MT sarebbe un pericolo reale
l'interruttore magnetotermico dimensionato per la sua linea di alimentazione, la protegge da sovraccarico e corto circuito !
djnz ha scritto:In questo caso si sta appunto parlando di modificare un pezzo di tratta interponendo qualcosa con portata minore a quella della soglia di intervento dell'MT.

In questo caso l'op sta semplicemente sostituendo un deviatore a parete con un deviatore terminale. !
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
61,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20757
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[10] Re: Modifica interruttore

Messaggioda Foto Utentedjnz » 29 ago 2020, 8:44

mir ha scritto:L'interruttore magnetotermico assolve alla funzione di proteggere il circuito in cui è inserito, aprendo il circuito in un tempo tanto più rapido quanto maggiore è la corrente assorbita dal circuito rispetto al valore della corrente nominale dell'interruttore magnetotermico

Appunto, quindi tutto l'impianto a valle del MT (fili, organi di comando, eventuali prese) deve avere una portata nominale non minore della corrente nominale del MT (siamo d'accordo che l'MT protegge l'impianto a valle?).

In questo specifico caso sostituire una parte dell'impianto (a valle) con qualcosa con portata (molto) inferiore alla I nominale del MT non causa problemi solo perché si tratta di un punto luce fisso che assorbe una corrente miserrima.

Ma tecnicamente quella parte con portata inferiore non è più protetta dal sovraccarico, in quanto il MT a monte potrebbe non staccare abbastanza in fretta da evitarne il surriscaldamento (caso peggiore: se la I nominale del deviatore è di 2A e assorbiamo 10A, lo stiamo sovraccaricando di cinque volte ma il MT non stacca mai).

Probabilmente se fossi nella situazione dell'OP farei la stessa cosa, ma magari interponendo anche un fusibile da 2A (possibilmente a monte della modifica).
Avatar utente
Foto Utentedjnz
180 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 38 ospiti