Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Driver led con possibilità di controllo in PWM: come fare?

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

1
voti

[21] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 27 ago 2020, 22:48

La resistenzaddifferenziale non la puoi calcolare perché ti mancano le basi matematiche per farlo. Ma in realtà ai fini del circuito non è necessaria. Se ti interessa l'operazione matematica che sta alla base è la derivazione. È definita attraverso l'operazione di limite. Per fare tutto ci vuole un quadrimestre scolastico quindi non so se ne valga la pena. Basta aspettare le farai.

Comunque di la potenza massima è nel datasheet. Se scalda parecchio puoi rivettarr (se il case lo permette) un blocchetto di alluminio o qualsiasi altro metallo in modo da aumentare la superficie.

Se manderai il LED al 50% la potenza medoa dissipata sarà la metà comunque.

Per le resistenze, se ne metti parecchie in parallelo puoi anche metterle da 1/4 di watt, ti fai i conti e vedi quanto ciascuna resistenza dissipa.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

1
voti

[22] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 27 ago 2020, 22:54

Va bene, grazie mille per tutto!
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
253 4 10
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

0
voti

[23] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 28 ago 2020, 10:15

Di nulla, poi quando farai il circuito facci sapere
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

0
voti

[24] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto Utentedjnz » 29 ago 2020, 10:00

AleEl ha scritto:Sui datasheet dei componenti c'é la potenza massima dissipabile dal case a temperatura ambiente, giusto?

Di solito ci sono due valori, uno riguarda la potenza dissipabile con il case in aria libera (in genere ricavabile dalla resistenza termica giunzione-ambiente), e l'altro la massima dissipabile tenendo forzatamente il case a 25 gradi tramite un sistema di raffreddamento (questa è espressa con Tc=...). Al limite del primo caso bisogna stare lontani, perché significherebbe portare il componente a oltre cento gradi di temperatura. Per il circuito in questione basterà un dissipatorino da non più di 10 \frac{^{\circ}K}{W} di resistenza termica (bisognerebbe conoscere esattamente i watt da dissipare e la massima temperatura ambientale, magari si può usare un dissipatore con più °K/W e quindi più piccolo).
Avatar utente
Foto Utentedjnz
180 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52

0
voti

[25] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto Utenteboiler » 29 ago 2020, 10:27

Se n'era già parlato qui (stesso OP) per 209 messaggi senza cavarne un ragno dal buco:
viewtopic.php?f=56&t=78533&start=200

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
16,8k 5 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[26] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto Utentedjnz » 29 ago 2020, 11:27

boiler ha scritto:Se n'era già parlato qui (stesso OP) per 209 messaggi senza cavarne un ragno dal buco:
viewtopic.php?f=56&t=78533&start=200

Ah. Probabilmente la confusione sta nel fatto di confondere la regolazione PWM di tensione/corrente/potenza medie con la limitazione istantanea della corrente nei diodi nelle fasi ON.

Il circuito discusso in questo thread in effetti limita la corrente istantanea tramite un generatore di corrente costante... che dissipa esattamente quanto dissiperebbe una sola resistenza avente la stessa funzione :-)

L'OP vorrebbe eliminare anche questa dissipazione, ma secondo me non se ne esce se non realizzando un completo generatore di corrente costante switching con la tensione di riferimento controllata da un PWM in ingresso... io per una dissipazione già così ridotta (parliamo di un paio di watt?) non mi imbarcherei in un'impresa simile ;-)
Avatar utente
Foto Utentedjnz
180 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52

1
voti

[27] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 29 ago 2020, 12:57

boiler ha scritto:Se n'era già parlato qui (stesso OP) per 209 messaggi senza cavarne un ragno dal buco:
viewtopic.php?f=56&t=78533&start=200

Dai, sarà la volta buona :lol:

djnz ha scritto:Ah. Probabilmente la confusione sta nel fatto di confondere la regolazione PWM di tensione/corrente/potenza medie con la limitazione istantanea della corrente nei diodi nelle fasi ON.

Si, penso l'analisi sia corretta. Ma credo gli andrebbe spiegato meglio di quanto abbia provato a fare.

djnz ha scritto:Il circuito discusso in questo thread in effetti limita la corrente istantanea tramite un generatore di corrente costante... che dissipa esattamente quanto dissiperebbe una sola resistenza avente la stessa funzione :-)

Anche questo lo ho fatto notare. Il circuito era originariamente implementato in una dinamo di bicicletta per led da 1 W. Non si bada ad efficienza e si premia la semplicità (tanto una dinamo a tubo ti fa fare il sederino lo stesso) e si preoccupava solo di non bruciare il led.
Lo avevo tirato fuori per cercare di spiegare le differenze. L'OP ha preferito quella soluzione, e quella sia. Avrà una maggior elasticità sull'alimentazione.

djnz ha scritto:L'OP vorrebbe eliminare anche questa dissipazione, ma secondo me non se ne esce se non realizzando un completo generatore di corrente costante switching con la tensione di riferimento controllata da un PWM in ingresso... io per una dissipazione già così ridotta (parliamo di un paio di watt?) non mi imbarcherei in un'impresa simile ;-)

Perfettamente d'accordo. Fosse poi alimentato a batteria... Se non erro stiamo parlando di circa 6W.

Tra l'altro secondo me è importante valutare le reali capacità dell'utente e dare risposte in funzione di quelle. In questo caso abbiamo una persona sicuramente estremamente curiosa e la maggior parte delle cose le ha imparate in autonomia o a casa, però ha fatto il 3o anno di elettronico. Di strada da fare ne ha ancora molta e molte basi matematiche non ci sono.
Meglio secondo me fare un progettino che si possa comprendere e che veda la luce che uno perfetto che non vedrà mai la luce.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

0
voti

[28] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 30 ago 2020, 1:47

djnz ha scritto:L'OP vorrebbe eliminare anche questa dissipazione, ma secondo me non se ne esce se non realizzando un completo generatore di corrente costante switching con la tensione di riferimento controllata da un PWM in ingresso... io per una dissipazione già così ridotta (parliamo di un paio di watt?) non mi imbarcherei in un'impresa simile ;-)


Esatto, non ho intenzione di pretendere efficienze maggiori; quel che ricavo da questo circuito, come avevo detto, basta e avanza. Per questo motivo, ringrazio di nuovo drGremi per aver avuto la pazienza di seguirmi e rispondere alle domande che gli ho fatto

Ringrazio comunque anche te per la spiegazione delle potenze dissipabili presenti nel datasheet.
Avevo notato una Ta (se non ricordo male) ed una Tc, intuendo che fosse riferita come "T ambient" e "T case"
Credo che comunque opteró per un dissipatore generoso, che comunque non sará completamente passivo in quanto verrá montato in una scatola ventilata

drGremi ha scritto:Tra l'altro secondo me è importante valutare le reali capacità dell'utente e dare risposte in funzione di quelle. In questo caso abbiamo una persona sicuramente estremamente curiosa e la maggior parte delle cose le ha imparate in autonomia o a casa, però ha fatto il 3o anno di elettronico. Di strada da fare ne ha ancora molta e molte basi matematiche non ci sono.
Meglio secondo me fare un progettino che si possa comprendere e che veda la luce che uno perfetto che non vedrà mai la luce.


E apprezzo ancora di piú il fatto che tu abbia capito la persona che sono, e abbia continuato comunque ad aiutarmi nonostante non avessi le basi per comprendere al 101% il circuito.
Per questo motivo, ti ringrazio ancora una volta


boiler ha scritto:Se n'era già parlato qui (stesso OP) per 209 messaggi senza cavarne un ragno dal buco:
viewtopic.php?f=56&t=78533&start=200
Boiler


Vero, 209 messaggi senza ricavare niente. Questo perché, 1/4 dei messaggi riguardano il dire che non avevo le capacitá per fare quel progetto (vero, non le avevo e non le ho. Ma non le avevo neanche per questo circuito se vogliamo esser sinceri, eppure il risultato c'é stato). I restanti 3/4 dei messaggi sono tentativi di funzionamento, con l'impegno da parte mia nel fare il circuito (ho ordinato i componenti, ho disegnato ed ordinato le PCB, ho addirittura passato pomeriggi fuori orario scolastico con un mio professore, che non aveva minimamente l'obbligo di seguirmi ma l'ha fatto), e parte di messaggi in cui si consigliava di mollar tutto per comprare un driver giá fatto. Ma io, fieramente testardo in questo caso, ho continuato comunque
Il risultato? Il circuito dava problemi (lampeggiavano i led), ma non mi importava. Sapevo di averci provato, sapevo di aver fatto il possibile per farlo funzionare, e sapevo che non mi ero arreso.
Questo mi basta e mi avanza come lezione: le cose non funzioneranno mai al primo colpo. Se dovessi seguire alla lettera la teoria e fare cose legate a ció che so, a quest'ora sarei a collegare resistenze in serie ed in parallelo, non sarei qui su questo forum, e non avrei la passione che ho tuttora
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
253 4 10
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

0
voti

[29] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 8 set 2020, 13:43

Foto UtentedrGremi é arrivato il momento di fare tutto quanto, tuttavia c'é un problema...
I driver in totale che ho da fare sono circa 24, ma lo spazio é ridotto...
24 Mosfet TO-220 non saprei dove metterli, soprattutto se si tiene conto del fatto che necessitano dei dissipatori (almeno la metá)

Riesci ad aiutarmi anche sta volta? Magari suggerendomi qualche sigla di Mosfet SMD, cosí occupano poco
Poi dovresti anche aiutarmi con la questione dissipazioni, essendo SMD...
Ti ringrazio infinitamente in anticipo

Altra cosa: il MOS che lavora in PWM per regolare l'intensitá, non ha dissipazioni che necessitano di dissipatore vero? La potenza che dissipa dipende dalla Rds(on) corretto? (a differenza del MOS che lavora in base alla limitazione in corrente)
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
253 4 10
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

0
voti

[30] Re: Driver led con possibilità di controllo in PWM: come far

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 8 set 2020, 16:48

Scusami devi montare 24 faretti da 30W?

Altra cosa: il MOS che lavora in PWM per regolare l'intensitá, non ha dissipazioni che necessitano di dissipatore vero? La potenza che dissipa dipende dalla Rds(on) corretto? (a differenza del MOS che lavora in base alla limitazione in corrente)

La potenza dipende principalmente dalla frequenza PWM, dalle capacità in gioco e dalla tensione di alimentazione. Puoi considerarle trascurabile comunque.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 61 ospiti