Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Batteria atomica

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

0
voti

[21] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 29 ago 2020, 10:28

richiurci ha scritto:Beh insomma non banalizziamo, i link di fpalone sono vecchissimi e comunque parlano di rischi.

Ma nessuno vuole banalizzare. Non è che le radiazioni beta facciano bene, ma sono facili da contenere. Le alfa addirittura puoi riparati con un foglio di carta.
I pericoli veri ci sono se ingerisci o respiri la sostanza perché a questo punto non hai la pellaccia a proteggerti.
(Come il caso dell'uso di uranio impoverito con i soldati italiani vs americani) ma attenti a ciò che si mangia e una maschera contro le polveri lanciate è una protezione più che adeguata.
Questo non vuol dire banalizzare, ma nemmeno sovrastare i rischi. Se si rompe una fialetta di mezzo grammo di trizio si disperde in aria in poco tempo. Praticamente non è mai successo. Emette radiazioni beta che praticamente non passano lo strato di vestiti estivi e basta un foglietto di alluminio per schermarle.
Non ha poi successivi decadimento gamma. E pure l'emivita è più breve e quindi non è che c'è lo teniamo per l'eternita a far danni.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

0
voti

[22] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 29 ago 2020, 17:25

Ok, ma coi progressi delle batterie di fatto non servono più, almeno come batterie (tranne ovviamente applicazioni MOLTO di nicchia)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8140
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[23] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 29 ago 2020, 17:29

Ma certamente. Anche perché per un pacemaker impiantabile francamente date anche le dimensioni conviene il litio. Soprattutto per una questione di costi.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

0
voti

[24] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 29 ago 2020, 21:31

[FT]
drGremi ha scritto:Ma nessuno vuole banalizzare. Non è che le radiazioni beta facciano bene, ma sono facili da contenere. Le alfa addirittura puoi riparati con un foglio di carta (...)
però, meglio anche non semplificare troppo, altrimenti poi qualcuno afferma che con un A4 in mano ti proteggi dalla contaminazione.
Se operi in un contesto caratterizzato da rischio esposizione dovresti essere protetto con vestizione adeguata, e se non lo sei e scopri a posteriori che avresti dovuto esserlo, qualche ora di sonno la perdi.

drGremi ha scritto:(...) Come il caso dell'uso di uranio impoverito con i soldati italiani vs americani (...)
?

[/FT]
Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6896
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[25] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 30 ago 2020, 12:18

https://www.corriere.it/extra-per-voi/2 ... debd.shtml

Conosco un fortunato che non si è ammalato perché si è protetto di tasca sua (e tutto il suo plotone). Tutto è nato prendendo per il "c***" un collega americano, ma che giocate ai marziani? Erano tutti bardatissimi e gli italiani no.
L'americano gli ha spiegato il perché erano bardati. Hanno smesso di prenderli per il culo e si sono presi anche loro le tute.

Questo solamente la radiazione beta, figurati la alpha. Ma se la polvere è in aria e la respiri, la mangi, è nel cibo, la hai nel sangue.

WALTERmwp ha scritto:altrimenti poi qualcuno afferma che con un A4 in mano ti proteggi dalla contaminazione

Ti protegge da un fascio di radiazioni alfa diretto. Punto. Se la sostanza si mescola e la inali no. Intendevo dire che è facile fare un contenitore di schermo su un determinato tipo di sostanze. Se il contenitore si rompe dipende cos'è (trizio) si disperde se è poco (e lo è) non succede molto.
Non è una centrale atomica con tonnellate di uranio con una emivita infinitesima che se si disperde facciamo danni colossali.
Mi verrà da ridere se un giorno si riuscirà a far partire progetti come ITER (che salverebbero il mondo), a spiegare la differenza di qualche grammo di trizio prodotto dentro il reattore vs tonnellate di uranio.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

1
voti

[26] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 30 ago 2020, 14:58

[FT]
drGremi ha scritto:(...) L'americano gli ha spiegato il perché erano bardati. Hanno smesso di prenderli per il culo e si sono presi anche loro le tute.
Questo solamente la radiazione beta (...)
al netto di alfa o beta mi pare che l'esposizione, quale conseguenza di proiettili all'uranio impoverito, sia dovuta(anche appena accennato nell'articolo) all'inalazione dei metalli direttamente polverizzati dall'impiego di quegli armamenti, non tanto all'uranio stesso.
Ma questa è un'altra triste storia, ennesima testimonianza della nostra sudditanza verso gli USA.

drGremi ha scritto:(...) Ti protegge da un fascio di radiazioni alfa diretto. Punto (...)
e se con una mano, priva di protezione, tocchi una superficie(polverosa) contaminata ?
Le situazioni credo possano essere diverse, dovendo manipolare sostanze come il trizio(tuo esempio) mi aspetto che gli operatori siano adeguatamente dotati di dpi.
Se poi la sostanza viene dispersa(cosa vuol dire poca o tanta è anche del tutto relativo, credo) magari in un ambiente chiuso, mi aspetto il fuggi fuggi generale.
Non so tra chi legge potrebbe trovarsi ad avere a che fare con certe sostanze ma semplicemente mi propongo di ribadire, onde evitare che qualche utente possa fraintendere, che un principio di precauzione non può confidare su generiche affermazioni.
Poi certamente ci saranno nickname ben più informati di me.

[/FT]

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6896
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[27] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 30 ago 2020, 15:17

WALTERmwp ha scritto:sia dovuta(anche appena accennato nell'articolo) all'inalazione dei metalli direttamente polverizzati dall'impiego di quegli armamenti, non tanto all'uranio stesso.

drGremi ha scritto:[...]Ma se la polvere è in aria e la respiri, la mangi, è nel cibo, la hai nel sangue.[...]


WALTERmwp ha scritto:e se con una mano, priva di protezione, tocchi una superficie(polverosa) contaminata ?

Dipende cosa è. Per esempio nel caso di una sostanza che effettui solo decadimento beta ed alfa pensando solo agli effetti della radiazione dipende da quanto dopo te ne accorgi.
Fondamentalmente ti lavi. Quello che conta è la dose da radiazioni complessiva. Se ti lavi subito un volo Roma-Catania ha un impatto maggiore.
Ovvio non stiamo parlando con numeri alla mano. Lascia un po' il tempo che trova.
Il discorso che poi è deviato era solo per dire che fare dei contenitori sicuri non è estremamente difficile. Ovvio che se poi li apri e ti bevi il contenuto il discorso è differente (o che contamini te stesso in un modo non facilmente binificabile), ma con una comune batteria al piombo non è che la questione cambi poi troppo.

WALTERmwp ha scritto:Le situazioni credo possano essere diverse, dovendo manipolare sostanze come il trizio(tuo esempio) mi aspetto che gli operatori siano adeguatamente dotati di dpi.

Nell'ambito da me conosciuto (DTT di Enea) le operazioni di manutenzione non sono svolte da persone.

WALTERmwp ha scritto:Non so tra chi legge potrebbe trovarsi ad avere a che fare con certe sostanze ma semplicemente mi propongo di ribadire, onde evitare che qualche utente possa fraintendere, che un principio di precauzione non può confidare su generiche affermazioni.

Dubito che chiunque di noi possa permettersi di portarsi a casa una batteria di quel tipo per metterla nel telecomando di casa o in un orologio. Dubito ancora di più che la rompa dentro casa e che la smaltisca nel cassonetto.
E dubito che chiunque che non ci stia lavorando e quindi non conosca i rischi e protocolli abbia mai a che fare nella vita con sostanze nucleari per caso.
Il problema è conoscere davvero i rischi. Accostare la parola nucleare al terrore senza comprensione non è una cosa positiva.
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

0
voti

[28] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto Utentefpalone » 30 ago 2020, 18:00

Radiosorgenti portatili, ben più pericolose, vengono normalmente usate in industria, con le opportune cautele (ma non senza incidenti). Basti pensare agli apparati per analisi radiografiche industriali.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
13,5k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2621
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[29] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 30 ago 2020, 18:01

fpalone ha scritto:Basti pensare agli apparati per analisi radiografiche industriali.

O in ambito sciistico
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
430 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

1
voti

[30] Re: Batteria atomica

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 30 ago 2020, 19:04

drGremi ha scritto:(...) Il problema è conoscere davvero i rischi. Accostare la parola nucleare al terrore senza comprensione non è una cosa positiva.
certo, una corretta informazione o la conoscenza d'un argomento sono presupposti fondamentali per scegliere consapevolmente.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6896
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

Precedente

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti