Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Progetto ampliamento - no schemi

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto UtenteMike, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto Utentesimp » 17 set 2020, 11:44

Buongiorno.
Devo redigere un progetto per l'ampliamento di un impianto esistente.
L'ampliamento consiste nella realizzazione di due nuove linee per prese interbloccate all'interno di un magazzino.
Purtroppo il quadro a cui mi collegherò ha lo schema cartaceo ed il cliente non ha DWG.
Nella redazione del progetto devo produrre l'intero schema (circa 30 pagine) o posso fare uno schema indicando solo che andrò ad installare i due interruttori senza riportare quelli esistenti?

L'installatore una volta effettuato il lavoro deve riprodurre per intero lo schema o può apportare le modifiche su quello cartaceo magari facendo una scansione e allegandolo alla DICO?

Grazie
Avatar utente
Foto Utentesimp
25 1 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 217
Iscritto il: 21 mag 2013, 9:55

0
voti

[2] Re: Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto Utenteblueice80 » 17 set 2020, 13:31

Lato progettazione sullo schema, io fare così, disegnerei il generale del quadro più gli interruttori che servono e alla fine scriverei qualcosa tipo "vedi anche allegato xyz".
Poi fai la scansione degli schemi esistenti e gli metti alla fine come allegato xyz :mrgreen:

L'installatore idem
Avatar utente
Foto Utenteblueice80
313 1 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 19 apr 2012, 22:22

0
voti

[3] Re: Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 18 set 2020, 6:14

E' sufficiente che l'installatore a fine lavori produca una dichiarazione con la quale certifica che le modifiche sul quadro elettrico esistente non alterano la sicurezza del quadro.
Dovrò produrre la dichiarazione di conformità delle lineee che partono dal quadro con allegato il progetto esecutivo dell'impianto elettrico.
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
44,9k 7 11 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3621
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[4] Re: Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto UtenteFilippo995 » 18 set 2020, 19:09

Buonasera, mi collego all'argomento.
Mi trovo in una situazione simile, in cui devo fare il progetto per un locale pompe di pressurizzazione per l'antincendio
In sostanza mi collego direttamente sotto al contatore Enel, quindi dal contatore partono due linee, una che alimenta il capannone e una che alimenta il locale pompe. Posso redigere il progetto anche senza inserire il progetto del capannone? Alla fine quel lato di impianto non l'ho minimamente compromesso.

Spero di essere stato chiaro,
grazie mille!
Avatar utente
Foto UtenteFilippo995
0 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 5 apr 2020, 23:55

0
voti

[5] Re: Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 19 set 2020, 14:11

Filippo995 ha scritto:dal contatore partono due linee

Ti segnalo che la soluzione non rispetta la prescrizione della CEI 0-21 che richiede che ai morsetti di uscita del contatore sia collegato un solo cavo.

Clipboard01.jpg


E' una disposizione che mi sembra avere poco senso ma c'è.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.566 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2648
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[6] Re: Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto UtenteFilippo995 » 20 set 2020, 10:54

Non ne ero al corrente, ti ringrazio!
Nel mio caso, avendo 2 DGL uno a servizio del capannone e uno del locale pompe, dal punto fisico del collegamento ho la linea che alimenta l'interruttore X, l'interruttore Y verrà alimentato dai morsetti dell'interruttore X. E' corretto?
Avatar utente
Foto UtenteFilippo995
0 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 5 apr 2020, 23:55

0
voti

[7] Re: Progetto ampliamento - no schemi

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 20 set 2020, 11:36

Filippo995 ha scritto:E' corretto?


Sì, anche se io preferirei la tua soluzione iniziale, non ammessa dalla norma.
Il cavo di collegamento dal contatore al primo interruttore dovrà avere portata non inferiore alla somma dei due interruttori.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.566 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2648
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 31 ospiti