Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente

2
voti

[31] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 5 ott 2020, 15:01

Che casino.

Per prima cosa, Foto UtenteAleEl tira fuori la massima frequenza possibile dal PWM di Arduino, non è possibile averlo sotto mano e incaponirsi su un sistema analogico per moltiplicare la frequenza mantenendo il DC. Piuttosto si faccia tutto in analogico.

Fatto ciò si dimensiona il filtro LC (io userei solo un induttore serie, ma nessuno mi ascolta) come suggerito nei post precedenti. Velocemente, posiziona la risonanza abbastanza a sinistra della frequenza di switching e compra una combinazione sensata di induttore e condensatore.

Con un carico induttivo e queste frequenze dovrai usare un driver mosfet!

Solo per contestualizzare (i nostri consigli rimangono comunque validi e spero ti siano utili a imparare cose nuove): la soluzione più efficiente e semplice è quella di fare ON/OFF sulle celle direttamente dai 50 V, con un controllo di temperatura ad isteresi tipo termostato.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.427 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[32] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 5 ott 2020, 15:21

MarcoD ha scritto:Pare funzionare.
MIgliora la simulazione come segue:
1) collega il Channel A al pin 1 di U1A per visualizzare l'onda triangolare.

2)Aumente l'offest del generatore da 2,5 a 6 V per visualizzare commutazione PWM
(poi discuteremo come regolarlo)

3) poni la scala dei canali A e B entrambi a 5 V/div per confrontare curve e miglirare la visibilità.
Riduci la base tempi a 100 us/div, per vedere meglio meno periodi uguali.

O_/


Ci ho provato, peró purtroppo il simulatore salta dopo pochi secondi.

Screenshot (655).png


marioursino ha scritto: tira fuori la massima frequenza possibile dal PWM di Arduino, non è possibile averlo sotto mano e incaponirsi su un sistema analogico per moltiplicare la frequenza mantenendo il DC. Piuttosto si faccia tutto in analogico.


Ripeto, non lo faccio perché modificare i timer significa rischiare l'instabilitá del uC.


marioursino ha scritto:Fatto ciò si dimensiona il filtro LC (io userei solo un induttore serie, ma nessuno mi ascolta) come suggerito nei post precedenti. Velocemente, posiziona la risonanza abbastanza a sinistra della frequenza di switching e compra una combinazione sensata di induttore e condensatore.


Non é che non ti ascoltiamo, é che se siamo ancora fermi al PWM ora che arriviamo all'induttore ne passa di tempo...

marioursino ha scritto:Con un carico induttivo e queste frequenze dovrai usare un driver mosfet!


Lo so, me l'hai giá detto: infatti vi ho detto che va bene, lo utilizzeró

marioursino ha scritto:Solo per contestualizzare (i nostri consigli rimangono comunque validi e spero ti siano utili a imparare cose nuove): la soluzione più efficiente e semplice è quella di fare ON/OFF sulle celle direttamente dai 50 V, con un controllo di temperatura ad isteresi tipo termostato.


Anche qui, come ti ho giá detto, faccio in questo modo perché mi serve poter regolare la potenza delle celle.
Lo so anche io che accenderle o spegnerle al 100% é piú semplice
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
558 5 12
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 608
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

0
voti

[33] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 5 ott 2020, 16:34

Commento alcune frasi.

Ripeto, non lo faccio perché modificare i timer significa rischiare l'instabilitá del uC

Si può tentare, se si è molto bravi. So che è complesso mettere le mani nei timer
dell'ambiente arduino. Forse non ne vale la pena.

Ci ho provato, peró purtroppo il simulatore salta dopo pochi secondi.

Allora andiamo male :(
non so aiutare, cambia simulatore o PC o SO, io adoperavo Microcap8, ma ogni tanto si piantava, o non conoscevo i comandi o i parametri corretti. Il manuale di istruzioni era troppo complesso e mi indisponevo e stancavo.
Impiegavo meno tempo a montare un breadboard e verificare il funzionamento che simularlo.

Solo per contestualizzare (i nostri consigli rimangono comunque validi e spero ti siano utili a imparare cose nuove): la soluzione più efficiente e semplice è quella di fare ON/OFF sulle celle direttamente dai 50 V, con un controllo di temperatura ad isteresi tipo termostato.

Concordo, un comando ON/OFF è rudimentale ma funzionale. Non dovrebbe influire troppo sulla affidabilità. Non ci hai detto a cosa serve: acquario, ambienti per ricerche biologiche? Quale è la vita utile prevista in centinaia/migliaia di ore?
Dipende anche da quanti esemplari prevedi di costruire (1, 10, 100 ?)

il filtro LC (io userei solo un induttore serie, ma nessuno mi ascolta)

E' una soluzione, dopo tutto l'induttanza riduce il gradiente della corrente nelle celle.
Che valore proponi?

Lo so che il modulatore analogico è superato ed è di solo interesse hobbistico e didattico.

Una frequenza di commutazione di 500kHz è raggiungibile con molta dificoltà da non specialisti.
Se è un percorso di studio didattico, partirei dai 500 o 1000 Hz, mi renderei conto dei limiti e degli inconvenienti e proverei poi a salire di frequenza cercando perezionali adatti e comparatori o integrati dedicati. Ma occore anche realizzare montaggi adeguati.

O_/ O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
8.150 4 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3692
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[34] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 5 ott 2020, 16:51

MarcoD ha scritto:Si può tentare, se non richiede tropo tempo. Però so che è complesso mettere le mani nei timer
dell'ambiente arduino. Forse non ne vale la pena.


Non é difficile, é una riga di codice: fatta questa, la frequenza salta a 32,5kHz
Il punto é che rischio l'instabilitá, e non posso assolutamente permettermelo: é un sistema attivo h24, non posso esserci sempre io a tenerlo d'occhio.
Se per qualche motivo mi si blocca, faccio una catastrofe in casa
Di sclerare con l'elettronica analogica a me non dispiace: mi piace capire come funziona, mi piace montare i circuiti, mi piace avere un PCB in mano.
Vedere un uC con due resistenze mi fa tristezza, mi vien voglia di montare qualche transistor e condensatore a caso giusto per il gusto di averli sotto vista


MarcoD ha scritto:Allora male :(
non so aiutare, cambia simulatore o PC o SO, io adoperavo Microcap8, ma ogni tanto si piantava, o non conoscevo i comandi o i parametri corretti. Il manuale di istruzioni era troppo complesso.
Impiegavo meno tempo a montare un breadboard e verificare il funzionamento che simularlo.


Molto male aggiungerei.. Non so dire se é il simulatore scemo, oppure se lo scemo sono io avendo sbagliato qualcosa...
Foto Utentemarioursino, non é che riesci a farmi il favore di simularlo tu?

MarcoD ha scritto:Concordo, un comando ON/OFF è rudimentale ma funzionale. Non dovrebbe influire troppo sulla affidabilità. Non ci hai detto a cosa serve: acquario, ambienti per ricerche biologiche? Quale è la vita utile prevista in centinaia/migliaia di ore?
Dipende anche da quanti esemplari prevedi di costruire (1, 10, 100 ?)


Acquario, motivo in piú per citare di nuovo il non voler modificare i timer
Lo so, alcuni dicono che le celle non ce la fanno, ma altri dicono di sí: quando poi ci sbatto la testa vi faccio sapere :D
Vita utile? La piú lunga possibile
Non mi ricordo quante ore danno alle celle, forse 15000.

Di esemplari ne prevedo solo 1. Forse in futuro ne faró un altro, ma é un'ipotesi molto ma molto remota ed improbabile.

MarcoD ha scritto:E' una soluzione, dopo tutto l'induttanza riduce il gradiente della corrente nelle celle.
Che valore proponi?

Lo so che il modulatore analogico è superato ed è di solo interesse hobbistico e didattico.

Una frequenza di commutazione di 500kHz è raggiungibile con molta dificoltà da non specialisti.
Se è un percorso di studio didattico, partirei dai 500 o 1000 Hz, mi renderei conto dei limiti e degli inconvenienti e proverei poi a salire di frequenza cercando perezionali adatti e comparatori o integrati dedicati. Ma occore anche realizzare montaggi adeguati.

O_/ O_/


Mantenendo comunque il circuito analogico che stiamo tentando di far funzionare, 500kHz sono proprio necessari?
Magari 50kHz vanno giá bene? (sono domande, io non ne so proprio niente)

Per la questione montaggi adeguati, anche qui sono disponibile ad imparare: ho messo in stand-by il disegno del PCB perché non ho ancora finito il circuito.
In ogni caso, non sarebbe su millefori: quindi fare un PCB dedicato e fatto bene non é un problema (se mi aiutate).

Io voglio davvero fare le cose per bene, con un senso
So che vi chiedo tanto, ma se mi volete aiutare io mi impegno ad ascoltarvi e darvi le informazioni che servono (almeno finché capisco)
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
558 5 12
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 608
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

2
voti

[35] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 5 ott 2020, 16:53

Acquario


Ha una costante di tempo di tipo 1 h
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.427 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[36] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 5 ott 2020, 16:54

Cioé?
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
558 5 12
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 608
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

2
voti

[37] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 5 ott 2020, 16:56

Vuoi controllare a kHz un sistema che evolve con costanti di tempo di decine di minuti
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.427 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

1
voti

[38] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 5 ott 2020, 16:58

Comunque vabbè non importa. Diciamo che facciamo finta di niente.

Una curiosità (ho un acquario anche io), come mai vuoi raffreddare l'acqua? Che specie vuoi inserire?
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.427 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[39] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto UtenteAleEl » 5 ott 2020, 16:59

Aspetta aspetta.. La frequenza me l'hai detta tu (500kHz)
Io volevo lavorare a 2kHz (per evitare di rovinare le celle)
Poi ho voluto provare la strada del filtro LC, diventato poi solo L
La frequenza che serve non la so, sinceramente

E poi mi sto confondendo... In che senso evolve con costanti di tempo di decine di minuti?

Che acquario hai tu?
Comunque principalmente avevo deciso di raffreddarlo perché le specie che volevo inserire volevano 25 gradi (e d'estate il mio sale a 35, praticamente una minestra)

Ora peró ho cambiato indirizzo e sono andato sui ciclidi nani (stupendi!!!!), e quindi tengo l'acqua a 28/29 gradi.
In ogni caso lo utilizzerei tutto l'anno, riscaldando d'inverno e raffreddando d'estate.
Certo, d'estate potrebbero sopravvivere le specie che ho ora, peró la curiositá di provarlo resta e quindi ho deciso di portare a termine il progetto
Avatar utente
Foto UtenteAleEl
558 5 12
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 608
Iscritto il: 9 ago 2016, 20:22

0
voti

[40] Re: Dimens filtro LC pilotaggio celle peltier

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 5 ott 2020, 17:06

:cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :roll:
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
8.150 4 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3692
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 51 ospiti