Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore e Shunt resistor

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[11] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentenoise0 » 24 ott 2020, 14:49

marioursino ha scritto:Ah ok ho capito ora che ti interessa la somma dei rail. In questo caso la lettura in high side non puoi farla.

Comunque, collegando un utilizzatore che ha la GND a terra, avresti solo un leggero partitore di corrente tra shunt e terra, niente di grave a meno di correnti enormi. In ogni caso la tua lettura sarebbe sbagliata.

La domanda è: esiste un dispositivo alimentato a bassa tensione con anche la spina con la terra? A me non viene in mente al momento. A parte l'oscilloscopio.


anche a me non ne vengono in mente.
comunque a sto punto io staccherei il gnd dell'ali per PC dalla terra e cosi dovrei essere tranquillo.
approvi?
Avatar utente
Foto Utentenoise0
30 2
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 9 nov 2018, 20:06

0
voti

[12] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 24 ott 2020, 14:58

Mmm no mi sembra una cosa molto pericolosa. Piuttosto implementa pure il sistema di lettura che hai proposto, male che vada non succede niente.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.322 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[13] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentenoise0 » 24 ott 2020, 15:03

marioursino ha scritto:Mmm no mi sembra una cosa molto pericolosa. Piuttosto implementa pure il sistema di lettura che hai proposto, male che vada non succede niente.


Io avevo intenzione di scollegare la terra dal morsetto gnd ma lasciarla collegata al case metallico.
Anche in questo caso sarebbe pericoloso?
Dalla risposta di MarcoD avevo capito che fosse buona cosa che un alimentatore avesse l'uscita gnd isolata da terra.
Avatar utente
Foto Utentenoise0
30 2
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 9 nov 2018, 20:06

0
voti

[14] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 24 ott 2020, 15:19

Se ha il doppio isolamento è perché è stato progettato per tenerti al sicuro anche senza terra, se la stacchi tu non hai più garanzie.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.322 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[15] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 24 ott 2020, 15:32

noise0 ha scritto:a me interesa la corrente totale, non quella di un singolo morsetto.

Sicuro?
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.842 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[16] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 24 ott 2020, 15:40

Nota di moderazione: postare immagini residenti su server esterno è vietato dal regolamento.
Ho rimosso tali immagini.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
80,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10210
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[17] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentenoise0 » 24 ott 2020, 17:07

EcoTan ha scritto:
noise0 ha scritto:a me interesa la corrente totale, non quella di un singolo morsetto.

Sicuro?


Sono sicuro di non avere necessità di un sistema di misura indipendente per ogni possibile uscita del mio alimentatore da banco, si.
Avatar utente
Foto Utentenoise0
30 2
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 9 nov 2018, 20:06

1
voti

[18] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 24 ott 2020, 17:22

Credo che la domanda sia fatta per farti ragionare su ciò che rappresenterebbe una misura di corrente totale: 1 A sui 12 V sono 12 W, 1 A sui 3.3 V sono 3.3 W, quindi non sarebbe molto utile. Questa è solo una mia riflessione.

Magari invece tu vuoi usare una sola uscita alla volta, quindi sapresti a chi è riferita la lettura.

Ne approfitto per sconsigliarti nuovamente di scollegare la terra a fronte di un quasi inesistente vantaggio.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.322 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[19] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentenoise0 » 24 ott 2020, 17:48

marioursino ha scritto:Magari invece tu vuoi usare una sola uscita alla volta, quindi sapresti a chi è riferita la lettura.


esattamente

ok non scolleghero la terra dal gnd

dovro solo ricordarmi che il gnd out "2" non sara al potenziale di terra e non potro ad esempio misurare il segnale di uscita con un nomrale oscilloscopio, o meglio potro ma questo bypasserebbe completamente il circuito di monitoraggio corrente visto che sia l'alimentatore PC che l'oscilloscopio saranno collegati al medesimo filo di terra, quindi la corrente di ritorno non passera dal morsetto gnd 2 ma passera dal filo di tera dell'impianto di casa. brutta storia.
Avatar utente
Foto Utentenoise0
30 2
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 9 nov 2018, 20:06

2
voti

[20] Re: Alimentatore e Shunt resistor

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 24 ott 2020, 18:05

Vorrei segnalarti una alternativa moderna da prendere sempre in considerazione quando si deve misurare una corrente come nel tuo caso non ha più senso utilizzare uno shunt.
In diversi progetti ho utilizzato i sensori acs712 e simili della Allegro.
Optando per questa soluzione ti risolvi in un colpo solo diversi problemi.
-Caduta ai capi del sensore di corrente aprossimabile a zero.
-Alimentazione singola 5v la stessa del microcontrollore.
-Uscita tensione proporzionale a Corrente misurata.
-Disaccoppiamento galvanico tra sensore e uscita quindi è possibile collocare ovunque il sensore sia sul ramo positivo che sul negativo.
-possibilità di diverse taglie 5 10 20 50 100 A bidirezionale e monodirezionale.
-Costo inferiore a shunt e operazionale relativo con enorme semplificazione del circuito di misura.
-Riduzione di dimensioni specialmente sulle taglie maggiori.
Sulla mia auto elettrica per esempio ne utilizzo due uno da 5A per la ricarica batteria e uno da 100A verso il motore alla tensione di 240V cc.
Mai avuto problemi di alcun tipo.

Nel tuo caso se utilizzi un microcontrollore per gestire la visualizzazione su display della corrente e della tensione non ti serve nessun altro componente oltre a un paio di piccolivcondensatori.
Ti metto un pdf con qualche dato specifico.
Allegati
ACS712-Datasheet-1.pdf
(934.84 KiB) Scaricato 17 volte
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
1.675 1 2 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 475
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 53 ospiti