Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

filo stagno vecchio

Aggiornamenti, orientamento, lavoro, attività professionali, riviste, libri, strumenti EY, Tips and tricks, consigli e pareri generici

Moderatore: Foto Utenteadmin

0
voti

[31] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentemir » 9 nov 2020, 20:55

lodovico ha scritto:e' che non sono sicuro di riuscire a crimpare a regola d'arte

una crimpatura a regola d'arte, va esegutia con il terminale da intestare corretto, e soprattutto con la pinza per la crimpatura corretta; e non ultimo, ma fondamentale è anche il serraggio del terminale,con il corretto utilizzo di rondelle, grove, e dadi.
Considerando l'ordine di grandezza degli ampere che stai considerando,e la possibilità di sollecitazioni meccaniche sul conduttore, direi che riguardo alla pinza che hai utilizzato ed alla sezione del conduttore sono d'accordo con Foto Utentesetteali.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
62,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20896
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[32] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentelodovico » 10 nov 2020, 2:40

setteali ha scritto:Ciao,
quella pinza è una schifezza!!!!!!!

lo so :D , non va bene ne da spelafili, ne per crimpare ... tutte le volte che la uso faccio una fatica tremenda ... e si, non ho mai provato a tirare mettendo l'occhiello in morsa, ma immaginavo proprio che fosse cosi come dici...ed e' per questo che pensavo anche di stagnarli oltre a crimparli...

< Si possono saldare entrambi i tipi, io preferisco quelli stagnati.

grazie della info, ma mi occorre una precisazione... quelli 'normali' rossi/gialli/blu, piccoli, venduti assortiti nelle classiche scatolette da xxx pezzi, tipo questa (dove c'e' anche la pinza)

71TDN001yAL._AC_SL1500_.jpg


sono in generale anch'essi in rame stagnato o sono di altro materiale?
qui leggo 'ottone stagnato' , anche questo tipo di terminale si puo saldare al cavo (dopo averlo crimpato) con il normale saldatore e lo stagno di cui sopra ?

< Se te hai 100 A sul capocorda, ti occorre un capocorda da 100 A, la grandezza è dovuta dal fatto che la corrente deve passare sulle due facce dell'anello.

Hai detto che il cavo è un 10 AWG che la pinza vedo mi darebbe 6 mm^2 , di qui 100A non ci passano, probabilmente il cavo è calcolato diversamente.
E mettere un cavo da 6mm^2 su quell'anello che hai postato, mi sembra troppo grande.

Facci sapere


grazie, si, cerco di illustrarti la situazione in maniera esauriente, perche' mi serve una consulenza da te proprio su questo punto (e anche da Foto Utentemir)

per il calcolo di assorbimento del mio multicottero ho utilizzato ecalc : https://www.ecalc.ch/, e qui sotto ti riporto il risultato di una simulazione con i miei parametri (tutti i dati inseriti: tipo batterie,esc,motori, eliche, sono proprio quelli del mio multicottero, ed ho immaginato di trasportare un carico costante di 5kg)

2020-11-09.png


Stando ai calcoli ( se tu guardi la penultima colonna in basso etichettata von 'Motorizzazione totale') , quando il multicottero e' in Hovering, assorbe 135A, e visto che ho due batterie in parallelo, ho circa 70A al terminale di ogni batteria

Sto parlando di Hovering perche' nella realta' il multicottero , per quel che dovra' fare, si muovera' sempre molto lentamente, e quindi suppongo che il consumo sia vicino a quello di Hovering , eccetto nella fase di decollo, che avro' cura di effettuare nella maniera piu' 'soft' possibile in modo da evitare picchi di assorbimento.

Quindi sono 70A, non 100A... io ho stimato 100A per avere un certo margine.

Nota che queste sono solo stime teoriche, sapro' dire l'assorbimento reale solo dopo che avro' fatto i primi test, leggendo i valori riportati dall'amperometro di cui il multicottero e' dotato.

Per quel che riguarda la dimensione dei cavi batteria 10AWG:
anche a me risultava che questa dimensione non reggesse un carico di 100A, ed ho anche segnalato al produttore delle batterie che tale dimensione del cavo non mi sembrava coerente con il 'discharge rate' dichiarato di 25C (max 50C) e la capacita' della batteria 14Ah.

In risposta mi ha mostrato questa tabella, da cui risulta che i cavi AWG10 Turnigy high temp 200 con rivestimento in silicone reggono fino a 140A di corrente.
(questo diversamente dai comuni AWG10 che sopportano un carico molto piu basso, dell'ordine di 50/60A)

HTB1A.fTgqAoBKNjSZSyq6yHAVXa2.jpg


Ho fatto alcune ricerche ed ho visto che questi cavi sono largamente usati anche per batterie con alta capacita' e discharge rate, e ho trovato alcuni video in cui effettivamente vengono testati a 100A con ottimi risultati (nel senso che il cavo si scalda gradualmente ma molto lentamente).
Ecco un esempio:



Ma, come detto, io ho poca esperienza, quindi resto in attesa della vostra opinione...

ps Foto Utentesetteali tu dici che quei terminali in rame grandi da 100A non vanno bene per 10AWG? davvero troppo grandi? non si riuscirebbe a crimpare?
Avatar utente
Foto Utentelodovico
2.165 3 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2318
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[33] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 10 nov 2020, 3:09

lodovico ha scritto: ...non va bene ne da spelafili, ne per crimpare...

:-) Dissento parzialmente, per crimpare fa schifo ma per spelare va benissimo; devi semplicemente pinzare il conduttore e poi farla ruotare due o tre volte intorno con il conduttore come asse ;-)
anche quei capicorda col tubetto sono di rame stagnato però concordo col fatto che la crimpatura non vada stagnata perché il rame si ricuoce, la stagnatura lo irrigidisce e poi si spezza con estrema facilità.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,1k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11372
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[34] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentelodovico » 10 nov 2020, 13:38

ah interessante Foto Utenteclaudiocedrone , tengo in considerazione la tua osservazione...tieni conto pero' che il cavo non si muove, nel senso che viene tenuto in posizione da un fermacavo...pero' non escludo sia soggetto a forti vibrazioni...beh stasera faccio un disegnino della mia power distribution board, cosi ci capiamo meglio...
Avatar utente
Foto Utentelodovico
2.165 3 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2318
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[35] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utenteedgar » 10 nov 2020, 14:57

mir ha scritto:soprattutto con la pinza per la crimpatura corretta

Tipo questa
Avatar utente
Foto Utenteedgar
7.017 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3570
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[36] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentemir » 10 nov 2020, 15:48

edgar ha scritto:Tipo questa

Quel tipo di pinza si utilizza su terminali per conduttori e sezioni importanti, e senz'altro svolge bene il suo lavoro di crimpatura, ma non credo sia adatta/abbordabile per una sola crimpatura .. ;-) ; fermo restando che ci sono pinze che coprono fino a 10 mmq per capicorda isolati dal budget più abbordabile.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
62,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20896
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[37] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utenteedgar » 10 nov 2020, 16:06

Se Foto Utentelodovico avesse qualche amico elettricista industriale ...
Avatar utente
Foto Utenteedgar
7.017 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3570
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[38] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentemir » 10 nov 2020, 16:23

edgar ha scritto:Se ..

Se erano vicini, gli avrei crimpato io i conduttori .. ;-)
lodovico ha scritto:In risposta mi ha mostrato questa tabella ...

AWG 10 se non erro corrisponde ad una sezione di circa 6 mmq, per queste sezioni stando alle tabelle CEI UNEL 35024 che definisce la portata in corrente in regime permanente per conduttori isolati in gomma e pvc per tensioni fino a 1000 Vca e 1500 Vcc, considerando una posa dei conduttori in aria o in tubo ed a temepratura ambiente; per due conduttori della sezione di 6 mmq isolati in gomma (t max 70°C e t amb 30°C) senza guaina e posati in aria (entro canala non accessibile) fornisce una portata pari a " 58 A in regime permanente", di gran lunga lontano dai 140 A che fornisce la tabella !!
Non credo che quei 140 A siano intesi "in regime permaenente . ;-)
lodovico ha scritto:anche questo tipo di terminale si puo saldare al cavo (dopo averlo crimpato) con il normale saldatore e lo stagno di cui sopra ?

Un conduttore intestato con capocorda correttamente crimpato, non ha bisogno di saldatura, anzi come hanno osservato Foto Utentesetteali e Foto Utenteclaudiocedrone, saldare un capocorda crimpato potrebbe creare problemi.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
62,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20896
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[39] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentelodovico » 10 nov 2020, 16:26

grazie a tutti,
confido sul fatto che prima o poi arriveremo a una soluzione

ho lasciato la parte elettrica per ultima, ma si sta avvicinando il guirno in cui inevitabilmente scegliero' una soluzione :mrgreen: (la struttura e' quasi finita)
Avatar utente
Foto Utentelodovico
2.165 3 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2318
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

0
voti

[40] Re: filo stagno vecchio

Messaggioda Foto Utentelodovico » 10 nov 2020, 16:40

mir ha scritto:Non credo che quei 140 A siano intesi "in regime permanente . ;-)

sicuramente no, considera che il multicottero non volera' per piu di 10-15 minuti continuativi, e come detto confido che assorba un po di meno corrente...70A invece di 100, certo ... 58 non sono 70 ma anche considerando i risultati del video-test che ho riportato, la crescita di temperatura e' molto lenta a 100A, mi aspetto che sia ancora piu lenta a 70A...
in ogni caso, nei test, mi sono riproposto di piazzare un sensore di temperatura sul cavo in prossimita della ,giuntura/saldatura/crimpatura... cosi vediamo direttamente cosa succede... (con multicottero ancorato saldamente a terra, chiaro :mrgreen: )


per due conduttori della sezione di 6 mmq isolati in gomma (t max 70°C e t amb 30°C) senza guaina e posati in aria (entro canala non accessibile) fornisce una portata pari a " 58 A in regime permanente"


i cavi delle batterie per rc hanno rivestimento in silicone e una t max di 200 gradi...immagino siano fatti apposta per sopportare un innalzamento rapido di temperatura a fronte di picchi di richiesta di corrente

78180_high.jpg
Ultima modifica di Foto Utentelodovico il 10 nov 2020, 16:54, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentelodovico
2.165 3 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2318
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

PrecedenteProssimo

Torna a Informazioni varie più o meno utili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti