Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Diodo TRANSIL, come funziona?

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

1
voti

[11] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentesetteali » 11 nov 2020, 1:11

Tornando su questo argomento perché è d'interesse anche mio e poi sono interessanti tutti i ragionamenti su questi componenti e sui punti dove è più utile metterli.
Rileggendo i vari interventi mi sono soffermato su questo:
Chris1414 ha scritto:Nel circuito proposto io credo più probabili stress da sovracorrenti di tipo capacitivo che sovratensioni.. Per me uno snubber e tutto ciò di annesso come varistori o transil, potrebbero non essere necessari..


E forse (secondo me) potrebbe essere giusto quanto dice. E anche di parlarne per togliere il dubbio se usare qualcosa o meno su quel circuito.

Il fatto è che non capisco se in quei due punti c'è continua o alternata e lo stesso dubbio ce l'ho sul fatto che si possano formare degli spifferi.

Avevo detto che i Transil erano adatti da metterci, anche valutando i MOV e la rete RC.
Sono arrivato alla conclusione che la rete RC non sono capace di calcolarla, avrei messo a caso 0.1uF e 33 Ohm, per i MOV come i Transil , con tensioni non superiori a 150V e non troppo esagerati come correnti di intervento.
Che cosa metterci allora?
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
8.195 5 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4222
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[12] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 11 nov 2020, 1:19

Purtroppo non si riesce ad avere una soluzione certa. I transil a mio modo di vedere dovrebbero essere uno di poco superiore ai 100V e l'altro di poco superiore ai 55V, non credo debbano essere uguali altrimenti ne lavora uno solo. Poi per il calcolo dello snubber cosa posso dire, non ci sono mai riuscito neanch'io... Anche con il relè del carica batterie, alla fine ho dovuto sostituirlo con un SSR perché non c'era snubber che tenesse...
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.910 2 7 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 1255
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[13] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentesetteali » 11 nov 2020, 1:26

Chissà come verrebbe risolta questo problema, pensando che esista, da un'azienda che dovesse mettere sul mercato un circuito del genere.
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
8.195 5 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4222
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[14] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 11 nov 2020, 19:10

Ciao Alex, non saprei, non ho mai visto un alimentatore dotato di duplicatore. Devo confermare che non credevo funzionasse così bene, sono rimasto sorpreso. Speravo invece in una maggiore collaborazione circa il quesito ma è possibile che il problema sia poco noto o difficile da risolvere senza avere a disposizione il circuito da testare...
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.910 2 7 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 1255
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[15] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto UtenteNebur70 » 20 gen 2021, 18:11

Salve ragazzi. O_/ Non so se gianniniivo ha risolto il problema, anche io ci sto combattendo e vorrei aggiungere che oltre a considerare sovracorrenti/tensioni il tempo degli interventi non lo considerate? Bisogna vedere all'oscilloscopio i delta T degli spike. Non credo che snabber tipo RC possano soddisfare le ristrettezze di tempo. Quindi da li procedere acquisendo dal datasheet il componente piu consono ;-)
Avatar utente
Foto UtenteNebur70
35 1
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 21 apr 2020, 18:52

0
voti

[16] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 24 gen 2021, 0:15

Foto UtenteNebur70, per quanto riguarda i diodi TRANSIL non ho risolto niente, non avendo capito come funzionano. Come vedi non ci sono stati interventi di aiuto decisivi e ho rinunciato. Per il momento l’alimentatore ne è sprovvisto ma funziona ugualmente.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.910 2 7 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 1255
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[17] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto UtenteChris1414 » 24 gen 2021, 0:48

Il problema, a mio avviso, non sta tanto nel tempo di intervento, ma nella velocità di dissipazione dell'energia nelle applicazioni in cui vi è una elevata frequenza di commutazione (esempio alimentatori switching).
In questi casi si usa inserire nella rete di snubber degli zener, in quanto la caduta di tensione ai capi è maggiore, e perciò l'energia dell'induttore viene dissipata più rapidamente consentendo una commutazione più rapida.
Avatar utente
Foto UtenteChris1414
193 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 104
Iscritto il: 28 lug 2020, 1:12

0
voti

[18] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 24 gen 2021, 21:45

Grazie Chris1414, nella PCB ho previsto i punti di saldatura per i TRANSIL, ed eventualmente anche i VARISTORI, ma l’argomento che speravo venisse affrontato e spiegato era sapere come funzionavano i transil. Ho provato a cercare sul web ma non mi è risultato chiaro in che cosa si differenziassero dagli zener. L’impressione che ho avuto è che svolgessero la stessa funzione ma è ovvio che si tratti di un’impressione errata perché in tal caso li avrebbero chiamati zener. :mrgreen:

Devo aggiungere che nell'uso pratico e ricorrente, difficilmente quell'alimentatore lavorerà oltre i 40V e quel relè non dovrebbe risentire più di tanto dello stress derivante da qualche commutazione ogni tanto, ma trattandosi (il transil) di un componente che non ho mai utilizzato, avrei trovato interessante comprendere bene il funzionamento e la modalità d’impiego.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.910 2 7 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 1255
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[19] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto UtenteChris1414 » 24 gen 2021, 23:03

Per quello che posso dirti, i varistori sono solo bidirezionali mentre i transil sia "bi" che "mono". In applicazioni in continua ritengo più efficace l'utilizzo di un dispositivo monodirezionale.
Il transil in effetti è simile ad uno zener, però è progettato proprio per essere usato come soppressore, quindi preferibile in questi contesti. Il tempo di intervento è il più rapido fra i componenti presi in esame, però la riapertura dopo il transitorio è piuttosto lenta e, credo, potrebbe essere per questo motivo che si utilizzano gli zener in applicazioni di commutazioni rapida e continua come gli switching. I transil in sostanza si usano per quello per cui sono progettati: proteggere le parti del circuito da sovratensioni occasionali (come i varistori, ma questi ultimi sono solo bidirezionali e più soggetti a perdita di efficienza per invecchiamento). Tutte queste info sono disponibili su wikipedia, con una pagina che anche se non scende nello specifico, offre informazioni comunque utili.

Nel caso specifico del tuo alimentatore, come avevo già detto, credo più probabili e dannose sovracorrenti in chiusura rispetto a sovratensioni in apertura, quindi uno snubber, lo vedo poco utile, proprio perché si utilizza in questi ultimi casi.
Sono inoltre del tuo stesso parere quando dici che la commutazione sarebbe così poco frequente da considerare plausibile non intervenire in alcun modo, proprio volendo fare qualcosa, si potrebbe utilizzare un relè appositamente costruito per contrastare tale problema (contatti di materiale apposito) e o utilizzare una capacità antidisturbo in parallelo ai contatti.
Altre alternative sono limitare lo spunto di corrente o usare un interruttore a stato solido.
Sperando di non aver detto imprecisioni, onestamente non ho ulteriori conoscenze per poter dare altre informazioni utili.
Avatar utente
Foto UtenteChris1414
193 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 104
Iscritto il: 28 lug 2020, 1:12

0
voti

[20] Re: Diodo TRANSIL, come funziona?

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 25 gen 2021, 1:55

Grazie ancora Foto UtenteChris1414, la spiegazione è ben articolata ma c’è ancora qualche dettaglio che non mi è chiaro. Esaminiamo un passaggio alla volta altrimenti mi perdo.
Quesito 1:
quando dici “i transil sia "bi" che "mono" in applicazioni in continua etc.”
Ok, però,
il contatto mobile del relè è collegato direttamente ad un uscita del trasformatore e questa uscita del trafo verrà commutata per utilizzare la modalità PONTE o la modalità DUPLICATORE, a seconda della richiesta dell’Utente. Ora quello che non capisco
è:
se in quel punto del relè c’è alternata, (vedi schema al punto [1]) i transil, funzionerebbero ugualmente non essendoci una continua? Dovrei utilizzare dei bidirezionali?

Poi se non avrai perso la pazienza formulerò un altro quesito. :mrgreen:
Grazie per l’attenzione.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
1.910 2 7 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 1255
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Google Feedfetcher e 65 ospiti