Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili

Moderatore: Foto UtenteFranco012

0
voti

[31] Re: Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Messaggioda Foto Utentedavi82 » 1 dic 2020, 18:20

lelerelele ha scritto:sul libretto non c'è alcuna pressione

Ti chiedo scusa, con "libretto" intendevo il manuale dell'auto. Non la carta di circolazione. :-)

Ma hai consumi anomali solo alle ruote posteriori? Le ruote sono consumate di più su entrambi i lati esterni, come in questa foto:
both_outer.jpg
both_outer.jpg (15.79 KiB) Osservato 892 volte

sul lato interno:
interno.jpg

o su quello esterno:
esterno.jpg
esterno.jpg (15.37 KiB) Osservato 892 volte


Guardando su questo sito: https://www.tpressure.com/model/volvo/s ... sedan.html
sembra che la pressione originale consigliata sia 2,2 all'anteriore e 2,0 al posteriore.
Se così fosse, posso capire che ti possa trovare meglio con 2,5 atm, visto che in famiglia sembra che abbiate una guida "allegra"... ma 3,0 atm è davvero tanto di più: con queste pressioni il comportamento della vettura non è ideale.
Le cose sono due: o fai tutti i giorni un sacco di curve a tutta birra, oppure hai qualcosa da rivedere sulla convergenza o le sospensioni. Quanti anni e km hanno le sospensioni? Campanatura e convergenza quando sono state controllate?
Se 2,5 atm, ovvero 0,5 atm in più al posteriore rispetto a quanto indicato nel manuale non sono sufficienti, c'è qualcosa che non va.
I cerchi sono originali? Hanno i giusti parametri di ET e canale?
Se +0,5 atm rispetto a libretto non ti consentono di avere un consumo regolare, c'è un altro problema. Arrivare a 3 atm senza essere a pieno carico è assurdo.
Poi considera che un minimo di differenza tra lati esterni e centro è normale. Ma se mi dici che al lato sono lisce quando al centro hai 6 mm, la cosa è eclatante....
Non so quanto tuo fratello tenga gonfiate in più le gomme sulla golf... ma un conto è passare da 2,4 a 2,7... può starci.... un altro da 2,1 a 3,0... direi che non va.
Sarebbe come dire che tutte le auto in circolazione che non tengono 1 atm in più, hanno le gomme consumate male :roll:
Poi se fate i rally ad ogni curva, allora è normale che le gomme ti durino 15k km e va bene così.
Avatar utente
Foto Utentedavi82
244 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 24 giu 2011, 0:09

0
voti

[32] Re: Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 1 dic 2020, 18:40

Nella vecchia volvo sono leggermente fuori convergenza, ho un po più consumato l'interno rispetto all'esterno, la tua seconda foto, ma il grosso porta la tua prima foto, consumo predominante all'esterno.

Il consumo anomalo sui due assi è pressapoco uguale, fermo restando che ovviamente davanti consumano molto dipiù che dietro.

Nella skoda che è nuova (quasi), il consumo è simile alla prima foto, non avendo problemi di convergenza, ma tenendola gonfia assai, ora che le goome sono a fine vita è abbastanza pari.

Come ti dicevo, anche mio fratello, ora con golf, ha gli stessi problemi. Abbiamo quindi una casistica.....
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.627 3 7 9
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3005
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

2
voti

[33] Re: Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 1 dic 2020, 19:33

Quanta teoria!

Io sono molto più pratico: dopo anni di guida anche io gonfio le gomme 0,3-0,5bar più del previsto, tutte uguali, e mi sono scritto i valori su un foglio in box.
Le "giro" avanti dietro perché non mi passerebbe mai per la testa di comprarne solo 2 nuove, preferisco consumarle uniformi e cambiarle tutte insieme.

Sull'astra con gomme larghe il consumo sulle spalle è meno evidente ma c'è, e comunque le gonfio di più anche su di lei per vari motivi:
- non ho intenzione di gonfiarle/sgonfiarle a seconda del carico
- a pressione nominale le gomme sono leggermente "a terra", come su quasi tutte le auto normali, per aumentare l'aderenza. Dando quel 0,3-0,5 in più non si nota praticamente nessun sollevamento, la gomma continua a cedere un po'.

Insomma, la decisione segue a una osservazione, perché può variare caso per caso. Ma ricordiamo che le indicazioni dei costruttori di auto/gomme sono per massimizzare prestazioni e tenuta, ma non siamo tutti piloti agonistici.

PS: se ricordo bene sull'Astra oltre al pieno carico c'è anche una pressione maggiore indicata come "eco" quindi... (anche se non rilevo consumi minori misurabili gonfiando un po' di più)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
30,1k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8275
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[34] Re: Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 1 dic 2020, 19:57

richiurci ha scritto:Quanta teoria!

Io sono molto più pratico: dopo anni di guida anche io gonfio le gomme 0,3-0,5bar più del previsto, tutte uguali, e mi sono scritto i valori su un foglio in box.


Condivido, io l ho scritto nella ultima pagina del libretto di istruzioni.
Ciao Riccardo.
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
2.555 1 4 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 714
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[35] Re: Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 1 dic 2020, 19:58

richiurci ha scritto: se ricordo bene sull'Astra oltre al pieno carico c'è anche una pressione maggiore indicata come "eco" quindi...

Anche sulla Seat Ibiza che aveva mia moglie, l'etichetta mostra i valori relativi ad un utilizzo "comfort" della vettura, per il quale è prevista con "disinvoltura" una diminuzione di ben tre decimi di bar sulle gomme anteriori, e due decimi su quelle posteriori, a parità di carico:

Etichetta pressioni Ibiza.jpg
Etichetta pressioni Seat Ibiza.

Quindi non facciamoci problemi per due decimi in più o in meno.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.596 2 3 6
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1583
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[36] Re: Pressione gomme e gonfiaggio autonomo

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 2 dic 2020, 8:38

Se l'usura è simmetrica sui due lati, quindi non stiamo parlando di problemi in convergenza, anche girali non vedo cosa possa cambiare.

In linea di principio certo che ha senso invece: al posteriore la spalla si consuma molto meno a causa di minore rollio e minor trasferimento laterale di peso. Comunque si veda il punto precedente riguardo la rotazione.
Cioè dietro ho meno peso e meno forze laterali, può essere, ma spigami perché questo deve solo influire sul consumo della spalla, e non sul consumo del pneumatico in centro?


In definitiva, se gonfio alla pressione giusta, butto le gomme dopo 15/20000km, perché al lato sono lisce, ed al centro ho 6mm di battistrada, va bene così? No! Come posso risolvere secondo te?


Certamente dietro c'è un minor trasferimento di peso.Ma in buona sostanza si usurano maggiormente sulle spalle perché in parole povere durante la sterzata le ruote sono inclinate,ciò è da imputarsi ad uno degli angoli caratteristici:l angolo di incidenza che serva a far tornare lo sterzo dritto dopo che hai curvato e lasciato il volante,al posteriore ciò non avviene perché le ruote non sono sterzante.Basta guardare un auto per parcheggiata con le ruote sterzate per rendersene conto.Essenzialmente il problema si risolve facendo la rotazione ogni 10000 km circa in una vettura in uso in condizioni normale,va da se che se fai tutti i giorni montagna sempre in curva sui tornanti la rotazione la devi fare ogni 5 o 6000 km.No non stiamo parlando di problemi di convergenza.Qui su questa discussione guardi il post da Davi82 la foto centrale quello è un problema di convergenza,nello specifico troppo aperta.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
355 4 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

Precedente

Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 11 ospiti