Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Posa cavo termostato

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Posa cavo termostato

Messaggioda Foto UtenteLumen » 4 dic 2020, 13:52

Ciao a tutti,
vorrei avere un vostro parere..devo posare sotto il muro due cavi che verranno collegati ad un termostato che voglio aggiungere, e questi cavi verranno usati solo come contatto pulito per attivare / disattivare le termovalvole (il termostato è a pile).
Dovrò fare una traccia di circa un metro e mezzo (praticamente il muro da dove parto è lo stesso dove poi dal lato opposto dovrò collegare il termostato), il problema princilpale è che ho praticamente quasi tutto il tragitto con cemento armato.
A questo punto ho pensato di spaccare lo strato di gesso fino al cemento e poi posare direttamente i cavi nel muro (prenderei un bipolare con guina esterna in modo tale da avere una doppia protezione).
Considerando l'utilizzo (solo cottatto pulito), secondo voi posso procedere tranquilalmente?
Vedete delle controindicazioni in questo "lavoretto" ad opera d'arte :D :?
grazie
Avatar utente
Foto UtenteLumen
10 2
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 12 set 2017, 14:15

0
voti

[2] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto Utentevince59 » 5 dic 2020, 11:57

...io da "appassionato" proprio no. I professionisti stroceranno il naso.
E' un segnale apri/chiudi quanta corrente passerà mai? Se fosse tanta fagli pilotare un microchip o un rele che a sua volta gestica il carico "pesante".
Avatar utente
Foto Utentevince59
130 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 17 giu 2019, 19:32

0
voti

[3] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 6 dic 2020, 3:02

Premetto che il lavoro ipotizzato non si può propriamente definire a regola d'arte.
Tuttavia, se:
  • la lunghezza del collegamento è quella indicata (un metro e mezzo circa);
  • sui morsetti dei contatti è presente solo una bassissima tensione di sicurezza (≤ 50 volt in alternata, ≤ 120 volt in continua), il che vuol dire, in pratica, che il termostato deve agire solamente sulle termovalvole alimentate a 24 volt;
  • le sezioni dei conduttori sono adeguati alle correnti in gioco;
  • non vi è possibilità alcuna che i fili vengano a contatto con l'impianto elettrico dell'abitazione, nel senso che la linea deve iniziare dalle termovalvole a 24 volt e terminare sul termostato alimentato a batterie,
allora secondo me si può anche fare, in quanto si tratterebbe di un intervento su parti che non hanno alcun collegamento con l'impianto elettrico dell'abitazione. Forse bisognerebbe aggiungere il requisito che i 24 volt siano ottenuti tramite un tradizionale trasformatore, per assicurare l'isolamento dalla linea a 230 volt, ma su quest'ultimo punto sinceramente non ho le competenze per esprimere un parere.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.596 2 3 6
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1584
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[4] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto Utentelacoontfreed » 6 dic 2020, 10:26

aldilà dell'aspetto tecnico
la tracia che faresti a "regola d'arte" prima o poi potrebbe creparsi e poi se dovessi sostituire il cavo?
non dico di comprare un scanalartore ma un flsesibile, un disco diamantato e un buon aspiratore basterebbero
Avatar utente
Foto Utentelacoontfreed
125 1 1 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 99
Iscritto il: 3 nov 2019, 8:20

0
voti

[5] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto Utenteedgar » 6 dic 2020, 11:13

lacoontfreed ha scritto:non dico di comprare un scanalartore ma un flsesibile, un disco diamantato e un buon aspiratore basterebbero

Ho fatto una traccia di 2 metri nel mattone pieno in quel modo: ho rischiato il divorzio per il polverone rosso che, nonostante l''aspirapolvere, ne è conseguito :mrgreen:
Se proprio si deve, conviene forse usare il disco di minor diametro che si ha a disposizione, dovrebbe fare meno polvere nell'unità di tempo, permettendo di aspirarne un quantitativo maggiore
Avatar utente
Foto Utenteedgar
7.527 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3775
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

1
voti

[6] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 6 dic 2020, 13:10

Lumen ha scritto:(...) questi cavi verranno usati solo come contatto pulito per attivare / disattivare le termovalvole (...) posare direttamente i cavi nel muro (...)
ad un contatto pulito(in base alle sue caratteristiche) si potrebbe collegare una tensione da 5 Vcc ma anche 380 Vca, in ambito domestico.
L'attuatore della termovalvola potrebbe richiedere 230 Vca(non si sa, mi pare non sia scritto), ipotesi da considerare.
Io la vedo così: con molta pazienza(magari martello e scalpello) praticherei la scanalatura per affogare un corrugato utile ad accogliere il cavo, poi vedi tu.
Mi permetto di taggare Foto Utenteattilio, credo abbia esperienza certa anche per interventi simili.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,9k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7106
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[7] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto Utentevince59 » 6 dic 2020, 13:26

Per abbattare i valori in gioco basta far pilotare un rele a 5v o addirittura un microchip e hai risolto la maggior parte dei problemi di sicurezza. Forse sono un po' troppo smanettone...ma l'intervento mi sembra davvero fattibile senza troppe difficoltà e rischi. Per un carico "irrilevante" apri/chiudi io ho spesso usato il doppino telefonico e talvolta non potendo realizzare traccia e posa corrugato,ovviamente su percorsi brvei, ho aperto una traccia con un piccolo scalpello ed affogato il cavo. Mai alcun problema.
Avatar utente
Foto Utentevince59
130 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 17 giu 2019, 19:32

1
voti

[8] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto Utenteattilio » 6 dic 2020, 13:58

io non lo uso quasi mai, ma questo sarebbe uno dei casi in cui lo utilizzerei. il suo nome è: corrugato da 16 mm.

in base allo spessore dell'intonaco potresti aver bisogno di affondare proprio un'inerzia nel c.a.
il tratto è breve e rettilineo se non ho capito male.
dentro ci metti due cordine FS17 da 1 o 1,5 mm2
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8900
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[9] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto Utentevince59 » 6 dic 2020, 15:39

Non capisco perché tutte queste complicazioni per un cavetto che deve portare solo un segnale.
Ma qual è il problema tecnico di una tale soluzione?
Un metro e mezzo di cavo inguainato sottotraccia in una traccetta di 2 cm di spessore (che a momenti puoi farla anche con le unghie) coperta con intonaco e reimbiancata. Ma di cosa stiamo parlando?...a volte sembra che si stiano complicando le cose semplici.
Avatar utente
Foto Utentevince59
130 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 17 giu 2019, 19:32

3
voti

[10] Re: Posa cavo termostato

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 6 dic 2020, 16:06

vince59 ha scritto:Non capisco (...)
intanto, a mio parere, tra un lavoro fatto bene o male basta poco a far la differenza.
Poi, a me non sembra si tratti d'un segnale ma di un comando che(ma non è detto) può essere a 230 Vca.
Per terzo, considerato il tratto relativamente breve, ci si può anche prodigare.
Quarto, se un domani hai la necessità di cambiare l'attuatore e magari anche il cavetto, basta sfilare e infilare.
Quinto, è vero, uno può anche non stare a farsi tutte queste menate, ma se si chiede parere su un forum può capitare che si esprima pure chi se le fa.
Io, il corrugato lo metterei; inoltre come ha scritto @attilio, se lo spessore superficiale è significativo, sotto c'è poco cemento da tirar via.
Questo, ovviamente, per come la vedo io.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,9k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7106
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 72 ospiti