Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

saldatrice leggera

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[11] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utentevince59 » 3 gen 2021, 13:47

giannid19 ha scritto:
vince59 ha scritto:Io ho una saldatrice inverter ad arco per lavori di bricolage e la ritengo un ottimo apparato per imparare rispetto alle vecchie saldatrici a trasformatore.

Una saldatrice statica monofase non ha storia rispetto ad una saldatrice elettronica di media classe,
ma una saldatrice a trasformatore trifase professionale con le giuste regolazioni ti assicuro che la differenza si sente.
Se parliamo di elettroniche professionali allora è tutta un'altra cosa.
Cosa intendi con saldatura gas+ossigeno? suppongo cannello ossi-acetilenico.


Io ho una FIMER non è assolutamente male ed eroga ciò che promette.
Per saldatura gas+ossigeno intendo propano/butano+ossigeno Rothenberger.
Avatar utente
Foto Utentevince59
115 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 17 giu 2019, 19:32

0
voti

[12] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utentegiannid19 » 3 gen 2021, 14:06

vince59 ha scritto:Io ho una FIMER non è assolutamente male ed eroga ciò che promette.

Se stato più fortunato di me, io l'avevo usata in un cantiere ed ero rimasto molto soddisfatto, l'ho cercata e l'avevo anche trovata da un rivenditore su internet il quale però non è riuscito a fornirmela e di comune accordo me ne ha consegnata una di marca diversa comunque di marca nota e di prezzo superiore ma non mi è sembrata all'altezza della Fimer
Avatar utente
Foto Utentegiannid19
475 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 243
Iscritto il: 30 mag 2010, 22:40

0
voti

[13] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utenteboiler » 3 gen 2021, 16:23

In realtà no.
Una saldatrice inverter decente -per imparare- è meglio della migliore delle saldatrici in alternata.

Le domande veramente rilevanti non sono state poste:

Con quali elettrodi Foto Utentelodovico ha fatto le sue esperienze negative?
Se si parte con il basico si avranno molte incollature. Per cominciare è meglio fare un po' di pratica con elettrodi rutilici.

Quali spessori vuoi saldare?
I 3 kW di casa bastano a dipendenza di quali elettrodi vuoi usare. Diciamo che se non pretendi di saldare come un cottimista bergamasco, puoi usare gli elettrodi da 3.2 mm, con i quali fai in una passata spessori di 6-7 mm.

Restando in tema spessori, qual è il minimo che vuoi saldare? Se vuoi saldare lamierini da 1.0 - 1.5 mm di spessore ci vuole manico. Al di sotto ci vuole il TIG. Il tentativo di saldare lamierini sottili a elettrodo può essere fonte di frustrazione.

E parlando di TIG: è quello che ci vorrebbe per saldare bene l'alluminio. Non ho mai provato a saldare l'alluminio e le sue leghe ad elettrodo, ma ho delle riserve sulla bontà dei risultati.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
17,4k 5 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3197
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[14] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto UtenteFedib » 3 gen 2021, 17:07

Pochi mesi fa ho acquistato una saldatrice a inverter ed è questa qui "Stayer Citiwork 125A" , è molto buona ed è veramente leggera e compatta. fino a 60-70 A funziona discontinuamente anche con la potenza contrattuale a 1.5kW. con correnti superiori non l'ho provata.
Avatar utente
Foto UtenteFedib
338 2 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 592
Iscritto il: 4 mar 2013, 22:42

0
voti

[15] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utentelodovico » 4 gen 2021, 0:42

boiler ha scritto:
Con quali elettrodi

Quali spessori vuoi saldare?


Direi con gli elettrodi usati da mio zio , ma con risultati totalmente differenti :D

So che la risposta e' insoddisfacente , ma veramente non so dirti la tipologia...tra l'altro si parla di qualche annetto fa...mi ricordo erano grigi oppure rossastri , di vario diametro (comunque credo sempre sotto i 3mm) e lunghezza...

Ti spiego come e' iniziata la mia esperienza da 'saldatore':
visto che molte volte avevo aiutato mio zio a tenere in posizione i pezzi da saldare (per riparare attrezzi agricoli) , e la cosa , vedendola fare, mi pareva semplice, ho provato un giorno a farla da solo:

ma per me impresa impossibile:
il pezzo pareva saldato ed invece bastava battere un po con il martello e si staccava...altre volte , come detto, mi si incollava 'inspiegabilmente' l'elettrodo al pezzo :D

da cui ho presto abbandonato le velleita da saldatore.

ma mi sono tornate in questo momento, perche' mi farebbe comodo saldare alcuni pezzi su un cancello di ferro (per aggiungere una serratura), e perche' ho trovato su Amazon quelle saldatrici monofase leggere ed economiche , di cui ignoravo l'esistenza

ecco cosa mi ha spinto ad aprire il thread :D

per chi non l'ha mai provato, vi dico solo che restare con l'elettrodo attaccato al pezzo e dover correre a staccare la pinza per far smettere alla saldatrice di 'soffrire' e' veramente un'esperienza fastidiosa :D :mrgreen:

chi invece sa saldare, potrebbe darmi qualche dritta qui?
ad esempio dovrei saldare un tubetto circolare di ferro diam 20mm spesso 2 mm e lungo 10cm su un tubo a profilo rettangolare 30x20mm, spesso 2mm
(il tubetto serve per inserirci un paletto centrale di blocco di un'anta di un cancello di ferro, che appunto e' fatto di tubi a profilo rettangolare del tipo che ho detto)
A quanti ampere devo regolare la saldatrice e che tipo di elettrodi devo usare?
Avatar utente
Foto Utentelodovico
2.235 3 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2454
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[16] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 4 gen 2021, 1:20

Io ho comprato una SALDATRICE COLT 130 G CEMONT già da una decina di anni.
È leggera e non ho mai avuto problemi col contratto da 3 kW.
Mi trovo bene non sono un mago ma anche se ci metto il triplo del tempo alla fine ottengo quello che mi serve.
Con i basici su spessore 6 mm è divertente.
Per iniziare assolutamente i rutilici che alcuni chiamano scorrevoli.
Sotto i 2 mm e meglio evitare e se è presente un rivestimento (vernice... Cadmiatura e zincatura) lo stesso va sempre rimosso per bene altrimenti non si riuscirà a combinare niente di buono.
C'è sempre santo flessibile che poi sistema i vari peccati.
Anche io ho cercato di rubare l'arte e il mago mi diceva "mai spingere ... sempre tirare".
A detta degli esperti l'alluminio va fatto solo in atmosfera inerte altrimenti la saldatura diventa fragile.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
2.350 1 3 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[17] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 4 gen 2021, 1:40

Beh Foto Utentelodovico, posso dirti che non ci riuscirai mai se prima non impari a saldare. Non è una cosa particolarmente difficile con pezzi a banco ma serve molta pratica e un po' di preparazione teorica. Per rispondere alla domanda diretta, elettrodi rutilici scorrevoli (quelli rossastri che hai citato sono ottimi e facilitano notevolmente l'operazione) ma per quanto riguarda l'intensità di corrente da usarsi non c'è un valore fisso adatto specificamente allo scopo. Altra cosa, i tubolari da 2 mm si bucano che è un piacere se non si ha esperienza :mrgreen:
Ora però la cosa più importante e imprescindibile di tutte: la saldatura produce radiazioni ionizzanti per cui vanno adottati i necessari DPI, non dico quelli di chi deve saldare per otto ore al giorno (un saldatore professionista è bardato che pare un astronauta) ma almeno oltre alla maschera il grembiule di cuoio è d'obbligo!
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,4k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11504
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[18] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 4 gen 2021, 1:50

Al massimo due settimane fa ho visto un operaio che riparava un container con una sadatrice a filo senza maschera ne altro dpi .
Con la mano destra teneva la torcia con la sinistra un martello con cui spingeva la "toppa" mentre ne saldava i bordi e la maschera appoggiata sulla scaletta.
Sono rimasto incredulo almeno 5 minuti a osservarlo (io ero al telefono in macchina a una 50 di metri) per vedere se prima o poi si sarebbe coperto con la maschera .
Immagino che occhi gli sono venuti alla sera.
Chi è causa del proprio male pianga se stesso.
ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
2.350 1 3 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[19] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utentelodovico » 4 gen 2021, 2:02

grazie a tutti per le info!
ho trovato anche questo tutorial su youtube
, gia' mi viene voglia di saldare :D
le precauzioni si certamente...quando da ragazzino tenevo fermi i pezzi per mio zio avevo gia' una paura terribile delle scorie incandescenti che saltano tutto intorno , specialmente alla fine, quando si solleva l'elettrodo
la mia paura principale era che potessero entrare negli stivali o tra il bordo della scarpa ed il piede...
e sento ancora adesso l'odore del fumo di saldatura, nonche' ho ben presente cosa succede guardando per un attimo il punto che si sta saldando senza mascherina (ti rimane impressa nella retina l'immagine e te la sogni pure di notte :mrgreen: )
Avatar utente
Foto Utentelodovico
2.235 3 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2454
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[20] Re: saldatrice leggera

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 4 gen 2021, 2:10

Per una volta può essere "veniale" (risposta al post di Stefano) , immagino che il tizio dopo le ustioni riportate d'ora in poi si guarderà bene dal ripetere l'esperienza...
Però ripetendo tale sciaguratezza si rischiano lesioni permanenti a cornee e retine; aggiungo pro lodovico di evitare appunto la inalazione dei fumi di saldatura che sono tossici e oncogeni (sic);
tecnicamente poi per il saldare oltre al "mai spingere sempre tirare" (che comunque non è sempre valido, dipende!) l'elettrodo deve essere tenuto con una inclinazione di circa 45° rispetto al piano e deve procedere con traiettoria a spirale... insomma, saldare è molto meno banale di quanto possa parere a prima vista a un profano, inoltre occorre farcisi la mano e poi mantenersi in esercizio; non è come andare in bicicletta che una volta imparato ci si riesce anche a decenni di distanza.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,4k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11504
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti