Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Fotovoltaico e resistenza per acqua calda

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

1
voti

[11] Re: Fotovoltaico e resistenza per acqua calda

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 16 lug 2021, 21:13

MikX ha scritto:Se li metto in serie le tensioni si sommano. Quindi 32x4=128volt
Moltiplicando x 9A ho una potenza massima teorica di 1150watt

Dove sbaglio?


Nel voler utilizzare un boiler con resistenza da 230V. Se il boiler avesse una resistenza fatta per lavorare a 120V andrebbe un pochino meglio, riusciresti a recuperare un po' piu` di potenza. Poi bisogna vedere le curve elettriche dei pannelli, la temperatura a cui lavorano, se un pannello va in ombra...

Per sfruttare la potenza elettrica disponibile serve un convertitore DC/DC con funzione MPPT. Molto piu` complicato di un solare termico, pompa ed eventuale scambiatore di calore.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
113,7k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19918
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

1
voti

[12] Re: Fotovoltaico e resistenza per acqua calda

Messaggioda Foto UtentedrGremi » 16 lug 2021, 21:44

MikX ha scritto:Dove sbaglio? Mi interessa anche che sia una cosa sicura e non troppo pericolosa. Che poi tra le tante cose da capire, in corrente continua è più pericoloso avere 200volt e 5A o 50volt e 20A?

Che non puoi applicare la legge di ohm per i semiconduttori. Cambia l'efficienza (e di tantissimo) in base al punto di lavoro.

Qui la prima cosa tirata a caso trovata senza dover tirare in ballo paper con pagine di conti e il simpaticissimo poisson http://www.consulente-energia.com/ao-co ... taica.html

Massima resa minima spesa? Non così a mio avviso. Per me è un accrocco infernale che costa molto e funziona male. Per me è un no secco al progetto. Ovviamente libero di continuare, ma io me ne chiamo fuori.

Buona fortuna!
Avatar utente
Foto UtentedrGremi
1.473 1 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 837
Iscritto il: 20 nov 2019, 19:49

0
voti

[13] Re: Fotovoltaico e resistenza per acqua calda

Messaggioda Foto Utentenicsergio » 17 lug 2021, 10:14

Quoto Foto UtenteGioArca67, se proprio non puoi passare al solare termico, io installerei un impianto fotovoltaico con inverter in modo da ridurre il consumo elettrico di tutta l'abitazione, con un piccolo impianto da 1.5 kWp io riesco a risparmiare regolando le partenze dei vari elettrodomestici energivori.

La resistenza del boiler la potresti usare per aumentare l'autoconsumo, mediante un "deviatore solare", per gli smanettoni c'è chi fornisce componenti e codice per l'autocostruzione, ma ovviamente ci sono apparecchi già pronti, ad esempio questo.
♫♪♫ ƎlectroYou ♫♪♫
⊲∎⊳ ━❍────── ∞
VOLUME : ▁▂▃▅▆▇ 100%
Avatar utente
Foto Utentenicsergio
2.900 1 8 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 419
Iscritto il: 1 gen 2020, 16:42

1
voti

[14] Re: Fotovoltaico e resistenza per acqua calda

Messaggioda Foto UtenteMikX » 17 lug 2021, 13:39

non so ancora cosa farò per risparmiare nel periodo estivo, ma comunque vi ringrazio per il vostro contributo.

capisco che sia meglio dal punto di vista dei rendimenti finali il solare termico, ma come dicevo dovrei far fronte a lavori edili e costi per pannelli ecc non indifferenti che non posso permettermi ora come ora, capisco anche che ci sia la detrazione fiscale, i soldi li dovrei comunque anticipare dato che sconto in fattura non lo fa nessuno o pochi e andare in banca non se ne parla proprio.

pensavo con qualche pannello fotovoltaico di seconda mano comprati a prezzi stracciati si potesse in qualche modo arrivare comunque a scaldare acqua a 40-50gradi max. vedo che le cose sono + complesse di quello che pensavo, credevo bastasse collegare quanti + pannelli possibili in serie (massimo 4 nel mio caso) e collegarli alla resistenza con termostato. ma ci sono aspetti che ignoravo che non è il caso ignorare.
Avatar utente
Foto UtenteMikX
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 18 lug 2006, 20:14

Precedente

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti