Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Sensori di pressione e Oscilloscopio

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[1] Sensori di pressione e Oscilloscopio

Messaggioda Foto UtenteMirko_FI » 12 lug 2008, 14:16

Salve a tutti, vi chiedo gentilmente di illustrarmi le differenze tra sensore di pressione statica e sensore di pressione dinamica. Inoltre l' uso dell oscilloscopio, serve a constatare la bontà dei segnali? Vi ringrazio in anticipo.
Avatar utente
Foto UtenteMirko_FI
0 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 14 gen 2008, 20:29
Località: Firenze

0
voti

[2] Re: Sensori di pressione e Oscilloscopio

Messaggioda Foto UtenteIvan_Iamoni » 12 lug 2008, 14:47

La differenza sostanziale è nel tipo di misuratore , o meglio nelle sue particolarità costruttive.
Credo di poter affermare che in entrambe i casi si possa usare lo stesso tipo di misuratore a 2 punti di misura.
La pressione statica o dicesi differenziale o "relativa" è la differenza tra la pressione misurata in un recipiente e quella esterna (atmosferica) o riferita ad un altro recipiente, in questo caso lo strumento ha due punti di misurazione dove viene fatta una differenza di tipo "meccanico" con dei leverismi o tramite 2 sensori o celle di carico diverse oppure sottrrazione dei valori di tipo elettronico.
La pressione dinamica, (che è la differenza tra pressione totale e pressione statica) , la si ottiene installando una delle bocche del misuratore in contrapposizione al fluido , in modo da rilevare la pressione TOTALE , ed una bocca perpendicolare al fluido o in un punto dove il fluido con il suo movimento non interferisca nella lettura, rilevando la pressione STATICA , la differenza tra prima e seconda restituisce la DINAMICA.

In genere nei sistemi controllati, ci si limita a misurare banalmente la pressione TOTALE , con i classici manometri o trasduttori di pressione.
La pressione dinamica, può essere utile nei casi in cui è necessario calcolare la densità del fluido se ne si conosce la velocità o viceversa la velocità determinata la densità.
In funzione della formula : Pressione dinamica =r.(V2/2) dove r è la densità e V2 è la velocità al quadrato.

Inoltre l' uso dell oscilloscopio, serve a constatare la bontà dei segnali?

L'oscilloscopio può esserti di aiuto , dipende da che uso ne fai ma solo ed esclusivamente per interpretare il segnale elettrico generato 4-20mA ,0-20mA 0-10VDC ,+5/-5vdc , frequenza ... ve ne sono di molti tipi di trasduttori.
Una cosa indispensabile per verificare la bontà del trasduttore , sono gli "strumenti campione" , ovvero quegli strumenti la cui precisione è verificata tramite analisi di laboratorio ed accoppiati allo strumento in esame ti permettono di verificarne l'errore di lettura e la deriva termica o di altro tipo.
Senza quelli devi "fidarti" di cosa dice il tuo trasduttore.

Ciao
Ivan
Avatar utente
Foto UtenteIvan_Iamoni
5.311 6 10 12
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 2331
Iscritto il: 22 ott 2006, 18:45

0
voti

[3] Re: Sensori di pressione e Oscilloscopio

Messaggioda Foto UtenteMirko_FI » 12 lug 2008, 15:37

Ti ringrazio molto per avermi risposto. Mi sto preparando per un colloquio di lavoro e voglio arrivare ben preparato...
Avatar utente
Foto UtenteMirko_FI
0 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 14 gen 2008, 20:29
Località: Firenze

0
voti

[4] Re: Sensori di pressione e Oscilloscopio

Messaggioda Foto UtenteIvan_Iamoni » 12 lug 2008, 16:18

Mi sto preparando per un colloquio di lavoro

Allora..."in bocca al lupo!" :D

Ivan
Avatar utente
Foto UtenteIvan_Iamoni
5.311 6 10 12
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 2331
Iscritto il: 22 ott 2006, 18:45


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 51 ospiti