Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

competenze ingegnere junior

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[141] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 27 mar 2012, 9:50

tedesco ha scritto:visto che siamo entrambi di Roma suppongo tu non abbia fatto la triennale a tor vergata come me, altrimenti avrai sicuramente una buona preparazione di base ma, detto col massimo rispetto, un perito sul campo pratico ne saprà di più... (a meno che tu non abbia approfondito per conto tuo)

Si, sono di Roma ed ho fatto la vecchia triennale a La Sapienza... il problema è che tocca specificare... ho sentito di elettricisti che per farsi richiamare non serravano bene le morsettiere, di elettricisti che non sapevano che per invertire il senso di marca del motore bastava invertire due fasi delle tre, per non parlare della grande rubrica di Tuttonormel l'elettrobestiario. Ma è ovvio che ce ne sono anche di bravi... in ogni caso io vengo da una scuola elettronica ed ho sempre smanettato con i circuiti, poi ho deciso di trasformarmi in elettrico, ma anche in questo caso cerco sempre di approfondire la pratica, tempo ed occasioni permettendo!
In ogni caso, non mi fiderei di un elettricista e/o perito per un progetto perché ritengo che spesso non siano in grado e non mi fiderei di un ingegnere perché, pure se in grado, ho visto che li fanno lavorare (ci fanno) di corsa solo al pensiero di produrre carta perché non c'è mai il tempo idoneo per ragionare bene sul progetto, qualunque esso sia!
Proprio per quest'ultimo punto, io che sono pignolo, mi sto rompendo veramente le palle di questo lavoro! Tornassi indietro, rimarrei sotto le armi!
Per quanto riguarda i periti, mi è capitato di un'impresa che ha chiamato un suo perito di fiducia per farsi "rifare"/verificare il progetto fatto da me, come normalmente avviene... nello studio del perito si occupava della verifica una ragazza, che penso sia stata perito pure lei, che aveva messo in conto nella potenza contrattuale anche la potenza del banco di rifasamento come se fosse una potenza attiva e quindi ci ritrovavamo 100 kW in più sul computo delle potenze!
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
140 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma

0
voti

[142] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 27 mar 2012, 16:56

In ogni caso, non mi fiderei di un elettricista e/o perito per un progetto perché ritengo che spesso non siano in grado e non mi fiderei di un ingegnere perché, pure se in grado, ho visto che li fanno lavorare (ci fanno) di corsa solo al pensiero di produrre carta perché non c'è mai il tempo idoneo per ragionare bene sul progetto, qualunque esso sia!

e di chi ti fidi? :?:
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.940 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2435
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[143] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 27 mar 2012, 17:07

Danielex ha scritto:
In ogni caso, non mi fiderei di un elettricista e/o perito per un progetto perché ritengo che spesso non siano in grado e non mi fiderei di un ingegnere perché, pure se in grado, ho visto che li fanno lavorare (ci fanno) di corsa solo al pensiero di produrre carta perché non c'è mai il tempo idoneo per ragionare bene sul progetto, qualunque esso sia!

e di chi ti fidi? :?:

Solo di me stesso! Oppure, quando non posso fare io, prego anche se non credo!
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
140 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma

0
voti

[144] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 27 mar 2012, 17:24

Una visione un po' pessimistica...
Certamente la situazione non è rosea, ma qualche professionista serio e preparato esiste! (perito o ingegnere)
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.940 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2435
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[145] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utentedetesco » 29 mar 2012, 9:31

La vecchia triennale era pensata per dare in quei tre anni l'occorrente per lavorare, magari togliendo esami non direttamente utili come analisi, chimica, fisica, ecc.
La nuova almeno da noi era la quinquennale divisa in 3+2, con i primi due anni come il vecchio biennio formativo ed al terzo si iniziava appena con le materie specifiche.
Ergo hanno fatto una riforma inutile quando già c'erano le triennali che erano pensate molto meglio.
A mio avviso si dovrebbe scegliere, come era prima del resto, da subito in quanto tempo si voglia finire di studiare, in modo che uno esca con le competenze necessarie al suo livello, salvo lasciare aperta poi la possibilità di integrare successivamente dalla triennale alla specialistica.
Io ritengo che un perito con la dovuta esperienza possa progettare una casa tranquillamente. La mia casa l'hanno fatta un geometra ed un elettricista. Errori poi possono capitare a tutti soprattutto a chi inizia e per mancanza di tempo.
Avatar utente
Foto Utentedetesco
57 6
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 5 lug 2011, 14:48

0
voti

[146] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utentegiozambi » 29 mar 2012, 9:49

secondo me dipende anche dal tipo di persona, come in tutte le cose c'è chi è più bravo e meno bravo, io sono da poco nel mondo universitario e ne sto vedendo di tutti i colori, come laureati in ingegneria nemmeno capaci di accendere un microfono o studenti del 3° anno che si domandavano cosa fosse la funzione inversa della tangente e quale unità di misura avesse.
Io da perito elettronico posso confermare che una scuola tecnica riesce a dare alle persone veramente motivate le giuste competenze pratiche e basilari che l'università non potrà mai dare; viceversa non avendo la laurea purtroppo si rimane ad un livello standard meno considerato nel mondo del lavoro.
Avatar utente
Foto Utentegiozambi
310 3 9
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 231
Iscritto il: 2 feb 2011, 10:42
Località: Rovigo

0
voti

[147] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 29 mar 2012, 19:10

tedesco ha scritto:La vecchia triennale era pensata per dare in quei tre anni l'occorrente per lavorare, magari togliendo esami non direttamente utili come analisi, chimica, fisica, ecc.
La nuova almeno da noi era la quinquennale divisa in 3+2, con i primi due anni come il vecchio biennio formativo ed al terzo si iniziava appena con le materie specifiche.

Ehm... mi sa che sei informato male! Ma dove l'hai sentita questa? Ma chi è stato che ti ha detto che Analisi, Chimica, Fisica, ecc., non c'erano nella vecchia triennale, poco conosciuta come Diploma Universitario (suo vero nome) oppure un po' più sentita come Laurea breve?
E' falso!!! C'erano e come... purtroppo... come l'inutile Chimica! Ben 30 esami di listino, con la possibilità di eliminarne 2 a piacere dell'ultimo anno previo stage certificato, come ho fatto io che mi son ben visto da fare materie come Azionamenti eletrrici e Tecnica ed economica dell'energia che, non per le materie, c'erano due professori folli e schizzati!
Anzi, il DU era più completo dell'attuale Triennale che è la Laurea effettiva, visto che l'accoppiata 3+2 è la Laurea Magistrale, che però la ritengo più completa del VO.
Quindi, esperienza personale, la storia dell'eliminazione delle materie citate è una bella fesseria! Cioè che c'era di diverso, rispetto al VO, è che alcune materie avevano meno dimostrazioni matematiche in programma.
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
140 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma

0
voti

[148] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utenteserting » 31 mar 2012, 23:21

Danielex ha scritto:Una visione un po' pessimistica...
Certamente la situazione non è rosea, ma qualche professionista serio e preparato esiste! (perito o ingegnere)


scusate ma vorrei fare un po' di chiarezza su alcune inesattezze lette su questo argomento:
premesso che in 20 anni di libera professione come progettista ho incontrato ingegneri incapaci periti con le palle , e viceversa, la profossionalità e la competenza non sono mai avulsi dall'esperienza, dall'umiltà e dall'aggionamento continuo . Ciò premesso,
il laureato (non esiste laureato breve e nemmeno junor questi termini sono "storpiature " basta leggersi le numerose sentenze che hanno dato torto anche a due successivi presidenti dell'ordine degli ingegneri) il laureato può decidere dove iscriversi (albo o collegio) , l'ALBO unico con i laureati non si farà mai è una minchiata del presidente Jogna che su questo argomento ha venduto fumo (mi chiedo perché un signore così ignorante e arrogante possa rappresentare un categoria di professionisti). Per quanto riguarda le competenze , anche recenti sentenze confermano che il laureato iscritto alla sezione b dell'ordine degli ingegneri ha competenze maggiori di un perito industriale e questo mi sembra ovvio. Questo detta la legge (sentenze di cassazione) . dopodichè quanto ognuno di noi sia preparato (perito o industriale) lo decide il mercato, e soprattutto la capacità di non pensare di essere "tuttologi" anche dopo decenni di libera professione. Personalmente mi confronto con tutti , e devo dare atto a questo gruppo di essere costituito da persone competenti che offrono gratuitamente il loro sapere (con grande senso di civiltà) .Concludo ricordando che la "laurea" più efficace e quella che si consegue nel campo a finaco degli installatori , benvendo fiumi di caffè con gli operai mentre si risolve un problema .... progettare bene un'opera lavorando in team , ti dà emozioni uniche, il resto è contorno.
Avatar utente
Foto Utenteserting
1.115 4 11
Expert
Expert
 
Messaggi: 74
Iscritto il: 2 feb 2011, 20:49

2
voti

[149] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utenteconsole6 » 1 apr 2012, 13:23

serting ha scritto:...
il laureato (non esiste laureato breve e nemmeno junor questi termini sono "storpiature " basta leggersi le numerose sentenze che hanno dato torto anche a due successivi presidenti dell'ordine degli ingegneri...


Esatto! In fondo si studia anche per diventare "solo" ing triennali (io sono vecchio ordinamento)

serting ha scritto:...Concludo ricordando che la "laurea" più efficace e quella che si consegue nel campo a finaco degli installatori , benvendo fiumi di caffè con gli operai mentre si risolve un problema .... progettare bene un'opera lavorando in team , ti dà emozioni uniche, il resto è contorno.


Appoggio in pieno e aggiungo che la vita di ognuno di noi non può prescindere dagli altri per cui, meglio collaborare con chiunque possa dare anche un minimo contributo, magari ricambiando pure!
Emanuele
Avatar utente
Foto Utenteconsole6
1.521 1 10 12
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 15 nov 2011, 13:08

0
voti

[150] Re: competenze ingegnere junior

Messaggioda Foto Utentefabiosge » 2 apr 2012, 9:10

serting ha scritto:
Danielex ha scritto:Una visione un po' pessimistica...
Certamente la situazione non è rosea, ma qualche professionista serio e preparato esiste! (perito o ingegnere)


scusate ma vorrei fare un po' di chiarezza su alcune inesattezze lette su questo argomento:
premesso che in 20 anni di libera professione come progettista ho incontrato ingegneri incapaci periti con le palle , e viceversa, la profossionalità e la competenza non sono mai avulsi dall'esperienza, dall'umiltà e dall'aggionamento continuo . Ciò premesso,
il laureato (non esiste laureato breve e nemmeno junor questi termini sono "storpiature " basta leggersi le numerose sentenze che hanno dato torto anche a due successivi presidenti dell'ordine degli ingegneri) il laureato può decidere dove iscriversi (albo o collegio) , l'ALBO unico con i laureati non si farà mai è una minchiata del presidente Jogna che su questo argomento ha venduto fumo (mi chiedo perché un signore così ignorante e arrogante possa rappresentare un categoria di professionisti). Per quanto riguarda le competenze , anche recenti sentenze confermano che il laureato iscritto alla sezione b dell'ordine degli ingegneri ha competenze maggiori di un perito industriale e questo mi sembra ovvio. Questo detta la legge (sentenze di cassazione) . dopodichè quanto ognuno di noi sia preparato (perito o industriale) lo decide il mercato, e soprattutto la capacità di non pensare di essere "tuttologi" anche dopo decenni di libera professione. Personalmente mi confronto con tutti , e devo dare atto a questo gruppo di essere costituito da persone competenti che offrono gratuitamente il loro sapere (con grande senso di civiltà) .Concludo ricordando che la "laurea" più efficace e quella che si consegue nel campo a finaco degli installatori , benvendo fiumi di caffè con gli operai mentre si risolve un problema .... progettare bene un'opera lavorando in team , ti dà emozioni uniche, il resto è contorno.


Ho letto nel tuo post che parli di sentenze e leggi varie. Ti ripropongo il quesito che ho postato diverso tempo fa. Ti risultano esperienze di ordini locali che si siano allineati alle sentenze del consilio di stato che di fatto dovrebbero aver abolito i settori degli albi degli ingegneri (civile, industriale, informazione) definendo le divisioni sancite dalla 328/01 come meramente indicative?
Ciao
Avatar utente
Foto Utentefabiosge
135 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 126
Iscritto il: 23 giu 2011, 14:14

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 31 ospiti