Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[31] Re: Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Messaggioda Foto UtenteIho » 27 dic 2013, 13:58

Attilio ha scritto:Se l'avvolgimento secondario non ha un punto comune messo a terra, come fa la corrente di "dispersione" (guasto monofase verso massa) a richiudersi, escludendo ovviamente la via capacitiva?


teoricamente se usa il corpo umano scarica a terra il differenziale non dovrebbe staccare perché sentie una differenza tra le correnti passanti?

Per quanto riguardo il secondo quesito?
Grazie per l'attenzione. :ok:
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[32] Re: Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 28 dic 2013, 0:57

Se il secondario e` isolato galvanicamente dal primario e non ha riferimenti comuni a terra, come fa a chiudersi l'anello di guasto? Come fa a circolare corrente? Come fa ad intervenire il differenziale?
Hai presente il funzionamento di un sistema IT?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,0k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8505
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[33] Re: Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 28 dic 2013, 1:54

... Poco esteso.
Giusto per aumentare la confusione ;-)
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

1
voti

[34] Re: Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 28 dic 2013, 10:16

Confermo che questa discussione ha preso una piega poco chiara... come tutte le discussioni troppo lunghe, è meglio abbandonare!

P.S. Non sarebbe meglio bloccare questo post?
Se entrambi abbiamo una mela e ce le scambiamo, avremo sempre una mela ciascuno... se entrambi abbiamo un'idea e ce le scambiamo, entrambi avremo due idee.
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
140 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma

0
voti

[35] Re: Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Messaggioda Foto Utentemarinogiannini » 6 gen 2014, 21:40

Ma il tuo trafo alimenta solamente le schede PLC? o meglio: l'alimentazione a 230 V serve solamente per alimentare gli ausiliari del quadro? Nel caso fosse così la necessità di proteggere dai contatti indiretti i circuiti ausiliari è prioritaria rispetto a quella di mantenere la continuità di servizio? (magari il sistema gestisce un processo produttivo che al mancare della tensione ausiliari sul sistema di controllo si blocca e mette in pericolo il personale o più genericamente comporta un aggravio di costi per il fermo produzione).
Io valuterei quali probabilità si posso avere che un circuito ausiliario possa andare verso massa all'interno del quadro e fare le dovute considerazioni. Normalmente i circuiti di alimentazione per i PLC sono derivati dalla rete solamente tramite dei semplici fusibili o da interruttori con curva d'intervento molto veloce.

Le considerazioni sulla sicurezza fatte da ADMIN sono sacrosante ma si applicano in generale ai circuiti di distribuzione elettrica terminale e qui valgono le regole imposte dalla norma 64-8 che prevede svariate possibilità, ma all'interno del quadro non si applicano. Secondo me un semplice trasformatore 400/230 ti potrebbe risolvere il problema, poi le valutazioni sui costi/benefici delle varie soluzioni dovresti farle tu.
Avatar utente
Foto Utentemarinogiannini
40 5
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 26 dic 2012, 23:23

0
voti

[36] Re: Come funziona il trasformatore 400 / 230?

Messaggioda Foto UtenteIho » 8 ott 2014, 21:55

Attilio ha scritto:Se il secondario e` isolato galvanicamente dal primario e non ha riferimenti comuni a terra, come fa a chiudersi l'anello di guasto? Come fa a circolare corrente? Come fa ad intervenire il differenziale?
Hai presente il funzionamento di un sistema IT?


si ho detto una stupidaggine.

Quindi mi pare di capire che, volendo alimentare un sistema a 230 VAC posso:

-mettere un autotrasformatore con a secondario un bipolare con differenziale.
-mettere un trasformatore con secondario isolato, mettere il secondario a terra e mettere a secondario un bipolare con differenziale.
-mettere un trasformatore con secondario isolato, e utilizzare un monitoraggio dell'isolamento.

dico corretto?

ma nel secondario del trafo, in uscita, occorre mettere un 2P o 1P+N?


Ultimo bump di Iho effettuato il 8 ott 2014, 21:55.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti