Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

26
voti

Manutenzioni degli impianti che rientrano nel Reverse Charge

Non ho trovato dentro i vari forum di Electroyou nessuna menzione in merito ai chiarimenti chiesti all’Agenzia, in riferimento al reverse Charge, visto che a fine marzo 2015, esattamente il 27, è uscita una circolare dell’agenzia delle entrate in risposta ai dubbi posti per varie interpretazioni sull’applicazione di quanto scritto in oggetto; ho deciso di riassume e riportare alcuni chiarimenti offerti appunto dall’Amministrazione Finanziaria che ha chiarito quali prestazioni inserire nell’ambito di applicazione del reverse charge ex art. 17, co. 6, lett. a-ter), D.P.R. 633/1972.

Primo chiarimento per individuare la prestazione da assoggettare al reverse charge: va fatto unicamente riferimento ai Codici ATECO 2007; dentro questa tabella compaiono anche le prestazioni di installazione, manutenzione e di riparazione di impianti negli edifici. Come edificio l’Agenzia indica che si debba far riferimento ai fabbricati sia ad uso abitativo che strumentale, lasciando quindi fuori i terreni, i giardini, le piscine ecc. se non integrati all’edificio).

Anonimo (2).jpg

Anonimo (2).jpg

Ci sono delle prestazioni di servizi svolti nei confronti di figure, di soggetti che risultano esclusi da questo meccanismo, soprattutto quelli che non sono obbligati alla registrazione delle fatture nello specifico:

  • imprenditori agricoli in regime di esonero (in quanto nell’anno precedente hanno realizzato un volume di affari inferiore a 7000 euro e costituito per almeno i 2 terzi da cessioni di prodotti agricoli);
  • associazioni sportive e in genere tutte quelle senza scopo di lucro che applicano il regime forfetario di cui alla legge 398/91(non hanno l’obbligo di registrare le fatture);
  • esercenti attività di intrattenimento che applicano il regime iva forfetario (assolvono l’imposta con sistemi della Siae);
  • soggetti che effettuano le attività di spettacoli viaggianti (nell’anno precedente hanno realizzato un volume di affari inferiore a 25822,84 euro).

In sintesi tutte le prestazioni di installazione di impianti a servizio di un fabbricato ad uso civile od altro, compresa anche la manutenzione, risulteranno incluse nel regime del reverse charge.

L’entrata in vigore era dal 1 gennaio 2015 però essendoci state alcune incertezze nell’esatto campo di applicazione, l’Agenzia delle Entrate, introducendo una clausola di salvaguardia, non sanzionerà quelle operazioni che sono state effettuate riferite a dubbi sull’esatto campo di applicazione.

2

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

grazie

Rispondi

di ,

Sei sempre attento al mondo degli elettricisti

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.