Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Benvenuti al blog elettrico di orsinibruno. Visita il suo
Foto Utente

Tecnica e responsabilità

Lavorare secondo norme tecniche e leggi


Gli ultimi articoli di orsinibruno

pubblicato 8 anni fa, 1.138 visualizzazioni

In un periodo in cui il risparmio energetico è di grande attualità soprattutto con la realizzazione di apparecchiature sempre più attente al consumo di energia elettrica, con questo articolo vorrei porre l’attenzione su quel puntino sempre acceso, in genere di colore rosso, che rappresenta lo stato di stand-by (in alcuni casi anche di presenza rete) di quasi tutte le moderne apparecchiature elettriche ed elettroniche; puntino luminoso che generalmente viene ritenuto fastidioso ma assolutamente innocuo. In realtà, in questa condizione, il consumo di energia elettrica risulta essere un inutile spreco poiché quest’ultima viene consumata anche quando gli apparecchi non svolgono la loro funzione primaria. Con lo scopo di ridurre notevolmente il consumo di energia elettrica, l’Unione Europea nel mese di luglio 2005 ha emanato la direttiva 32/2005 EuP (Energy using Products) relativa al risparmio energetico dei prodotti elettrici ed elettronici che stabilisce norme relative alla loro progettazione in funzione del consumo di energia; nel 2009 ha emanato la nuova direttiva ErP (Energy related Products) che ne estende il campo di applicazione a tutti i prodotti che usano, generano, trasferiscono e misurano l’energia; la direttiva ErP è stata emanata in conseguenza del piano strategico "20-20-20" con il quale l'Unione Europea ha fissato i seguenti obiettivi da attuare entro il 2020:

[...]

pubblicato 8 anni fa, 1.254 visualizzazioni

Siamo ormai arrivati quasi alla fine del 2013 e come ogni anno, con l’imminente arrivo delle feste natalizie, torna di attualità il problema degli addobbi luminosi; stelle, fili, cascate, pupazzi, sia per uso interno che all’aperto. Questo articolo vuole essere un utile supporto per tutti coloro che direttamente o indirettamente saranno coinvolti nella loro utilizzazione, in modo particolare per tutte quelle persone che in ambiente domestico si accingono a fare la felicità di moltissimi bambini apprestandosi ad illuminare alberi, presepi, balconi, facciate, giardini.

Gli addobbi natalizi luminosi, comunemente definiti luminarie, sono a tutti gli effetti considerati componenti elettrici; si presentano generalmente come un insieme di catene luminose alimentate da un impianto elettrico, hanno carattere temporaneo e vengono installati all’aperto (strade, piazze, parchi) o all’interno di locali pubblici e/o privati (centri commerciali, negozi, abitazioni).

[...]

pubblicato 8 anni fa, 7.255 visualizzazioni

Il “copia-incolla” è un metodo diffusissimo per riprodurre testo, immagini o altri dati da un documento ad un altro, come ad esempio spesso avviene anche nel settore della progettazione elettrica dove una volta realizzato l’impianto di una singola unità abitativa, gli stessi dati vengono incollati su altri documenti di unità abitative simili senza mai muoversi dal proprio studio e quindi senza aver acquisito sufficienti notizie relative alle opere da realizzare e soprattutto senza tenere conto di eventuali modifiche strutturali e/o necessità individuali. Questa pratica, nel settore elettrico residenziale, riguarda in modo particolare i quadri elettrici, le parti comuni condominiali, gli impianti ausiliari. Nella mia lunga attività professionale, mi è capitato di vedere interi quartieri realizzati con il sistema del “copia-incolla”, dove le differenze tra un condominio e l’altro, si potevano rilevare nella diversa posizione rispetto al nord con qualche spostamento interno di porte e tramezzi e nel diverso colore delle facciate; quasi sempre realizzati da un unico studio tecnico che provvedeva a fornire anche le varie documentazioni impiantistiche redatte senza alcun coordinamento.

[...]

pubblicato 8 anni fa, 2.861 visualizzazioni

Generalmente, soprattutto nell’applicazione dei livelli prescritti dalle vigenti normative, quando si parla di illuminamento si intende un livello di illuminamento medio di esercizio Em, cioè il valore medio di illuminamento sul piano di lavoro dell’ambiente considerato, riferito ad uno stato medio di invecchiamento e durante l’esercizio ordinario delle apparecchiature illuminanti, mentre nella generalità delle misure si tende a rilevare una serie di illuminamenti puntiformi che non hanno alcun collegamento con l’effettivo illuminamento medio di un determinato ambiente. Per poter ottenere l’illuminamento medio è necessario rilevare almeno un numero minimo di illuminamenti puntiformi sufficienti per una elaborazione al fine di risalire ad un valore medio accettabile; in relazione alle dimensioni del locale, all’altezza del piano di lavoro e all’altezza degli apparecchi illuminanti.

[...]

pubblicato 8 anni fa, 4.555 visualizzazioni

La variante V3 della Norma CEI 64-8 contiene il nuovo allegato A “Ambienti residenziali - Prestazioni dell’impianto” e le conseguenti modifiche in alcuni articoli della Parte 3 e della Parte 5. Introduce regole e raccomandazioni relative alle prestazioni degli impianti elettrici residenziali, prestazioni che principalmente non riguardano gli aspetti tecnici relativi alla sicurezza delle persone e dei beni, ma sono prescrizioni addizionali che riguardano la funzionalità e la fruibilità degli impianti elettrici di unità immobiliari ad uso residenziale situate all’interno di condomini o di unità abitative mono o plurifamiliari, dei quali fino ad oggi nelle norme non esisteva un preciso riferimento.

[...]

pubblicato 8 anni fa, 11.071 visualizzazioni

Il cavo è definito come l’insieme dei conduttori, degli isolanti, delle guaine e delle armature di protezione o di schermatura, specificatamente costruito per convogliare la corrente sia ai fini del trasporto dell’energia che della trasmissione dei segnali. I principali riferimenti normativi per un corretto impiego dei cavi sono le guide CEI 20-40 “Guida all’uso dei cavi elettrici con tensione di esercizio fino a 450/750 V”; CEI 20-67 “Guida all’uso dei cavi elettrici con tensione di esercizio di 0,6/1 kV”; CEI 20-89 “Guida all’uso dei cavi elettrici con tensione di esercizio 1/30 kV”. Per poter dimensionare correttamente un cavo elettrico è necessario essere a conoscenza dei seguenti dati: la tensione di esercizio, la corrente di impiego e il fattore di potenza dell’utilizzatore, le condizioni di posa, la lunghezza. Noti questi parametri, è compito del progettista scegliere il cavo più opportuno ai fini della sicurezza e funzionalità dell’impianto da realizzare, valutando con molta attenzione le seguenti caratteristiche:

[...]

pubblicato 8 anni fa, 7.692 visualizzazioni

Con questo articolo intendo porre in evidenza, ancora una volta, la grande pericolosità della corrente elettrica, oggi troppo spesso sottovalutata sia per mancanza di una continua formazione che per eccessiva sicurezza e pressappochismo. L’articolo che segue, dedicato soprattutto ai giovani professionisti freschi di abilitazione, è il risultato di continui aggiornamenti professionali e, in particolare, di situazioni vissute in prima persona a seguito della frequentazione per tantissimi anni di fabbriche elettroniche e cantieri elettrici; non certo il frutto di un breve corso di formazione. In tanti anni di attività elettrica ed elettronica ho avuto modo di assistere a tantissimi incidenti e relativi interventi di pronto soccorso; dagli attrezzi di lavoro tipo forbici, giraviti, pinze, guide DIN, andati inavvertitamente a contatto con parti in tensione soprattutto all’interno di quadri elettrici, a tetanizzazioni e ustioni per elettrocuzione e arco elettrico.

[...]

pubblicato 8 anni fa, 2.103 visualizzazioni

Immagini di questo tipo sono purtroppo molto frequenti, ancora oggi questi sistemi vengono usati per effettuare lavori elettrici, erroneamente ritenuti in sicurezza, anche in ambienti di lavoro. Personalmente mi è capitato di vedere immagini di questo tipo, anche recentemente, in ambienti come ospedali e grandi centri commerciali dove simili soluzioni non dovrebbero neanche essere immaginate.

E’ bene ricordare che la sicurezza di un impianto elettrico dipende soprattutto dal rispetto delle norme sia per quanto riguarda la struttura degli impianti, sia per quanto riguarda i singoli componenti impiegati. Diverse statistiche hanno dimostrato che la maggior parte degli incidenti sono imputabili alla inosservanza delle norme; soprattutto negli ambienti di lavoro è stata rilevata la seguente suddivisione degli infortuni elettrici:

[...]

pubblicato 8 anni fa, 2.896 visualizzazioni

Purtroppo ancora oggi le prese e le spine elettriche per uso domestico sono i dispositivi che ancora non hanno subito alcuna forma di unificazione soprattutto a causa delle resistenze dei diversi paesi ad abbandonare il proprio sistema. Quasi tutti i paesi hanno il proprio sistema nazionale di prese e di conseguenza di spine, l’elenco aggiornato delle prese in uso nei vari paesi del mondo è consultabile sul sito: http://www.iec.ch/worldplugs/map.htm. Per le prese di uso domestico, al contrario di quelle industriali unificate secondo la norma CEI EN 60309, l’Unione Europea non è mai stata capace fino ad ora, di imporre una normativa di unificazione, ne deriva che sono esonerate dalla direttiva bassa tensione e di conseguenza non portano la marcatura CE.

[...]

pubblicato 8 anni fa, 1.625 visualizzazioni

Il rapido e diffuso aumento delle tecnologie di comunicazione che utilizzano l’energia elettrica ha notevolmente modificato l’ambiente elettromagnetico che ci circonda, oltre al costante aumento dell’uso di corrente elettrica vi è un sempre maggiore uso di sorgenti e dispositivi che emettono radiofrequenze e microonde. Ciò comporta una crescente diffusione dell’esposizione e giustifica la necessità di valutare effetti diversi da quelli termici, la cui prevenzione è alla base dei limiti di esposizione attualmente in vigore. Negli ultimi anni sono stati effettuati numerosi studi scientifici sull’eventuale pericolosità delle onde elettromagnetiche per il corpo umano, alcuni hanno ribadito la presenza di notevoli effetti nocivi (tumori, perdita di memoria, cambiamenti nel comportamento e nello sviluppo dei bambini, riduzione della fertilità) altri hanno ribadito l’assoluta assenza di pericoli per il corpo umano. A tale proposito occorre precisare che a seguito di numerose ricerche scientifiche e studi di laboratorio su animali, le onde elettromagnetiche producono i seguenti effetti biologici:

[...]

Chi sono

orsinibruno - profilo

Nome: Bruno Orsini

Reputation: 7.260 4 8 9

Bio: Perito Tecnico Industriale specializzazione Telecomunicazioni, diplomato luglio 1967 media voti 8,5. Responsabile tecnico di varie società, le più importanti: Autovox S.p.A. Roma, Ducati elettrotecnica Bologna stabilimento di Latina, GBR radiotelevisione Roma, Sero S.p.A. Roma società operante nel settore degli impianti di trasmissione a radio frequenza civili e militari. CTU presso il Tribunale, progettista di impianti elettrici ed elettronici.

Web: https://www.elettroprogettazione.perito.it

I miei ultimi post dal forum

  • Tanti auguri a...

    Un abbraccio e un ringraziamento a tutti. 15:20

  • Ambratheryou

    A conferma di quanto ribadito da Attilio allego le foto di un cancello a due ante motorizzato dove il proprietario e non l'installatore, ha... 19:42

  • Ambratheryou

    Vicini vicini.JPG Vicini vicini1.jpg Vicini vicini2.jpg "Dobbiamo stare vicini vicini" cosi è possibile videosorvegliare anche le... 19:42

  • Adeguare un impianto elettrico quando non ci sono i soldi

    L'adeguamento dell'impianto elettrico di un capannone industriale non può assolutamente essere soggetto a "le condizioni economiche sono... 12:01

  • Ambratheryou

    Si ma se appoggi una mano sul muro e i piedi sull'erba e magari guardi dall'altra parte quella cellula non serve assolutamente a niente (ti... 19:42

  • Ambratheryou

    CAM00220.jpg CAM00215.jpg CAM00216.jpg Quando le norme e le leggi sono considerate una semplice formalità. Esempio di grande competenza... 19:42

  • Ambratheryou

    Quadri ospedale.JPG Marzo 2014 il corridoio di un grande ospedale, il quadro è anche diventato un comodo porta documenti. [-X 19:42

  • Impianto condominiale antenna

    Se le giunte e le derivazioni nell'impianto sono fatte tutte come le hai descritte, non c'è nessuna separazione e quindi la qualità del segnale... 14:29

  • Illuminazione per riprese televisive

    Quelle del CONI sono richieste che vanno rispettate pena la non omologazione del campo di gioco, queste prescrizioni fanno parte di richieste... 11:33

  • Ricezione mediaset

    E' praticamente impossibile che una linea di alta tensione a 50 Hz possa interferire fino ad annullare un segnale in UHF cioè frequenze che vanno... 09:43

Vai al Forum


Cerca nel blog di orsinibruno