Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

2
voti

Trasformatore tri-esafase

Domanda:

Su di un motore controllato con inverter vettoriale è stato montato, a monte dell'inverter, un trasformatore tri-esafase al fine di ridurre la distorsione armonica presente. Potrebbe spiegarmi per favore, i principi che consentono l'eliminazione di tali armoniche?

Risponde admin

Le armoniche non si eliminano del tutto ma si riducono notelvomente. Il rapporto tra la potenza in continua erogata, Pd, e la potenza apparente assorbita in alternata, A, è uguale al rapporto tra il valore efficace dell'armonica fondamentale, I1, ed il valore efficace totale della corrente di linea, I. Quindi: I1/I=Pd/A. Il rapporto si avvicina tanto più ad 1 quanto minore è il contenuto di armoniche cioè quanto maggiore è il numero di impulsi per periodo, q, che caratterizza ogni sistema raddrizzatore. q=1 per un circuito monofase ad una semionda; q=2 per circuiti monofase a due semionde (ponte di Graetz monofase); q=6 per circuiti trifasi (ponte di Graetz trifase) e circuiti tri- esafasi; q=12 per circuiti dodecafasi. Il rapporto r=Pd/A vale rispettivamente, nei vari circuiti r=2,22; r=1,11; r=1,05; r=1,01. Il contenuto armonico dipende esclusivamente da q e si abbassa progressivamente. Le armoniche presenti sono date dalla relazione n*q+1 con n intero. Quindi, sempre rispettivamente, nei vari circuiti sono presenti le armoniche: 2,3,4...; 3,5,7...;5,7,11...; 11,13,23...Il rapporto tra il valore efficace dell'armonica di ordine n, An, e quello della fondamentale A, è l'inverso dell'ordine di armonica, quindi è dato da An/A=1/n.

Zeno Martini

0

Commenti e note

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.