Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

0
voti

Sistema IT e separazione elettrica

Domanda:

Non capisco perché nel sistema IT le masse vanno collegate a terra mentre non lo devono essere nella separazione elettrica.

Risponde admin

E' una domanda che viene spontaneo porsi, perché si è portati a pensare che, concettualmente, i due sistemi siano uguali. Invece sono solo simili e ciò che li differenzia è l'estensione. Un sistema IT in teoria può avere qualsiasi estensione, la protezione per separazione elettrica no. La norma CEI-64.8 impone infatti che debba essere U*L < 100 000 dove U (V) è la tensione nominale dell'impianto ed L (m) la lunghezza totale dei circuiti.

La limitazione ha lo scopo di impedire che la corrente che, richiudendosi tramite la capacità attraversa la persona in contatto con una massa interessata da un guasto, non assuma valori pericolosi. La capacità di esercizio delle linee, infatti, aumenta con l'estensione dei circuiti in quanto aumenta la superficie d'armatura del condensatore costituito dal filo metallico e dal terreno. L'aumento di capacità corrisponde ad una diminuzione della reattanza capacitva, quindi ad un aumento della corrente di un guasto verso massa. Come ordine di grandezza in uno stabilimento industriale si può considerare una Ic,g=0,4 A per ogni MVA di potenza installata. Nel sistema IT la corrente capacitiva di guasto ha, in genere , valori superiori a quelli pericolosi per una persona, quindi le masse vanno collegate ad un impianto di terra di valore RT in modo che sia Ic,g*RT < 50 V.

Nella separazione elettrica questo non è necessario perché, come detto, la corrente non assume valori pericolosi. Non solo non è necessario, ma è addirittura vietato. Sembrerebbe in effetti aumentare il grado di sicurezza in quanto permetterebbe al differenziale sul primario del trasformatore che alimenta l'impianto di intrevenire in occasione di un guasto sulle masse e di un contemporaneo guasto tra gli avvolgimenti del trasformatore. Quest'ultimo però è un trasformatore di isolamento, quindi con isolamento doppio o rinforzato od uno schermo interposto tra gli avvolgimenti e collegato a terra. Il guasto tra gli avvolgimenti è per questo ritenuto estremamente improbabile. Molto più più probabile è invece ritenuta un'eventuale tensione pericolosa veicolata sulle masse a valle del trasformatore da un guasto sulle masse a monte dello stesso, che non fanno parte dell'impianto separato ma che hanno l'impianto di terra comune.

La maggior probabilità di questo inconveniente induce la norma a vietare il collegamento a terra nella separazione elettrica, seguendo lo stesso concetto che un doppio isolamento è più sicuro di una protezione mediante impianto di terra.

1

Commenti e note

Inserisci un commento

di Paolo,

Pero' se invece del trasformatore di isolamento si utilizza un generatore mobile ?

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.