Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

0
voti

Lampade a basso consumo

Domanda:

Quando disinserisco un gruppo di lampade a basso consumo, spesso interviene il salvavita. Quale il motivo e quale il rimedio?

Risponde admin

Le lampade a basso consumo sono un carico induttivo e quando si interrompe un circuito induttivo si genera una sovratensione. Se il conduttore di fase viaggia, come di solito è, parallelo ed accostato al conduttore di protezione, e per un lungo tratto come probabilmente è nel caso specifico, la capacità tra il PE e la fase può assumere un valore tale che la sovratensione d'apertura può essere sufficiente a generare una corrente capacitiva di dispersione tra il PE ed il conduttore non interrotto, cioè il neutro, che attraversa il differenziale e che può essere superiore alla sua corrente di intervento se il differnziale è ad alta sensibilità (30 mA).
Se ogni lampada fosse dotata del condensatore di rifasamento il problema sarebbe evitato, in quanto la corrente dovuta alla sovratensione si richiuderebbe praticamente tutta attraverso di esso. Ma le comuni lampade a basso consumo non sono in genere singolarmente rifasate.
Allora la soluzione consiste nell'usare, per comandare il gruppo un interruttore bipolare, che interrompendo il neutro impedisce l'instaurarsi della corrente di dispersione.
5

Commenti e note

Inserisci un commento

di nic,

grazie mille del chiarimento,sempre preciso e disponibile

Rispondi

di ,

nic,
ti sei risposto da solo. La sovratensione d'apertura, che ha una frequenza generalmente abbastanza alta, interessa sia fase che neutro. Quindi attraverso la capacità di accoppiamento con il PE può circolare una corrente, sia da fase a PE sia da neutro a PE. Ma il circuito fase-PE è interrotto dal polo dell'interruttore, quindi la corrente si ha praticamente solo tra neutro e PE, se il neutro non è interrotto. Per questo un rimedio all'inconveniente consiste nell'interrompere anche il neutro, usando un interruttore bipolare.

Rispondi

di nic,

perchè la corrente è tra PE e neutro? è dovuto al fatto che aprendo la fase si ha una sovratensione anche sul neutro e quindi la corrente si ha tra PE e neutro?non mi è chiara questa cosa..grazie mille

Rispondi

di luca.cat,

se per ovviare al problema si interrompe sia il neutro che la fase. Si puo avere dei problemi? dove va a finire l'energia immagazzinata nell'induttanza???

Rispondi

di 6367,

Una soluzione alternativa più semplice, e quasi sempre efficace, a questo tipo di problema sono i differenziali ad hoc per minimizzare il rischio di scatto intempestivo. Assumono varie denominazioni commerciali: Tipo G di Moeller, AP-R di ABB, HPI di BTicino, SI di Merlin Gerin,....

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.